Giappone low cost: un itinerario gratuito a Tokyo nel Paese del Sol Levante

Guida ai luoghi più economici e pittoreschi dell'effervescente metropoli orientale

Il Giappone è un arcipelago che ospita una delle aree metropolitane più popolate al mondo, e possiede tuttavia anche la fama di godere di un costo della vita alquanto elevato. Eppure, con l’ausilio di una buona guida, è possibile ammirare alcuni dei luoghi più caratteristici della cultura nipponica senza che il portafoglio ne risenta particolarmente.
Nel caso di Tokyo, ecco una lista delle attrazioni – totalmente gratuite – che riescono ad affascinare il turista nel fondere la tradizione e il progresso.

Accessibile da Shinbashi tramite la linea Yurikamome, Odaiba è un’isola artificiale adagiata nella Baia di Tokyo, paragonabile ad un parco divertimenti che racchiude svariati luoghi di forte richiamo commerciale e d’intrattenimento.
Per citarne alcuni, è possibile visitare la sede della “Fuji TV”, o ammirare lo spettacolare gioco di luci del “Rainbow Bridge”; immancabile una riproduzione della Statua della Libertà newyorkese, e per gli appassionati, del “Gundam RX-78”. Infine, il “Tokyo Big Sight”, sede ormai fissa di fiere fumettistiche di fama mondiale.

Altra rilevante meta turistica è il Palazzo Imperiale, anche noto come Kokyo, residenza ufficiale principale dell’imperatore. Raggiungibile dalla stazione di Tokyo e immerso nel verde, i suoi giardini sono aperti al pubblico solo in alcuni giorni prestabiliti, quali il compleanno dello stesso (23 dicembre) e il primo giorno dell’anno.

Un’ulteriore tappa spirituale circondata dalla natura vede il santuario Meiji (Meiji Jingu), eretto in memoria delle anime dell’imperatore Mutsuhito e sua moglie Shoken.
Il terreno su cui si erge la costruzione si divide in giardino principale (Naien), che racchiude gli edifici sacri e un museo, e giardino esterno (Gaien), caratterizzato dalla presenza di una galleria di dipinti appartenenti alla collezione dei due sovrani.

Spostandosi nel quartiere di Asakusa, è possibile visitare uno dei più antichi e importanti templi della città, il Senso-ji.
L’accesso a questo complesso templare buddhista è costituito dalla famosa Kaminarimon, o “porta del tuono”, riconoscibile per il rosso fiammante di cui è dipinta l’enorme lanterna di carta al suo interno. Da questo punto si estende la Nakamise-doori, una stradina zeppa di negozietti specializzati nella vendita di articoli tradizionali giapponesi, per poi giungere all’entrata vera e propria del tempio.

Infine, ultima ma non meno importante, la Shibuya Crossing situata nell’omonimo quartiere.
Tra le più dinamiche zone di Tokyo, non fallisce mai nel suscitare emozioni quali fervido entusiasmo, scatenato dalle musiche che si diffondono in ogni sua diramazione, e nello strappare una lacrima di commozione davanti alla nota statua di Hachiko.

Immagini: Depositphotos

Giappone low cost: un itinerario gratuito a Tokyo nel Paese del Sol&nb...