Wuhan un anno dopo: la fioritura dei ciliegi è la più bella

In anticipo rispetto alla stagione, nella città della Cina dove tutto è iniziato è arrivato un segnale di speranza

A un anno esatto dallo scoppio della pandemia di Covid nel mondo e dal lockdown totale dell’Italia, un’immagine sola può darci un po’ speranza: è quella della fioritura dei ciliegi a Wuhan, la città della provincia dell’Hubei, in Cina, dove tutto è iniziato.

In anticipo rispetto alla stagione, gli alberi di ciliegio in città sono già fioriti (lo scorso anno la fioritura c’era stata a fine marzo) regalando agli abitanti, ma anche al Paese, e forse al mondo intero, un segnale di ritorno alla vita.

Nel parco cittadino, l’East Lake Cherry Blossom Park, come ogni anno si è aperto il Cherry Blossom Festival. Rispetto allo scorso anno, quando gli abitanti di Wuhan erano in lockdown e chiusi in casa, senza neppure poter uscire a fare la spesa, al contrario di noi italiani che, per quel motivo, potevamo uscire una volta al giorno, ora il parco è pieno di persone, famiglie con bambini, coppie che si baciano, di giorni e persino di notte, con una speciale illuminazione che rende questo luogo un vero incanto.

wuhan-fioritura-ciliegi

La fioritura dei ciliegi a Wuhan, in Cina

Sì, perché lì il Covid è sotto controllo, anche se è ancora obbligatorio indossare la mascherina, a Wuhan e in tutta la Cina si sta tornando alla normalità, tanto che le località turistiche si sono già riempite e si è già tornato a viaggiare.

La fioritura dei ciliegi è principalmente associata al Giappone. La bellezza di questi alberi in fiore è diventata una vera e propria arte che si chiama hanami. Ci sono siti che segnalano ogni giorno la situazione della fioritura di tutto il Paese e si celebrano festival importantissimi dedicati a questo meraviglioso fenomeno. E altrettanto accade in altre parti del mondo, come nella vicina Cina, appunto.

wuhan-fioritura-ciliegi-un-anno-dopo-covid

L’East Lake Cherry Blossom Park a Wuhan

Anche in Italia è possibile assistere allo spettacolo dei ciliegi in fiore in molti luoghi e in molte città. Primo fra tutti l’Orto Botanico dell’Università La Sapienza che ospita un giardino giapponese con splendidi laghetti e viali costeggiati da alberi che, in primavera, si vestono di rosa. Anche a Torino i viali alberati che costeggiano il Po e il giardino medievale di Palazzo Madama sembrano un angolo di Giappone.

Quello che sta accadendo a Wuhan, insomma, è qualcosa che emoziona: la fioritura cinese ci ricorda che c’è speranza e che dopo il freddo inverno arriva sempre la primavera.

wuhan-ciliegi-spettacolo-notturno

Il Cherry Blossom Festival di Wuhan si svolge anche di sera

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wuhan un anno dopo: la fioritura dei ciliegi è la più bella