Se hai freddo in Svezia c’è il muro della gentilezza

Ad Uppsala, in Svezia, è spuntato un muro della gentilezza, iniziativa benefica per regalare un abito caldo ai bisognosi

In Svezia è apparso recentemente quello che è stato ribattezzato il “muro della gentilezza“. Si tratta di un’iniziativa nata a scopo benefico, allestita in strada nella città di Uppsala da un’agenzia immobiliare.

The Wall of Kindness incoraggia le persone a donare (soprattutto nei mesi più freddi dell’anno) vestiti che non si utilizzano più, in modo che le persone meno fortunate possano usarle per difendersi dalle basse temperature. A livello più pratico, si tratta di una parete con ganci e attaccapanni allestita all’aperto sulla strada, dove chiunque lo desideri può lasciare cappotti, abiti caldi e altri indumenti che potranno essere poi presi dai più bisognosi.

A quanto pare, il primo “muro della gentilezza” è apparso in Iran, per iniziativa di un anonimo. Il motto dell’iniziativa è «Leave If You Do Not Need», cioè «Lascia se non ne hai bisogno». Il fenomeno benefico, dopo l’esordio in Iran, ha iniziato poi a prendere piede anche in altre parti del mondo, come ad esempio in Pakistan, in Cina e, appunto, in Svezia.

Il muro della gentilezza è arrivato anche in Italia. A Roma, nel 2016, è nato per iniziativa del liceo Marymount International School, nel quartiere periferico di La Storta. Anche nel centro storico di Parma, sempre nel 2016, era spuntato un Wall of Kindness al motto di «Se non hai bisogno, lascialo. Se ti serve, prendilo», scritto in italiano, inglese, tedesco, francese, arabo.

Ad Uppsala, in Svezia, il muro della gentilezza è apparso poco prima del Natale 2018. In strada è spuntato un maxi cubo, decorato con lucine natalizie e con una barra rosa con le scritte «Wall of Kindness» e «Prendi un cappotto se hai freddo. Lascia un cappotto se non lo usi più». A sponsorizzare l’idea è stata un’agenzia immobiliare del luogo, che ha scelto di farsi pubblicità in questa maniera originale, dedicando un pensiero ai più bisognosi alle prese col freddo gelido dell’inverno.

Osservando le fotografie che sono apparse in giro per il web, sono diversi i cittadini svedesi che hanno risposto positivamente all’appello lanciato dall’agenzia immobiliare promotrice dell’iniziativa a scopo benefico, lasciando un cappotto o altri vestiti caldi sul muro della gentilezza.

Se hai freddo in Svezia c'è il muro della gentilezza

 

Se hai freddo in Svezia c’è il muro della gentilezza