Isola di Albarella, partono le “sperimentazioni” balneari per l’estate 2020

L'Isola di Albarella ha accettato l'invito a fare da società sperimentale per il piano di ripartenza promosso dal Governatore della Regione Veneto. Di cosa si tratta

Iniziano a trapelare le prime informazioni su come si potrebbe sviluppare lo scenario balneare di questa estate. L’Isola di Albarella, meraviglioso gioiello di natura incontaminata situato nel Parco del Delta del Po, ha accolto l’invito del Governatore del Veneto Luca Zaia a candidarsi come azienda sperimentale per la ripartenza del settore turistico balneare.

Consapevoli del fatto che probabilmente le vacanze dell’estate 2020 saranno all’insegna del Turismo di Prossimità, sono iniziati i lavori di manutenzione e sicurezza per permettere ai cittadini di godere di questo luogo incantevole del Parco del Delta del Po.

Sembra, infatti, che siano già in calendario possibili date di riapertura, ma soprattutto si stanno già attuando varie misure per soddisfare tutti i protocolli sanitari utili alla prevenzione e al mantenimento della salute delle persone.

Verranno sfruttati al massimo tutti gli ampi e incantevoli spazi di cui dispone l’Isola. Tra cui una spiaggia di 350.000 metri quadrati dove verrà fatto in modo che vengano assicurate le distanze, anche grazie al posizionamento degli ombrelloni in un’area di circa 40 metri quadri ciascuno.

L’Isola di Albarella, essendo un’isola privata, era già organizzata in modo da riservare ingressi specifici per gli ospiti muniti di prenotazione. A queste modalità di entrata si aggiungeranno altre importanti misure. Per questo scopo, infatti, è stato nominato il Covid Manager di Albarella Srl, il quale, dopo aver seguito un attento e dettagliato piano di formazione, sta già lavorando insieme al suo gruppo per cercare di proteggere i cittadini e far ripartire il settore turistico.

Il progetto prevede la collocazione di steward lungo gli accessi dello stabilimento balneare con postazioni dotate di dispositivi utili alla completa pulizia e disinfezione delle attrezzature da spiaggia e che saranno a disposizione degli ospiti a titolo completamente gratuito. Oltre a questo sarà attuato un piano di sanificazione della spiaggia, attraverso l’igienizzazione delle passerelle e dei lettini.

Ma non è finita qui, è già stata definita anche una bozza del regolamento che prevede percorsi separati di accesso agli ombrelloni e alla battigia da parte degli ospiti; l’obbligo di mascherine e ciabatte per gli spostamenti, il distanziamento fino a 6 metri tra un ombrellone e l’altro e i divieti di assembramento e mantenimento delle distanze di sicurezza.

Le aree giochi per bambini, invece, verranno recintate con accessi controllati e presidiati dal personale dell’animazione. E tra le varie cose, è in via di definizione anche il programma di riapertura delle piscine con relative regole di accesso e controllo.

Come sottolinea il direttore di Albarella Srl, Mauro Rosatti: “Albarella in questi giorni non si è mai fermata, abbiamo sempre cercato nuove soluzioni anticipando i provvedimenti dei protocolli: siamo abituati alle sfide e anche a vincerle grazie a un team formato e preparato. Siamo convinti che nonostante il periodo di emergenza sanitaria che stiamo vivendo, sapremo garantire una meravigliosa esperienza in Isola a tutti i nostri ospiti”.

E noi speriamo davvero che tutto questo lavoro possa portarci a vivere questa estate in maniera piuttosto simile a quelle passate, nonostante la complicata situazione che stiamo attraversando.

come sarà estate 2020

Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Isola di Albarella, partono le “sperimentazioni” balneari per l’...