Ora si può fare il giro intorno al ghiacciaio più grande delle Alpi

Inaugurata una nuova attrazione che consente una vista a 360 gradi sul Patrimonio Unesco

Sul ghiacciaio dell’Aletsch, il più vasto dell’intero arco alpino, è stata inaugurata una nuova attrazione che consente una vista a 360 gradi su uno dei luoghi più emozionanti che ci siano in Europa.

Il nuovo percorso ad anello dell’Eggishorn conduce i visitatori lungo un itinerario il cui filo conduttore si basa sugli elementi (legno, pietra, acqua e ghiaccio), informandoli sugli aspetti di interesse scientifico di quello che è il nucleo del primo Patrimonio dell’Umanità delle Alpi. Alcuni pannelli informativi dislocati intorno al ghiacciaio raccontano la storia e la geologia di un luogo antichissimo.

Il percorso circolare non presenta nessuna difficoltà tecnica per chi, anche poco esperto, decide di visitarlo, e conduce a punti panoramici particolarmente spettacolari. Lungo il percorso 9 si incontrano alcune “Lounge del Ghiacciaio“, soste che invitano a una pausa, sempre con vista sull’Aletsch e sulle 40 vette che lo circondano, molte delle quali che superano i 4.000 metri, come il Cervino (dalla parte svizzera si chiama Matterhorn ed è alto 4.478 metri), l’Eiger (3.967 metri), il Mönch (4.105 metri) e lo Jungfrau (4.158 metri).

I pannelli delle lounge forniscono informazioni sul Patrimonio dell’umanità Unesco delle Alpi Svizzere Jungfrau-Aletsch, con approfondimenti su passato e sul futuro del paesaggio che circonda il più grande fiume di ghiaccio delle Alpi. La Splash Lounge, per esempio, fornisce indicazioni sull’acqua e sul ghiaccio. Tra le informazioni che si possono leggere spiaccno frasi come: “Se si sciogliesse tutto il ghiacciaio di Aletsch, si potrebbe fornire un litro di acqua al giorno a tutta la popolazione mondiale per 4 anni e mezzo!”.

Il nuovo itinerario ha anche uno scopo didattico oltre che turistico. L’idea è quella di sensibilizzare i visitatori sui cambiamenti climatici e sulla conseguente riduzione dei ghiacciai. Grazie a questo nuovo percorso, si vuole attirare l’attenzione sull’unicità di questo paesaggio naturale e culturale alpino, ben 120 km quadrati di superficie che hanno bisogno di essere preservati.

Il percorso è perfettamente integrato nell’ambiente circostante ed è stato realizzato con materiali e infrastrutture già presenti in loco. L’itinerario è lungo 500 metri e dura circa un’ora, calcolando le soste nelle lounge. Punto di partenza e arrivo dell’itinerario ad anello è la stazione di arrivo della funivia dell’Eggishorn, a quota 2.869 metri, nel cuore dell’Aletsch Arena. Una parte del tragitto non presenta ostacoli ed è pertanto percorribile con carrozzine e bambini piccoli. Il percorso è totalmente gratuito. I pannelli informativi sono in italiano, tedesco, francese, inglese, giapponese, coreano e cinese (mandarino).

nuovo-percorso-Aletsch-Arena

@Gisella Motta

Ora si può fare il giro intorno al ghiacciaio più grande delle ...