La caccia al tesoro più antica d’Europa

Si svolge in Francia e dura da 26 anni. Il premio? Una civetta d'oro del valore di 500 mila euro

“La corsa alla civetta d’oro” è la più antica caccia al tesoro d’Europa. Si svolge in Francia dal 1993 ma nessuno è ancora riuscito a trovare il luogo misterioso in cui lo scrittore Max Valentin ha sotterrato la statua della civetta ricoperta di diamanti e rubini, del valore di 500 mila euro.

Tutti la cercano ma nessuno la trova e dopo 26 anni dal suo inizio, “La corsa alla civetta d’oro” non ha ancora messo la parola “fine”. Il suo inventore è morto, ma i “civettari” continuano, invano, a cercare di risolvere i rebus che conducono al tesoro.

Tutto iniziò da un romanzo che cela gli indizi per trovare la statua preziosa ma, ancora oggi, non si sa nulla se non che si trova in Francia. Un posto “X”, misterioso come quello che custodisce il Sacro Graal, e che nessuno, nonostante l’avvento di internet e Google, è riuscito a scoprire.

I “civettari” passano ore e ore a chattare per cercare di risolvere gli 11 enigmi che portano alla soluzione. Alcuni all’apparenza sembrano semplici, altri, invece, richiedono una preparazione di tutto rispetto.

Delle 200 persone che finora hanno partecipato alla caccia al tesoro, qualcuno, con l’aiuto di internet, ha pensato di aver localizzato il prezioso volatile nell’area di Beaune, facendo impazzire tutti gli appassionati, ma si sbagliava. La civetta è ancora sotterrata nel luogo segreto di Max Valentin.

Con la morte dello scrittore, nel 2009, il notaio che fu incaricato di redigere il testamento, consegnò la busta con la soluzione della caccia al tesoro ai familiari. Per un periodo di tempo, dopo il fallimento dell’editore del libro, la preziosa statua fu anche sequestrata dal tribunale, per poi essere restituita allo scultore che, nel 2014, in un momento di difficoltà economiche provò a venderla dichiarando chiuso il gioco. Tuttavia, il web, indignato da tale gesto, lo convinse a desistere.

Dopo 26 anni i cacciatori alla civetta d’oro potrebbero cercarsi un altro hobby ma i sogni vanno inseguiti. Ogni settimana 150 persone si mettono sulle tracce del volatile. Una cosa è certa, il prezioso non è volato via ma giace ancora in qualche parte della Francia sotterranea. Magari sta aspettando proprio voi.

corsa civetta d'oro

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La caccia al tesoro più antica d’Europa