Santo Stefano di Sessanio: la piccola perla d’Abruzzo

Andiamo a scoprire il piccolo borgo di Santo Stefano di Sessanio, perla medievale tra le colline

Se si ha voglia di un weekend fuori porta alla scoperta delle ricchezze d’Italia, l’Abruzzo ne offre di particolari, come il borgo di Santo Stefano di Sessanio.

Con 120 abitanti e situato nel Parco Nazionale del Gran Sasso-Monti della Laga, Santo Stefano di Sessanio fa parte dei Borghi più belli d’Italia. Gioiello architettonico d’età medievale, ha catturato l’attenzione di italiani e turisti grazie all’iniziativa di Daniel Kihkgren, giovane imprenditore svedese. Kihkgren ha acquistato infatti parte delle abitazioni abbandonate del centro storico, le ha ristrutturate e, preservando l’estetica del borgo e del territorio, le ha trasformate in un progetto di “albergo diffuso”, che ha reso Santo Stefano meta di turismo non convenzionale.

Santo Stefano di Sessanio è arroccato su una collina a 1,251 metri ed è considerato tra i borghi più belli d’Abruzzo per il decoro architettonico, risalente all’epoca medievale e ancora perfettamente integro. Le case così come le strade sono costruiti in pietra calcarea bianca: a dominare sul borgo è sempre stata presente la Torre Medicea. La torre dalla forma cilindrica prende il nome dallo stemma dell’importante famiglia fiorentina, i Dè Medici, che fu feudataria nel 1500 del borgo abruzzese. A causa del terremoto del 2009, la torre è crollata, così come molti altri edifici.

Tra scalinate, stradine e selciati, si snoda un borgo nel quale il tempo sembra essersi fermato, tra case in pietra, Porte delle mura antiche e Chiese, come la Chiesa di S. Maria in Ruvo, risalente al XIII e XIV secolo.
Il borgo non ha vere e proprie mura difensive, tuttavia è circondato da case-mura, che si susseguono una dopo l’altra senza lasciare spazi e che sono provviste di poche finestre.

Tra le case, si fanno largo abitazioni del Quattrocento, tra cui la Casa del Capitano e altri edifici di pregio. Il borgo lascia spazio poi alle case ristrutturate e divenute parte dell’albergo diffuso nel borgo, con camere, ristoranti e aree comuni tipiche di un hotel distribuite nel borgo.

Al di fuori del centro, sono da visitare la Chiesa di S. Stefano e la chiesetta della Madonna del Lago, risalente al XVII secolo e sorta lungo il lago ai peidi del paese. A poca distanza poi, si trova il Castello di Roccacalascio, uno dei castelli più elevati d’Europa, a 1.512 metri di altitudine, ricco di fascino e storia. Come il borgo di Santo Stefano di Sessanio, piccola perla d’Abruzzo.

Santo Stefano di Sessanio

Santo Stefano di Sessanio: la piccola perla d’Abruzzo