Distributori automatici di racconti alla fermata dell’autobus

A Grenoble, racconti da uno, tre o cinque minuti gratis in attesa del bus o della metropolitana

L’iniziativa è stata lanciata dal Sindaco di Grenoble, Eric Piolle, che ha deciso di dotare le fermate degli autobus e della metropolitana della città francese con distributori automatici di racconti e di poesie gratuiti (Distributeur d’histoires courtes).

In base al tempo che si ha a disposizione per leggere, si può scegliere la lunghezza della storia che viene stampata su un foglietto di carta simile a uno scontrino. Ci sono racconti da un minuto, da 3 o da 5. I testi sono scritti da autori della casa editrice che ha collaborato all’iniziativa.

Il progetto, infatti, è stato realizzato in collaborazione con l’editore francese Short Edition con lo scopo di promuovere la letteratura. L’obiettivo è distribuire queste macchinette ovunque per invogliare la lettura, la scrittura e anche per far conoscere gli autori emergenti.

Dopo Grenoble, i distributori di racconti sono stati installati in altre città francesi, tra cui Brest, Rennes, Bordeaux e Quimper, un comune della Bretagna, e persino a Parigi.

Se ne è innamorato persino Francis Ford Coppola che ne ha voluto uno per il suo locale, il Cafe Zoetrope di San Francisco. Appassionato di letteratura breve, infatti, il regista statunitense ha lanciato nel 1997 Zoetrope: All-Story, una rivista dedicata ai racconti brevi.

Non è il primo progetto di questo genere promosso dal Sindaco di Grenoble: sua l’idea di fare sparire i manifesti pubblicitari dalla città sostituendoli con alberi. Non è una #bellastoria?

Distributori automatici di racconti alla fermata dell’autobus