Meteo: ultime fasi di instabilità. Luglio sarà rovente

L'alta pressione rimane protagonista su buona parte dell'Italia

L’alta pressione rimane protagonista su buona parte dell’Italia. Tuttavia ci sarà spazio anche per una fase di instabilità in grado di influenzare il tempo su alcune delle nostre regioni.

Sono attesi rovesci e temporali che si intensificheranno sull’arco alpino e che, localmente, sconfineranno verso le pianure adiacenti. Possibili anche delle gradinate, in particolare sulle pianure lombarde, venete e friulane. Potrebbe esserci un parziale coinvolgimento anche dell’Appennino centro-settentrionale.

Le temperature, nonostante il maltempo, continueranno ad aumentare nel corso della settimana, sia per l’azione stabilizzante dell’anticiclone sia per l’arrivo di correnti calde provenienti dal Nord Africa.

Gran parte della nostra Penisola registrerà valori sopra i 30°C, a eccezione delle zone costiere che saranno più fresche. Sono attese massime fino a 34°C a Firenze e su alcune zone pianeggiati interne della Puglia e della Sardegna e nella bassa Val Padana domenica si potranno raggiungere anche picchi di 37°C.

Sul finire del weekend, l’ultimo del mese di giugno, dovremo attenderci quindi la prima vera ondata di caldo dell’estate. Il mese di luglio, infatti, almeno all’inizio, sarà caratterizzato da temperature molto alte e quella che è appena iniziata potrebbe essere un’estate veramente bollente.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meteo: ultime fasi di instabilità. Luglio sarà rovente