Dove dormire a Baku: le zone migliori dove prenotare un hotel

Queste sono le zone migliori dove prenotare un hotel per visitare Baku: le zone centrali sono le più comode per poter visitare la città in un weekend

Foto di Angelica Losi

Angelica Losi

Content writer & Travel Expert

Per lavoro è Content writer, per diletto viaggia. Appassionata di turismo enogastronomico, fotografa tutto per inscatolare i ricordi e poi li racconta online.

Baku è la capitale dell’Azerbaigian, che si affaccia sul Mar Caspio ed è una città affascinante che offre un mix unico di storia moderna e antica. Sì, perché sembra sempre alla continua ricerca tra rispetto del passato e passione per il futuro. E questo lo dimostra soprattutto con la sua architettura, che si divide tra affascinanti edifici medievali e strutture che parlano una lingua più contemporanea.

Baku è, quindi, un luogo senza tempo dove tradizione e innovazione si intrecciano regalandole un’atmosfera unica e suggestiva. Ecco perché rientra a pieno titolo nella lista delle mete da visitare assolutamente, soprattutto per il turista che non si stanca mai di scoprire luoghi unici e ricchi di cultura. Se in programma si ha un viaggio nella capitale azera sarà utile sapere quali sono le zone migliori per gli hotel.

Le zone migliori per dormire a Baku

Baku è una piccola città ricca di storia da raccontare; ogni angolo sembra parlare del suo passato. Se si ama viaggiare significa che si è affascinati da ciò che un luogo ha da dirci e non c’è niente di più semplice che conoscere i dettagli vivendoli. Ecco perché scegliere gli hotel nelle zone più autentiche del paese ci permette di vivere l’esperienza appieno. Ma quali sono le zone migliori per dormire a Baku?

Icheri Sheher

Icheri Sheher è la città vecchia, perfetta per chi ama camminare e scoprire particolari che utilizzando mezzi di trasporto non riuscirebbe a fare. La sua posizione è suggestiva perché si trova all’interno delle antiche mura medievali.  Alloggiare qui significa poter conoscere quelli che sono i luoghi d’interesse storici della città come: la torre della fanciulla, il Palazzo degli Shirvanshah e le numerose botteghe tradizionali che vendono tappeti e arazzi. Non sono presenti moltissimi hotel, ma basta prenotare con anticipo per essere certi di poter alloggiare dove si preferisce.

  • Consigliato per: giovani e turisti che non cercano necessariamente il silenzio.

Boulvar

Il boulvar è il lungomare più celebre di Baku, una zona suggestiva e ricca di fascino che nessun turista potrà fare a meno di amare per molte ragioni, ma sicuramente quella più evidente è la bellezza del panorama che si apre sul Mar Caspio.  Qui è possibile trovare hotel di lusso con piscine vista mare e altri servizi esclusivi, così come soluzioni più economiche ma comunque interessanti. Si tratta di una zona moderna un po’ distante dalle maggiori attrazioni della città.

  • Consigliato per: famiglie e turisti che cercano un’atmosfera rilassante.
Zone per un hotel a Baku
Fonte: iStock
Quali sono le zone migliori per hotel per dormire a Baku

Nizami

La sua via principale (pedonale) è Nizami Street, o Torgovaya, nota per essere il fulcro di luoghi come negozi, ristoranti, locali. Zona ideale per i turisti che oltre alla cultura amano anche lo shopping e la movida che qui non mancano di certo. A Nazimi si possono trovare hotel prevalentemente di lusso che offrono servizi e arredamenti in grado di soddisfare anche il viaggiatore più esigente.

  • Consigliato per: turisti che cercano la movida e lo shopping.

Ganjlik

Quartiere residenziale silenzioso e lussuoso che si trova nella parte nord occidentale della capitale. Non troppo lontano dal centro storico, questa soluzione offre la possibilità di godere di giorni in pieno relax lontano dal caos cittadino e della movida di cui Baku è protagonista sia di giorno che di sera in alcuni quartieri. Qui si possono fare passeggiate nei numerosi parchi e zone verdi presenti e lungo le strade alberate. Si possono trovare hotel di lusso e formule più economiche ma ugualmente dotate di ogni comfort.

  • Consigliato per: famiglie e coppie che cercano tranquillità e spazi verdi.

Yasamal

Yasamal è un quartiere che si trova nella parte centrale della città. Da visitare per la sua vivace cultura e la sua vena cosmopolita che piacerà ai turisti che amano i luoghi ricchi di storia da raccontare. Gli hotel qui propongono diverse soluzioni, da quella più lussuosa con numerosi comfort e servizi, a quella più economica. Se non è così comodo partire a piedi da Yasamal per visitare Baku, è possibile utilizzare i mezzi pubblici dai quali è servito molto bene.

  • Consigliato per: tutti i tipi di turisti.
I quartieri in centro per dormire a Baku
Fonte: iStock
I migliori quartieri dove dormire a Baku

Prenotare hotel a Baku vicino ai monumenti principali

Baku non è una grande città, quindi è possibile raggiungere a piedi quasi tutte le sue attrazioni principali. Indipendentemente dal quartiere in cui si è deciso di alloggiare, è quasi un obbligo (per la loro bellezza!) visitare alcuni luoghi d’interesse.

Scopriamo insieme quali sono:

  • Palazzo degli Shirvanshah: probabilmente l’attrazione più importante della città vecchia. Realizzato nel XV secolo come fortezza, oggi è un museo e ospita un’interessante e varia collezione di tessuti, manufatti e costumi dell’epoca degli Shirvanshah.
  • Moschea del profeta: costruita nel XI secolo, è la moschea più antica della città vecchia;
  • Gosha gala: la doppia porta ancora oggi riporta indietro nel tempo, quando era l’unico ingresso per la città vecchia. Realizzata nel XII secolo, la Gosha gala rappresenta un punto di riferimento per i turisti di tutto il mondo. Impossibile visitare Baku senza passare da qui;
  • Flame Towers: struttura moderna e affascinante che si unisce al fascino antico di Baku. Sono i grattacieli più celebri della città che rappresentano un vero e proprio contrasto tra l’anima vecchia e l’anima nuova;
  • Heydar Aliyev Center: realizzato da Zaha Hadid per il quale ha ricevuto il premio Design of the year nel 2014; Rappresenta un progetto sinuoso che nonostante il suo concetto di estrema modernità non va a rovinare l’immagine un po’ retrò di Baku. Motivo per cui va assolutamente visitata.