Come fare bancomat a Londra

Prelevare e cambiare i soldi a Londra: ecco come funziona, e quali sono le soluzioni più convenienti

Anche prima della Brexit, quando l’Inghilterra faceva parte dell’Unione Europea, la moneta nazionale è sempre stata la sterlina. Ma come comportarsi, quindi, se si ha in programma un viaggio a Londra? Com’è possibile pagare e prelevare contanti? Ecco le risposte.

In caso si disponga di una piccola somma di euro, e li si voglia convertire in sterline così da poter usare i contanti in città, il consiglio è di non cambiare quei soldi in aeroporto: le commissioni di cambio e i tassi sono sempre molto alti, ed è preferibile – in caso si voglia avere qualche banconota subito a disposizione, magari per pagare il trasporto sino all’hotel – prelevare dei contanti tramite il bancomat o la carta di credito, utilizzando uno degli sportelli ATM che già al terminal d’arrivo si trovano e che, in ogni caso, in tutta Londra non mancano.

Per quanto riguarda invece il cambio dei contanti, diverse sono le opzioni disponibili. Gli uffici di cambio valuta più importanti sono TTT Moneycorp, Eurochange, The Change Group, International Currency Exchange, Chequepoint, American Express, Thomas Cook. Le loro filiali si trovano in tutte le zone più turistiche della città, ma spesso hanno commissioni che toccano il 15% e tassi di cambio poco favorevoli. Importante è sapere che – sebbene quasi nessuno lo faccia – i prezzi esposti sono negoziabili: si può discutere con l’agente di cambio, per vedere se è possibile trovare una soluzione che soddisfi entrambi. Oppure, i soldi possono essere cambiati agli uffici postali – che hanno tassi di un poco migliori rispetto a quelli degli uffici di cambio, ma un’alta commissione sulla transazione, oltre a non avere prezzi trattabili e ad essere chiusi il sabato e la domenica – e nei negozi di souvenir: è proprio questa, la soluzione migliore. Per i negozianti, il cambio valuta non è l’attività principale ma un servizio in più offerto ai clienti, quindi possono essere molto più competitivi.

La soluzione più conveniente, in ogni caso, è prelevare direttamente le sterline utilizzando il proprio bancomat o la propria carta di credito. Gli ATM accettano qualsiasi tipo di carta (Visa, Master Card, Cirrus, Maestro) e la commissione dipende dalla propria banca. Spesso, in caso di ATM presenti all’interno dei negozi, potrebbe essere applicata un’ulteriore commissione: in questo caso, è bene prestare attenzione. Infine, nessun problema per chi utilizza Postepay o Bancoposta: anche con queste carte, è possibile prelevare a Londra.

Come fare bancomat a Londra