10 regole di comportamento per visitare i suq in Marocco

Come fare ottimi affari nei suq del Marocco? Ecco le regole da non dimenticare mai per comprare splendidi souvenir nei mercati tradizionali

Foto di SiViaggia

SiViaggia

Redazione

Il magazine dedicato a chi ama viaggiare e scoprire posti nuovi, a chi cerca informazioni utili.

Viaggiare in Marocco vuol dire anche andare alla scoperta dei suoi splendidi suq (o suk). Un mondo splendido e accattivante, all’interno del quale sarà necessario ricordare alcune linee guida per riuscire a spuntare ottimi affari.

Il fascino tradizionale dei suq

Da Marrakech a Fez, passando per Tangeri, tutte le grandi città in Marocco vantano degli spettacolari suq, spesso all’interno delle mura di una splendida medina. Ciò vuol dire divieto d’ingresso per le auto e possibilità di cimentarsi in una lunga passeggiata nella città vecchia, a caccia di qualcosa che catturi il proprio sguardo. I venditori proveranno in tutti i modi ad attirare l’attenzione, il che vuol dire ritrovarsi a parlare con un gran numero di mercanti, anche nei pressi di quei negozi o bancarelle che si intendeva ignorare del tutto.

I tradizionali Suq del Marocco: come comportarsi
Fonte: iStock
Atmosfera nei Suq del Marocco

10 consigli di comportamento nei suq marocchini

Giungere per la prima volta in Marocco, in un affollato suq, può creare non poca confusione. Si consiglia dunque di avere sempre bene in mente alcune semplici regole per non trovarsi con il portafogli vuoto e per comprare qualcosa di interessante spuntando un buon prezzo. Ne abbiamo selezionate 10: ecco quali sono.

1. Parti dall’individuare oggetti dal costo ridotto, al fine di acclimatarti per iniziare a cimentarti nell’arte della contrattazione.

2. Contratta, perché ogni prezzo è negoziabile. Accettare la prima cifra indicata è un errore da novellini. Qualora si intenda acquistare un solo prodotto, la cosa non influirà di certo sul budget per la vacanza. Differente il discorso qualora si intenda portare a casa un certo quantitativo di souvenir.

3. Non comprare nulla con un prezzo superiore al 70% di quello inizialmente indicato.

4. Esplora il mercato con calma: molto spesso l’acquisto dei souvenir è qualcosa che viene relegato alla fase finale della vacanza, magari all’ultimo giorno. Un rapido giro per la via dei negozi e il gioco è fatto. In un tipico suq però è bene prendersi il proprio tempo, godendo dell’atmosfera e non lasciandosi sfuggire nulla. Non è detto che si debba comprare qualsiasi cosa ci interessi ma è bene scoprire oggetti interessanti, nuovi ai nostri occhi, ponendo domande ai mercanti.

5. Non mettere in campo troppe emozioni: i mercanti sono particolarmente bravi a giocare con le emozioni dei clienti. Contrattare potrebbe scatenare delle vere e proprie pièce teatrali. Non abboccate e andate spediti per la vostra strada.

6. Mantieni la calma, come nel poker: acquistare in un suq vuol dire sedersi a un tavolo con degli agguerriti giocatori di Texas hold ’em. Sarà necessario mantenere la calma e, una volta rifiutato un prezzo, la cosa fondamentale sarà tener salda la propria poker face. Impassibili e certi della scelta fatta. Soltanto in questo modo si porterà a casa un buon affare.

7. Acquista più oggetti: per facilitare la contrattazione si potrà inoltre acquistare più oggetti. Ciò consentirà di richiedere un prezzo di gruppo, accumulando sconti. A spingere in tale direzione potrebbe essere però lo stesso venditore, pronto ad abbassare il prezzo di un oggetto, tentando allo stesso tempo di inserirne altri nel mix.

8. Fai attenzione al cartellino dei prodotti indicati nella contrattazione. Potrebbe essere un modo del mercante di recuperare il denaro che state tentando di risparmiare.

9. Allontanati se non sei soddisfatto del prezzo. Se l’affare non sembra essere fattibile, ecco la cosa più difficile ma necessaria: andare via. Allontanarsi salverà il vostro portafogli e mostra la propria serietà. Tutto ciò potrebbe tornare utile nei giorni successivi, quando magari ci si ritroverà a passare da quello stesso mercante, provando a capire se abbia cambiato idea o meno.

10. Torna due giorni dopo: la contrattazione può durare giorni. È un gioco delle parti e andar via può lasciare il tempo necessario al mercante per decidere sul da farsi. Meglio tornare due giorni dopo una lunga contrattazione, riproponendo il proprio prezzo. A quel punto il venditore potrebbe accettare, pur di completare la trattativa.

Visitare i Suq in Marocco: come comportarsi per fare ottimi affari
Fonte: iStock
Suq tipico del Marocco