Il piccolo villaggio indonesiano in cui per farsi accettare bisogna saper ballare

Non tutti sono in grado di ballare e in alcuni luoghi questa è una 'grave colpa'. Concetto reso chiaro a Bancea, dove per farsi accettare occorre danzare

Danzare a Bancea è una questione terribilmente seria. Lo si fa per conoscersi e farsi accettare, che si sia locali o turisti a caccia di nuove emozioni.

Ballare è tendenzialmente qualcosa di innato. Si percepisce una vera e propria propensione verso questo universo affascinante, per poi subire gli influssi di un’urgenza irrefrenabile. Chi sa ballare, e sa farlo da sempre, non può restare troppo a lungo senza farlo, anche soltanto in camera sua.

Bancea - Indonesia

Fonte Foto: Instagram

C’è poi chi, con caparbietà e tenacia, si allena costantemente, raggiungendo ottimi risultati, e chi invece, al liceo come nel resto della propria vita, preferisce restarsene seduto in poltrona a sorseggiare qualcosa, guardando gli altri dimenarsi.

Attenti però a mettere piede in una certa zona dell’Indonesia senza saper sfoggiare neanche un passo base. Potreste ritrovarvi rapidamente additati dalla gente del posto. Nello specifico si fa riferimento a Bancea, piccolo villaggio a ovest del lago Poso, il terzo più grande di tutta l’Indonesia, nella zona centrale della regione Sulawesi.

Bancea - Indonesia

Fonte Foto: Instagram

La popolazione locale, Dero, pretende che i membri del villaggio e i visitatori ballino per farsi accettare. Il villaggio è decisamente aperto agli stranieri, come dimostra la acara. Si tratta di un ballo di gruppo, svolto in comunione, mano nella mano. In questo modo tutti hanno modo di conoscersi, rafforzando i rapporti nel villaggio. Allo stesso tempo di tratta di una situazione nella quale tutti i visitatori possono di fatto presentarsi, mostrando le proprie abilità.

Gli eventi occorsi tra il 1998 e il 2001, con violenti e sanguinosi scontri tra cattolici e musulmani, hanno allontanato i turisti da questa regione. Il risultato è che Bancea è ben poco nota tra i viaggiatori, pur rappresentando una vera perla indonesiana. Tante piccole case riunite e qualche candida cappella, in un clima di totale ospitalità e apertura. A patto di saper danzare.

Gli scontri sono ormai acqua passata. Dopo quei pochi anni di terrore, sono proseguiti in maniera sporadica fino al 2012. Da sei anni dunque la regione è del tutto sicura, ma una pessima reputazione è di certo qualcosa che difficilmente si riesce a scrollarsi di dosso.

Isole Togian - Indonesia

Fonte Foto: iStock

Riusciti a ignorare la storia recente del luogo, ci si ritroverà però in un pezzo di terra fantastico, tra il golfo di Tomini e la foresta pluviale delle isole Togian. Un paradiso tutto da scoprire, tenendo il tempo col resto del villaggio.

Il piccolo villaggio indonesiano in cui per farsi accettare bisogna sa...