Napoli, alla scoperta della Reggia di Capodimonte

Immersa in un paesaggio lussureggiante, la splendida Reggia di Capodimonte è uno dei gioielli più preziosi di Napoli

La città di Napoli custodisce un incantevole palazzo reale, incorniciato da un ampio parco rigoglioso: stiamo parlando della Reggia di Capodimonte, che nei secoli ospitò tantissimi membri dell’alta nobiltà italiana, fin quando non venne trasformata in una pregevole raccolta di opere d’arte.

La Reggia di Capodimonte venne edificata a partire dal 1738 per volere di Carlo di Borbone, ai tempi asceso al trono del Regno di Napoli, con l’intenzione di accogliere la prestigiosa collezione Farnese. Per questo suggestivo palazzo venne scelta un’ampia area boschiva sulla cima della collina di Capodimonte, dalla quale si gode la vista di un panorama mozzafiato: lo sguardo si stende sino al Vesuvio e al bellissimo paesaggio di Posillipo.

Il meraviglioso edificio, che incorpora i dettami dello stile barocco e neoclassico, si estende su due livelli. Al primo piano si trovano gli appartamenti reali, che nel corso dei secoli videro passare figure di spicco come l’intera famiglia dei Borbone, alcuni membri dei Bonaparte, dei Murat e dei Savoia. Qui si svolsero numerose feste di gran rilievo, battute di caccia organizzate per le famiglie reali d’Europa e ricevimenti in onore di personaggi importanti, come ad esempio Alexandre Dumas. Il piano superiore venne invece riservato agli alloggi della servitù e alle stanze di servizio.

A partire dal 1957, la reggia ospita il Museo nazionale di Capodimonte: al suo interno vi trovano spazio la collezione Farnese e la Galleria Napoletana, ma anche importanti opere d’arte contemporanea – come il Vesuvius di Andy Warhol – e splendide porcellane d’appartenenza borbonica. Ad eccezione di alcune sale del primo piano, dove sono ancora conservati gli arredi originali degli appartamenti reali, il resto dell’edificio è attualmente adibito ad esposizione museale, mentre il piano terra accoglie i visitatori ed è riservato ad alcuni servizi come la biglietteria, l’auditorium e la caffetteria.

Se l’interno della Reggia di Capodimonte è un vero gioiello, fuori potrete ammirare il suggestivo parco pubblico che la circonda. Il Real Bosco nacque come riserva di caccia, e oggi ospita oltre 400 specie vegetali in una location unica, affacciata sull’intera città e sul Golfo di Napoli. Lungo i suoi viali, il bosco accoglie molte splendide architetture storiche: fontane e statue, chiese e laboratori, ma anche l’antica fabbrica della porcellana di Capodimonte.

Uno dei panorami più belli è senza dubbio quello offerto dal giardino paesaggistico, che si snoda intorno alla reggia con alte palme delle Canarie e una maestosa fontana con delfini in marmo bianco. Solo una volta superate le porte d’accesso al parco vero e proprio potrete immergervi nel silenzio della natura, dove trovano luogo imponenti alberi secolari. Cinque lunghi viali si dipanano da un piazzale a forma ellittica, e ciascuno di essi si addentra nel folto del bosco, portandovi alla scoperta di alcune delle sue incantevoli meraviglie.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Napoli, alla scoperta della Reggia di Capodimonte