Le terme migliori da raggiungere in camper

Sono molti i viaggiatori alla ricerca di località termali da raggiungere in camper. Scopri le attrazioni più gettonate e comode da visitare

Il camper è davvero uno dei mezzi di trasporto ideali per scoprire l’Italia. La nostra rete stradale permette davvero di raggiungere migliaia di luoghi di interesse. Tra questi sono sempre più numerose le località termali che si trovano nei pressi di campeggi, villaggi e aree-parcheggio attrezzate per la sosta dei camper, sia a pagamento che gratuite. Se oltre a possedere un camper siete amanti del relax e del benessere che soltanto le terme possono regalare, in questo articolo scopriremo quali sono i migliori stabilimenti termali da vivere on the road a bordo del vostro camper.

Terme di Pré-Saint-Didier: le terme con vista sul monte Bianco

Le terme di Pré-Saint-Didier in Valle d’Aosta rappresentano forse il più innovativo e lussuoso centro termale dItalia. Poste ai piedi del monte Bianco a oltre 1.000 m di altitudine, le terme di Pré-Saint-Didier sfruttano alcune sorgenti termali, già note in epoca romana, le cui acque sgorgano a una temperatura di circa 36°C e sono molto ricche di ferro. Per questo sono particolarmente adatte nel contrastare problemi cutanei, reumatoidi, circolatori e muscolari.

Tra idromassaggi, bagni di vapore, stanze e docce sensoriali, un’area fanghi, biosaune, cascate d’acqua termale, vasche con musica subacquea e salette relax dalle quali godere del panorama mozzafiato che si apre sul monte Bianco, lo storico edificio di Pré-Saint-Didier vi saprà regalare momenti davvero unici e indimenticabili. Si tratta di una località ideale per gli amanti delle terme e dei viaggi in camper: per godere dei percorsi SPA e benessere delle terme di Pré-Saint-Didier basta posteggiare la propria vettura in un posteggio gratuito a soli 600 m. dall’ingresso delle terme.

Acqui Terme: un connubio perfetto tra storia e relax

L’antica tradizione termale di Acqui Terme oggi è portata avanti dal centro del Grand Hotel Nuove Terme, in pieno centro storico, dalla SPA Lago delle Sorgenti e dallo stabilimento per le cure termali Regina, situati nel quartiere Bagni al di là del fiume Bormida. A circa 300 m dal Regina l’area sosta camper completamente gratuita messa a disposizione del comune. Le millenarie capacità curative delle sorgenti termali di Acqui permettono a queste strutture di offrire qualsiasi genere di percorso olistici, saune, bagni turchi, private SPA, massaggi e trattamenti personalizzati, nonché le tradizionali cure termali convenzionate con SSN, INAIL e INPS, tra cui la famosa fangobalneoterapia, ma anche cure inalatorie, trattamenti vascolari, riabilitativi e cure ginecologiche. Prima di ripartire per la vostra vacanza on the road all’insegna del benessere non mancate di farvi un tuffo nella piscina monumentale che si trova proprio di fronte all’area di sosta.

Il palazzo delle Acque di Arta Terme

Adagiate sulle rive del fiume But, in provincia di Udine, il complesso termale di Arta è un vero e proprio angolo di paradiso immerso nel verde delle alpi Carniche. La calma e la piacevolezza avvolgente del paesaggio invitano a intraprendere il percorso di vero benessere donato dalle acque termali della fonte Pudia, che sgorga a circa 9°C, particolarmente indicate nella cura dell’intestino e della pelle. Il palazzo delle Acque di Arte Terme propone infatti due percorsi differenti e un innovativo Beauty Center.

Un percorso curativo che comprende cure inalatorie, idropiniche, fangoterapia, fangobalneoterapia e fisioterapia, tutte convenzionate con il Sistema Sanitario Personale e durante le quali sarete costantemente seguiti da personale qualificato. Il percorso SPA è invece dotato di saune, bagno turco, bagno thalasso, Kneipp, docce emozionali e idromassaggi, mentre Il centro estetico mette a disposizione un’ampia scelta di massaggi e trattamenti anti-age per viso e corpo. L’area di sosta camper comunale si trova a soli 400 m. dall’ingresso.

La villa dei Cedri a Colà di Lazise

A Colà di Lazise, sul lago di Garda, si trova l’elegante ed esclusiva villa dei Cedri, che custodisce all’interno del suo parco di alberi secolari ed edifici storici, un affasciante parco termale. Fiore all’occhiello della struttura sono i due laghetti, un tempo ornamentali, dove sgorgano le acque della fonte termale che scorre al di sotto della villa, a una temperatura di 37°C e ideali per contrastare reumatismi, problemi alle ossa e alla pelle. L’estrema piacevolezza e l’incantevole scenario nel quale è inserita la Villa dei Cedri la rende un luogo ideale anche per recuperi post-traumatici, post-operatori o per periodi di convalescenza dopo gravi malattie. L’area sosta camper più vicina è quella comunale, messa a disposizione per il parco termale del Garda, e si trova a circa 15 minuti a piedi da Villa dei Cedri.

Levico e Vetriolo: le terme più alte dEuropa

La sorgenti dell’acqua Forte e dell’acqua Debole delle terme di Levico, in Trentino Alto-Adige, sono note sin dall’antichità per le sue acque termali altamente solforose, arsenicate e ferruginose, ideali per contrastare reumatismi, artrosi, contratture muscolari, problemi respiratori e malattie della pelle come psoriasi e dermatite atopica. L’acqua Forte sgorga a 1.600 m. di quota sulle pendici del massiccio montuoso del Lagorai. Ha un pH molto acido, con una leggerissima concentrazione di arsenico e assume una tipica colorazione rossastra a causa di un’elevata concentrazione di ferro.

Levico Terme è una splendida e pittoresca cittadina liberty con un moderno centro termale, situato in pieno centro storico, che offre percorsi benessere e percorsi curativi convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale. Per raggiungere Vetriolo Terme, invece, considerato il centro termale più alto d’Europa, bisogna arrivare in prossimità della fonte, a 1.500 m. di altezza. Per posteggiare il camper occorre usufruire dell’area attrezzata messa a disposizione del Camping situato davanti al lago di Levico, a circa 20 minuti a piedi dalle terme di Levico e Vetriolo.

I Bagni Nuovi di Bormio: il non plus ultra del relax termale

L’affascinante ed esclusiva struttura dei Bagni Nuovi, in alta Valtellina, sono stati inaugurati intorno al 1830 come proposta alternativa e nuova, come suggerisce il nome, ai secolari Bagni Vecchi di Bormio. Quattro settori differenti, due esterni e due interni, dedicati al relax, al benessere, alla completa rigenerazione psico-fisica, inseriti nell’incantevole scenario del parco termale dei Bagni di Bormio. All’esterno si possono percorrere gli splendidi giardini di Venere, un percorso totalmente rigenerante che comprende le vasche di Saturno, la vasca delle Naiadi e la suggestiva Baita di Lucina: una sauna risalente ai primi dell’Ottocento completamente rivestita internamente di cirmolo, il legno di pino cembro, tra le esperienze top da fare presso i Bagni Nuovi di Bormio.

La magia prosegue all’interno con i bagni di Ercole e i bagni di Giove. Il Giardino di Dafne è invece un’elegante area relax arredata come una veranda ottocentesca, mentre il Salotto di Narciso vi invita a intraprendere un profondo viaggio sensoriale, così come il moderno e affascinante Olfattorio rappresenta un fantastico viaggio nel mondo delle essenze e nei profumi della natura. I parcheggi circostanti i Bagni Nuovi di Bormio permettono la sosta anche ai camper. Si ricorda però che l’area sosta attrezzata più vicina si trova a Bormio, davanti agli impianti di risalita, e dunque a circa 3,5 km dalla struttura termale. Come alternativa potete prendere in considerazione l’ipotesi di passare la vostra giornata nella struttura cittadina delle Terme di Bormio, a circa 14 minuti a piedi dall’area sosta, meno esclusiva ma ugualmente rigenerante.

Salsomaggiore: la storia delle terme e di Miss Italia

In Emilia Romagna si trovano uno dei centri termali più famosi d’Europa, al pari di Vichy, Baden Baden e Montecatini Terme. Sono ovviamente le storiche terme di Salsomaggiore, celebri da un lato per le loro acque termali salso-bromoiodiche, ideali per alleviare problemi gastroenterici, dall’altro per aver ospitato ben 41 edizioni consecutive del concorso Miss Italia. L’area sosta camper comunale di Salsomaggiore si trova lungo i binari della stazione ferroviaria cittadina, a circa 700 m. a piedi dalle storiche Terme Baistrocchi e a circa 1 km dal Grand Hotel Salsomaggiore. Entrambe le strutture propongono le tradizionali cure termali (SSN) inalatorie e di fangobalneoterapia e innovativi percorsi SPA rigeneranti, con un’ampia scelta di massaggi, trattamenti e infine di vasche termali, Kneipp, saune, bagno turco, docce sensoriali e aree relax.

Le terme Francescane di Spello

A San Felice Terme, in Umbria, l’incantevole complesso delle terme Francescane di Spello ancora oggi ingloba alcune delle antiche strutture termali romane, che già allora sfruttavano le capacità terapeutiche delle acque sulfuree della fonte di San Felice, che sgorgano a circa 13°C  e sono ancora oggi particolarmente indicate per curare ossa, muscoli, circolazione e polmoni. Se utilizzata come bibita termale, l’acqua termale di Spello è ottima anche per fegato e per la digestione. Il cuore delle terme Francescane di Spello risiede nelle tre ampie vasche termali che ricordano da vicino quelle romane, affiancate da un avanzato centro di fisioterapia e riabilitazione gestito da personale altamente specializzato e infine una moderna area SPA dotata di bagno turco, docce sensoriali, sauna, idrobike, Kneipp e idrotapiroulant. Il complesso termale dista 6 km circa dal centro storico di Spello ed è dotato di un ampio parcheggio.

Le terme dei Papi di Viterbo

Il centro termale più famoso di Viterbo e di tutto il Lazio sfruttano la secolare sorgente del Bullicame, che secondo una tradizionale leggenda fu creata da Ercole. Un esclusivo hotel dotato di SPA accoglieranno i visitatori per un viaggio alla ricerca del benessere e del relax, che qui trova compimento immergendosi nell’immensa piscina monumentale e nella grotta naturale dove si trova la fonte stessa, tra cascate di acque e vapori termali, un bagno turco unico al mondo. Alle terme dei Papi di Viterbo si possono effettuare anche i tradizionali trattamenti terapeutici, convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale, comprensivi di cure inalatorie, per vasculopatie, fangoterapia e irrigazioni vaginali. Anche il complesso termale dei Papi di Viterbo è dotato di un ampio parcheggio.

Le Stufe di Nerone: le terme di Bacoli

Le terme di Bacoli, chiamate anche Stufe di Nerone o terme Puteolane, data la loro vicinanza a Pozzuoli, sono forse il centro termale più famoso della Campania, caratterizzate proprio dalle acque ipertermali (74°C) che producono le tipiche profusioni di vapori solforosi nella zona dei Campi Flegrei, famose già a partire dai Romani. Le eccezionali proprietà terapeutiche di queste acque, sgorganti da diverse sorgenti termali, sono indicate per la cura di tutte le forme di artrosi, reumatismi, malattie delle vie respiratorie, stomatiti, vaginiti, acne giovanile. La struttura termale permette di effettuare le tradizionali cure termali convenzionate SSN e di godere di un’affascinante area SPA, tra grotte, piscine e saune naturali tra le più belle nel cuore della Campania. Nelle immediate vicinanze delle Stufe di Nerone si trova un’ampia area sosta per i camper.

Migliori terme in camper

Le terme di Pré-Saint-Didier @Shutterstock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le terme migliori da raggiungere in camper