Cosa vedere a Port Louis, perla misteriosa nell’Oceano Indiano

Viaggio nella capitale di Mauritius, Port Louis, il simbolo dell’incredibile crocevia culturale, linguistico e commerciale dell’isola.

L’incantevole città di Port Louis è la capitale di Mauritius, una nazione insulare che si trova nell’Oceano Indiano, a circa cinquecento chilometri a oriente rispetto al Madagascar. Il territorio della Repubblica di Mauritius fa parte delle isole Mascarene ed è considerato geograficamente parte del continente africano. Port Louis rappresenta il principale porto del Paese e ricopre un importantissimo ruolo commerciale, al punto da essere divenuto, nel corso dei decenni, il secondo centro finanziario dell’Africa dopo Johannesburg.

Attualmente la città d Port Louis ha una popolazione di quasi centocinquantamila abitanti e la composizione etnico-linguistica dell’area è davvero composita e affascinante. La città fu fondata nel 1753 da Mahé de La Bourdonnais, un importante personaggio storico appartenuto all’impero francese, il quale tramutò il precedentemente modesto insediamento di mare in una florida e affascinante città dotata di un porto assai trafficato e fruttuoso.

Dalla sua fondazione la città ha conosciuto un’incredibile sequela di tragedie naturali, malattie e cicloni, dalle quali tuttavia Port Louis è sempre risorta al pari di una fenice! La cittadina, protetta da una catena montuosa che è divenuta una meta per tutti gli appassionati di trekking, e dalla quale è possibile avere una incredibile visione panoramica della città e del mare. Ecco qualche suggerimento su cosa vedere nella capitale di Mauritius.

La città di Port Louis presenta numerosi edifici storici risalenti all’epoca coloniale, la più importante dei quali è certamente la fortificazione di Fort Adelaide, popolarmente conosciuta con il nome de La Citadelle, la quale fu edificata nel 1835 per volontà dell’impero britannico. Fort Adelaide, unica fortezza sopravvissuta tra le innumerevoli fortificazioni costruite dagli inglesi nel diciannovesimo secolo, è caratterizzata da uno stile architettonico di ispirazione araba e dalla sua altezza è possibile osservare praticamente tutta la città. A partire dagli anni novanta però il centro cittadino di Port Louis è andato popolandosi di innumerevoli grattacieli, tra i quali svetta quello che ospita la sede della Bank of Mauritius.

Port Louis è caratterizzata anche da alcuni interessanti edifici religiosi, attraverso i quali è possibile apprezzare la grande diversità culturale di Mauritius. Il primo monumento che vi consigliamo di visitare è la Jummah Mosque, la moschea più importante della Repubblica di Mauritius: edificata nel diciannovesimo secolo, la quieta e affascinante moschea è caratterizzata da uno stile architettonico eclettico, il quale presenta influenze arabe, creole e indiane.

Il secondo edificio religioso che vi suggeriamo di visitare è la Cathédrale Saint-Louis, un’importantissima cattedrale cattolica realizzata nel diciottesimo secolo: la chiesa è riuscita a sopravvivere a una serie di terribili cicloni che hanno costretto gli architetti a ridisegnarla e risistemarla innumerevoli volte.

Altro luogo di un certo interesse storico sono le celebri caserme della polizia, note con l’appellativo de Les Casermes, mentre Le Caudan Waterfront, l’area che costeggia il lungomare di Port Louis, è invece perfetta per lunghe passeggiate in totale relax: puntellata di ristoranti, locali, hotel, cinema e casinò, quest’area è il luogo ideale per cercare un po’ di svago e di divertimento! La capitale di Mauritius ospita inoltre il celebre ippodromo di Champ de Mars, realizzato agli inizi del diciannovesimo secolo, il quale è considerato il più antico ippodromo dell’Oceano Indiano.

Vi consigliamo di fare un salto al bellissimo bazar di Port Louis, affollato, caotico e caratterizzato da un’incredibile varietà orto- frutticola. L’ampio mercato è anche rinomato per la sua vasta proposta di spezie e di infinite tipologie di the. Proprio in questo splendido bazar potrete ammirare e sperimentare con i vostri sensi l’incredibile crocevia culturale rappresentato dall’isola di Mauritius, teatro di scambi commerciali, economici, linguistici e culturali.

La notevole varietà etnico- culturale della città e più in generale di Mauritius si riflette anche nell’area della città che ospita il quartiere cinese, noto come China Town, il quale brulica di ristoranti, botteghe ed empori. La città ospita anche un interessante cimitero cinese.

Port Louis ospita inoltre alcuni interessanti complessi museali, presso i quali vi consigliamo di trascorrere un paio di pomeriggi. Vi sono due interessanti e curiosi musei dedicati ai celebri francobolli di Mauritius, il Mauritius Stamp Museum e il Blue Penny Museum.

Il terzo museo che vi suggeriamo di visitare è il Mauritius Institute, il quale ha come obiettivo quello di studiare e mettere in mostra esempi delle ricchissime flora e fauna dell’isola. L’ultimo interessantissimo museo che vi segnaliamo è invece il museo di storia naturale, nel quale è possibile osservare la riproduzione di un dodo, una specie di volatile tristemente estinta nel seicento.

Cosa vedere a Port Louis, perla misteriosa nell’Oceano Indiano