Cosa vedere ad Augusta: una città rinascimentale in Germania

Viaggio ad Augusta, o Augsburg, una delle maggiori della città della Germania, fondata da dall'imperatore Cesare Ottaviano Augusto nel 15 a.C.

Augusta, o Augsburg, è uno splendido centro urbano dall’aspetto rinascimentale della regione tedesca della Baviera e ha la curiosa caratteristica di contendersi con almeno altre 5 località della Germania il primato di più antica città dello Stato. Infatti il passato di Augusta affonda le sue origini nella prima colonizzazione romana del territorio dei misteriosi germani, una delle bellicose tribù di popolazioni che vivevano oltre il fiume Reno, e la data ufficiale della sua fondazione è fatta risalire dai più al 15 a.C.: quando l’imperatore Augusto fece costruire i primi accampamenti militari a difesa del confine.

Da quella data in poi la storia di Augusta è segnata da una continua crescita e sviluppo, che la portò ad essere uno dei centri più importanti della Baviera durante il Medioevo, con una sede vescovile di grande prestigio, e una rigogliosa città rinascimentale dove nel 1555 venne stipulata la pace di Augusta, che stabilì la situazione politica-religiosa in tutta la Germania dopo la Riforma Protestante. Durante il Novecento Augusta subì gli effetti distruttivi della seconda guerra mondiale, quando il suo centro storico venne quasi raso al suolo dai bombardamenti.

Oggi Augusta è una delle località turistiche più vivaci e interessanti della Baviera, ricca di storia, arte, musei e istituzioni culturali di grande prestigio. In questa guida scopriremo le mete da non perdere e le attrazioni più importanti di Augusta in Germania, la città rinascimentale della Baviera.

La prima tappa per una visita nel centro storico di Augusta non possono che essere la sua piazza principale, la Rathausplatz, dove si può ammirare lo splendido edificio del municipio, realizzato nel 1616 come esempio della ricchezza e l’eleganza della città, e la slanciata Torre Perlach, dalla cui sommità si può ammirare l’intera città da una piattaforma panoramica spettacolare.

Al centro della grande piazza godetevi il capolavoro del cosiddetto “stile augustano” che segnò la storia artistica della città durante il rinascimento, la Fontana di Augusto, sulla cui cima si trova la grande statua dell’Imperatore romano che ha dato il nome alla città. Poco oltre si apre la splendida Maximilian Strasse, la strada più elegante che attraversa il centro storico, e ospita i negozi più alla moda e i palazzi più raffinati della città. Vi segnaliamo in particolare Palazzo Schaezler, dove, tra i grandi saloni decorati in stile rococò, venne ospitata la regina di Francia Maria Antonietta, e la Zeughaus.

Per scoprire la storia di una delle famiglie più importanti e influenti del passato della città, i potentissimi Fugger, si può visitare il Fuggerei, il quartiere realizzato come un vero e proprio antesignano delle case popolari dalla famiglia di banchieri, nel 1521, per dare un’abitazione ai poveri. Questo suggestivo gruppo di edifici in splendido stile bavarese è ancora oggi gestito dai discendenti della famiglia Fugger; è importante sapere che il canone d’affitto della Fuggerei era (ed è ancora) un fiorino renano all’anno (equivalente a 0,88 euro) e tre preghiere al giorno per il fondatore della famiglia Fugger.

Spostandosi invece nella zona a nord della città si può visitare uno degli edifici religiosi simbolo di Augusta, la maestosa basilika Sankt Ulrich und Afra, la basilica dei Santi Ulrico e Afra, ricostruita in spettacolare stile gotico sul luogo dove morì e fu sepolta la santa martire Afra, uccisa nel 304. Questa chiesa rappresenta uno degli esempi più sfavillanti raggiunti dall’architettura rinascimentale bavarese; se all’esterno le alte guglie e il campanile sprigionano maestà, l’interno è veramente di una bellezza impressionante, con gli incredibili altari realizzati dal maestro intagliatore Johannes Degler all’inizio del Seicento che fanno da primo piano rispetto alla slanciata eleganza delle volte decorate delle navate.

Se la basilica è uno dei massimi esempi della chiesa della controriforma, il museo dedicato a Martin Lutero è il modo per conoscere a fondo la storia e gli esiti della Riforma Protestante in Germania, che proprio ad Augusta vide dapprima il rifiuto di Lutero di rinnegare le sue 95 tesi e successivamente la conclusione della prima fase di conflitto. Il Lutherstiege conserva infatti una ricchissima collezione di oggetti, libri antichi, documenti e opere d’arte che permettono di seguire l’intero svolgersi della Riforma Protestante attraverso le testimonianze dell’epoca.

Per gli appassionati di musica classica una meta da non perdere ad Augusta è la Mozarthaus, la casa natale del padre di Wolfgang Amadeus Mozart, Leopold, che nacque proprio in questa città nel 1719. Nella casa museo è possibile visitare una ricca mostra che oltre ripercorrere la storia della famiglia Mozart, espone moltissime testimonianze, oggetti e documenti che permettono di conoscere da più vicino la vita quotidiana di uno dei più grandi musicisti della storia.

Oltre a queste importanti testimonianze storiche, Augusta ospita anche alcune collezioni d’arte di primarie importanza per tutta la Germania, come il Museo d’arte romana, che conserva le più antiche tracce archeologiche della fondazione da parte dei romani della città, e la splendida Galleria d’arte barocca tedesca con le sue magnifiche collezioni di dipinti tra cui svettano le opere di Hans Holbein il vecchio, Lucas Cranach, Albrecht Durer e Hans Burgkmair, i maestri dell’arte tedesca tra Cinquecento e Seicento.

Per scoprire, invece, lo spirito della città si può fare un salto al Maximilian Museum, ospitato in un grande ed elegante palazzo del 1545, che custodisce le collezioni storiche della città, ripercorrendo quasi 10 secoli di arte e artigianato e mostrando i capolavori realizzati dai mastri orafi di Augusta tra la fine del medioevo e il primo Rinascimento.

Cosa vedere ad Augusta: una città rinascimentale in Germania