Cosa fare a Faial, perla delle Azzorre sempre più amata dai turisti

La più amata delle isole Azzorre offre una natura incontaminata e colori incredibili: ecco cosa vedere sul suo territorio

Il poeta Raul Brandão la soprannominò “Ilha Azul”, l’isola azzurra, a causa delle tante ortensie presenti sul suo territorio: è Faial, isola delle Azzorre che – di anno in anno – vede aumentare la presenza di turisti.

Con una superficie di 173 chilometri quadrati, e una popolazione di circa 15.000 persone, Faial ha il punto più elevato a 1043 metri: è il Cabeço Gordo, vulcano dall’ampia e profonda caldera. Del resto, si tratta di un’isola d’origine vulcanica che – insieme a São Jorge e Pico (da cui la separa solo un canale largo 8 chilometri) – forma le “isole del triangolo“.

Ma cosa si può fare, a Faial? Soprattutto rilassarsi, godendosi il suo mare e la sua natura incontaminata. Ci sono però punti che non si possono non vedere, a cominciare dalla Marina di Horta, coi coloratissimi disegni che i marinai un tempo realizzavano a mano, come simbolo di buon auspicio. A rendere famosa Faial sono infatti proprio i suoi murales: non solo le iscrizioni antiche, ma anche quei dipinti cominciati su iniziativa di un equipaggio di una barca a vela attraccata al porto di Horta. C’è persino una leggenda, che circola: l’imbarcazione che non lascia un ricordo, si dice vada incontro a cattiva sorte.

Faial, il porto di Horta

Per godersi il panorama più bello si sale sull’antico vulcano del Monte Guia, oppure si raggiunge il promontorio di Ponta da Espalamaca, affacciato sul porto. Percorrendo una strada circondata dalle ortensie, invece, si arriva alla Caldeira, cratere vulcanico dal diametro di due chilometri sito nel cuore di Faial: ci si può fermare lungo uno dei tanti punti panoramici che permettono di ammirarla, oppure organizzare un’escursione compiendo un percorso di 8 chilometri attorno la sua circonferenza.

Faial, la Caldeira

Ovviamente, poi, ci sono le spiagge. Coi loro ciottoli o con la sebbia nera vulcanica, sono il luogo ideale per rilassarsi davanti al mare. Le più belle? Praia do Almoxarife, Playa Norte, Playa Varadouro, Playa Alagoa e Playa Porto Pim. Ed è proprio a Porto Pim, che è possibile visitare la Stazione delle Balene, una vecchia fabbrica in cui venivano lavorate le loro carni. Oggi che le balene non vengono più cacciate, da Faial partono numerose imbarcazioni per il whale watching.

Come si arriva a Faial

Il mezzo migliore per raggiungere Faial è l’aereo, atterrando all’aeroporto di Horta, dove operano le compagnie Azores Airlines e SATA Air Açores: la prima collega l’isola a Lisbona, la seconda con le altre isole Azzorre. In alternativa si può scegliere la barca, se si proviene da una delle altre isolette.

Cosa fare a Faial, perla delle Azzorre sempre più amata dai turi...