Castione della Presolana, il borgo tranquillo e immerso nel verde

Un piccolo borgo che è in grado di offrire bellezze e divertimenti per i visitatori di tutte le età: benvenuti a Castione della Presolana

Foto di Serena Proietti Colonna

Serena Proietti Colonna

Travel blogger

PhD in Psicologia Cognitiva, Travel Blogger, Coordinatrice di Viaggio e Redattrice Web di turismo, una vita fatta di viaggi, scrittura e persone

Da poco premiato con la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, Castione della Presolana è un borgo tranquillo e immerso nel verde che fa parte della provincia di Bergamo. Un piccolo paese che però è in grado di accontentare qualsiasi visitatore: è adatto agli sportivi sportivi, ma anche a giovani e famiglie con bambini poiché custodisce un patrimonio naturalistico e paesaggistico davvero eccezionale.

Cosa vedere a Castione della Presolana

C’è da fare subito una premessa: Castione della Presolana è uno dei centri storicamente più legati al turismo in Val Seriana, una delle principali e più grandi valli del bergamasco.

La prima cosa da fare, ovviamente, è concedersi una piacevole passeggiate tra le graziose vie del suo centro storico in cui poter ammirare alcune ville antiche che sono testimoni della presenza di rinomati architetti che erano stati incaricati di dare luce a case vacanza per politici e senatori già nel lontano 1800.

Un borgo davvero eccezionale in quanto è in grado di far divertire grazie al suo centro animato impreziosito da numerosi negozi, e poi rilassarsi nel silenzio dei suoi parchi.

Tra le attrazioni da non perdere c’è il Palazzo del Comune che vanta un imponente e irresistibili porticato e, subito accanto, la Chiesa di San Rocco dove sono conservati alcuni frammenti di affreschi che, in epoca antica, la decoravano.

Castione della Presolana bergamo
Fonte: Getty Images - Ph: REDA&CO
Veduta di Castione della Presolana

Molto bella è la Chiesa di Sant’Alessandro Martire che sfoggia un’imponente torre campanaria alta circa 58 metri. Al suo interno è possibile ammirare un pregevole dipinto raffigurante Sant’Alessandro attribuito al pittore Pietro Vecchia. A non passare inosservato è anche l’altare maggiore che si presenta ricco di sculture e tarsie marmoree, come altrettanto interessante è il grandioso apparato per organo e cantoria di Grazioso Fantoni.

Al di fuori del centro storico, e più precisamente nella frazione di Rusio, sorge la Chiesetta di San Peder da dove si può scorgere gran parte della maestosità delle Orobie. Edificata durante il XI secolo, al suo interno conserva gelosamente pitture murali e dipinti risalenti al ‘400 e al ‘500.

Sempre da queste parti, vale la pena fare un salto anche alla Chiesa di San Giacomo a Rusio che ha una facciata molto semplice e liscia ma che riesce, piano piano, a svelarsi in tutta la sua particolare bellezza.

Poi ancora il Museo del Mulino che è inserito in una struttura di origine cinquecentesca. Oltre agli importanti reperti storici, a colpire il visitatore è anche il contesto ambientale in cui si trova: curatissimi prati scoscesi e verdissimi che dalle rupi sovrastanti degradano verso il ruscello.

museo mulino Castione della Presolana
Fonte: Getty Images - Ph: REDA&CO
Il suggestivo Museo del Mulino

Castione della Presolana, terra di escursioni

Come detto in precedenza, Castione della Presolana è un borgo circondato da un notevole ambiente naturale. E per questo nei suoi dintorni è possibile effettuare alcune magnifiche escursioni più o meno complesse. Molto suggestivo, per esempio, è il passo della Presolana dove ammirare panorami eccezionali come quello visibile dal Salto degli Sposi.

Si tratta di un balcone a strapiombo sulla Val di Scalve da dove si può osservare uno spettacolare paesaggio selvaggio e aspro. Un luogo davvero particolare in cui si è abbracciati dai boschi verdissimi dello Scanapà e il massiccio Dolomitico sulle cui rocce chiare si riflettono i raggi del sole al tramonto.

Il Salto degli Sposi è così chiamato perché da questo dirupo si gettarono nel vuoto due giovani innamorati abbracciati. Stando a quanto si racconta, i loro copri vennero recuperati il giorno seguente ma il motivo per cui sia accaduto è tutt’ora avvolto nel mistero, nonostante le molteplici indagini effettuate.

Le spoglie dei due vennero poi tumulate in un piccolo cimitero dove fino ai recenti restauri si poteva ancora osservare la lapide la cui epigrafe, ormai illeggibile, celebrava il loro amore eterno.

Salto degli Sposi provincia bergamo
Fonte: Wikipedia
Il Salto degli Sposi

Oltre a questo, una delle escursioni più belle da fare in zona è quella che conduce alla Grotta dei Pagani, un’enorme e suggestiva cavità scavata nella roccia che è però raggiungibile con una salita piuttosto faticosa, tanto da essere soprannominata “Il Calvario”.

Poi ancora la splendida Ciclabile della Val Seriana, una delle passeggiate più comode; il percorso chiamato Fontanino della Mamma che consente di fare pic-nic in aree attrezzate, e il Sentiero Rusio-Dernez che è un tragitto affascinante soprattutto per i bambini.

Sciare a Castione della Presolana

Sì, avete letto bene: a Castione della Presolana si può persino sciare. Ci sono ben due comprensori sciistici, Monte Pora e Presolana, che organizzano corsi per principianti bambini e adulti. Ma non solo. Sulle piste, infatti, è anche garantita l’animazione per i più giovani e ampi solarium per il relax dei più adulti.

I comprensori dispongono di oltre 30 chilometri di piste sci, 4 facili, 5 medie e una difficile che sono servite da 5 impianti di risalita, 2 skilift, un tapis roulant e 2 seggiovie. Non mancano nemmeno i sentieri, ottimi da praticare sia con le ciaspole, sia con gli sci alpinismo.

Cosa fare nei dintorni di Castione della Presolana

Trovandovi in Val Seriana sono molte le cose che potrete fare nei dintorni di Castione della Presolana. Il primo consiglio che vi diamo è quello di fare un salto al suggestivo borgo di Gromo per fare una sorta di viaggio nel passato. Inserito tra i “Borghi più belli d’Italia, conserva immutata la struttura tipica dei villaggi di montagna ricchi di vicoli e case in pietra con balconi e loggiati.

Molto interessante anche Clusone che è persino conosciuta come la “città dipinta”: numerosi affreschi impreziosiscono i palazzi e le chiese del borgo.

Gli amanti della storia, invece, non devono perdersi il Parco Paleontologico di Cene situato nell’omonimo comune. Qui, nel 1973, vennero trovati i resti di un rettile volante che rivoluzionò tutte le teorie scientifiche fino ad allora formulate. Prima di questo ritrovamento, infatti, si riteneva che gli pterosauri fossero comparsi solo nel periodo Giurassico, almeno 20 milioni di anni più tardi.

Infine, vi consigliamo di fare un salto al maestoso Santuario di San Patrizio a Colzate che sorge su un suggestivo sperone di roccia. Meraviglioso è il suo esterno, ma altrettanto affascinante è il bellissimo ciclo pittorico conservato tra le sue mura.

Insomma, qualunque stagione è il momento perfetto per visitare Castione della Presolana e i suoi suggestivi dintorni.

Castione della Presolana sci
Fonte: iStock - Ph: Mrkit99
Impianti di Castione della Presolana