Saint-Tropez, qui l’estate è già partita alla grande

Il porto, i vicoli, le spiagge e i locali notturni sono affollati come non mai. Se cercate una vacanza al massimo, questa è la località top

Se Brigitte Bardot ci vive tutto l’anno un motivo ci sarà. Saint-Tropez è una splendida cittadina del Sud della Francia, al confine tra Costa Azzurra e Provenza, famosa per le spiagge di Ramatuelle e per la sua mondanità.

L’estate, qui, è già nel pieno. Se passeggiate in città, lungo il porto per ammirare i magnifici yacht e nei vicoli stretti, vi ritroverete a sgomitare per potervi fare largo tra la folla. St Trop (come la chiamano gli habitué) offre un paesaggio incantevole, con il suo golfo affacciato su un mare cristallino – in certi punti quasi caraibico – alle spalle del quale si estendono morbide colline ricoperte da vigne (per chi ama il genere, si consiglia un tour lungo la Route du vin).

LES PLAGES
Proprio all’ingresso di St Tropez c’è una spiaggia molto comoda da raggiungere a piedi. Ma tutti amano le lunghe spiagge di sabbia fine di Ramatuelle & Pampelonne. Spiagge libere e stabilimenti privati, tra cui i più famosi frequentati da vip del calibro di Paris Hilton, Naomi Campbell e da bellissime donne, come il celebre Club 55, il Nikki Beach e La voile rouge. Non scandalizzatevi se, tra famigliole e celebrity vi imbattete in chi pratica il naturismo: a St Tropez è del tutto normale.

SHOPPING
Siamo in piena stagione di shopping! Certo, nei negozi (più che altro, palazzi) di Louis Vuitton e Chanel di affari non se ne fanno molti, ma nelle botteghe affacciate sul porto e tra i vicoli si trovano capi d’abbigliamento tipici tropezien e oggetti d’arredamento in stile provenzale che si acquistano solo qui. Da non perdere il mercato provenzale che si tiene in Place des Lices due volte la settimana (martedì e sabato).

SERATE MONDANE
Dall’ora dell’aperitivo fino a notte inoltrata la movida non si ferma mai. Ed è per la sua dolce vita che Saint-Tropez è divenuta celebre in tutto il mondo. C’è solo l’imbarazzo della scelta. Si può decidere di restare direttamente in spiaggia, visto che tutti gli stabilimenti servono la cena e, la maggior parte, anche il dopo cena, con gente che balla sui tavoli. Affollatissimo per l’happy hour è il bar dell’Hotel la Maison Blanche. Poi si cena alla Brasserie des Arts, frequentato dal bel mondo, dove si può anche ballare. E, visto che la notte è ancora giovane, si va in una delle tante discoteche (Les caves du roy e Vip Room) o si torna sulla spiaggia.

DOVE DORMIRE
Se non avete limite di budget, a St Tropez gli hotel di lusso non mancano. Tuttavia è possibile risparmiare scegliendo alberghi a due o tre stelle, magari nei paesi limitrofi, come Sainte-Maxime, da cui è possibile raggiungere la cittadina con il traghetto che attraversa il golfo. L’incubo peggiore durante i mesi estivi, infatti, è proprio percorrere la strada lungo il golfo di Saint Tropez che è a una sola corsia per marcia. Per ovviare a questo inconveniente, la maggior parte dei villaggianti noleggia uno scooter per muoversi più velocemente. Fatelo anche voi.

Saint-Tropez, qui l’estate è già partita alla grande