Zante: isola da visitare anche fuori stagione

L'isola di Zante costituisce la meta ideale per ogni stagione

L’isola di Zante, decantata dal Foscolo nella celebre poesia ‘A Zacinto’, famosa per il mare cristallino e le spiagge dalla sabbia bianca, non rappresenta solamente una destinazione estiva, dove trascorrere le vacanze, ma anche una meta per tutto l’anno, in cui rilassarsi e godere delle sue mille sfaccettature.

Il divertimento
Il quartiere adibito al divertimento è Laganas, in cui pullulano locali, ristoranti e discoteche, di cui molti aperti anche nella stagione invernale. La presenza degli inglesi, che hanno stabilito la propria residenza sull’isola, vede la nascita di numerose realtà commerciali, quali pub e birrerie. Il corso principale è contraddistinto inoltre dalla presenza di locali tipicamente greci in cui si suona musica dal vivo e si assaggiano le prelibatezze tradizionali, quali la moussaka o la feta.

Le escursioni
Zante è un’isola contraddistinta da macchia mediterranea che si sviluppa su due livelli, un livello marittimo e uno collinare. Tale varietà di territorio consente, soprattutto nella stagione autunnale ed invernale, di effettuare lunghe passeggiate o, per i più sportivi, il trekking. Per i più pigri, invece, è possibile optare per il quad o il cavallo, noleggiabili ad ore, in ogni angolo dell’isola.

L’enogastronomia
La Grecia, e Zante nello specifico, è molto vicina alle tradizioni culinarie del Mediterraneo, con prodotti ricavati dalla terra, secondo le antiche tecniche di lavorazione, o dal mare. Visitare Zante consente di immergersi anche in sapori ed odori evocativi, come l’olio d’oliva o i formaggi di capra, dall’accento molto spiccato. Le taverne, dislocate sia al centro della città che lungo le coste, sono i luoghi in cui assaggiare diverse specialità. Da non perdere dunque la celebre insalata alla greca, oppure la salsa tzatziki, un condimento per la carne a base di yogurt, aglio e cetriolo. Per gli amanti dello street food, ossia del cibo reperibile e consumabile per strada, si consiglia il ghiros, una selezione di carne arrostita, molto simile all’arabo kebab, avvolta, insieme a spezie e salse, in una sfoglia di pane azzimo.

Le immersioni e le tartarughe
Zante è un luogo ideale per svolgere un turismo sottomarino, con numerose aree adibite alle immersioni. La stagione più favorevole per immergersi va da aprile ad ottobre e vi sono numerosi centri nautici in cui noleggiare tutta l’attrezzatura occorrente. Inoltre, poiché Zante viene considerata anche come la casa delle tartarughe ‘Caretta Caretta’, sono molti gli insediamenti in cui vedere il fenomeno della deposizione delle uova, da parte delle madri, e la successiva nascita dei più piccoli che appena nati prendono il mare.

Immagini: Depositphotos

Zante: isola da visitare anche fuori stagione