Corfù: cosa vedere e come arrivare

L'isola di Corfù è una delle più famose della Grecia. Ecco cosa offre ai turisti

Corfù è la più settentrionale delle isole ioniche della Grecia e anche una delle più grandi. Con la sua natura lussureggiante, le spiagge mozzafiato e le cittadine pittoresche è una meta imperdibile. E’ possibile scegliere tra spiagge attrezzate per diverse attività acquatiche come snorkeling e immersioni, e spiagge isolate dove trovare pace e relax.

La spiaggia più famosa di Corfù è sicuramente la spiaggia di Paleokastritsa, dove, secondo la leggenda, approdò Ulisse dopo il naufragio. La spiaggia prende il nome dalla vicina località, è caratterizzata da una magnifica baia a forma di trifoglio ed offre la possibilità di scegliere tra una decina di spiagge, alcune sabbiose e altre con ciottoli. La cittadina offre qualunque servizio sia necessario: negozi, supermercati, taverne e locali di vario genere.

Se invece partite con i vostri bambini allora dovete scegliere la spiaggia di Agios Giorgios, nella parte meridionale dell’isola. La spiaggia ha una sabbia morbida ed è possibile visitare la riserva naturale del lago Korission, poco distante. Non è ancora molto sviluppata turisticamente e per questo non è molto caotica ma è comunque attrezzata ed è possibile scegliere tra diversi ristoranti in cui mangiare, che garantiscono ai turisti relax e tranquillità. Un’alternativa sono la spiaggia di Kondogialos o di Pelekas, entrambi luoghi di relax e tranquillità.

Se desiderate immergervi nella cultura greca allora potete scegliere di visitare i diversi paesi dell’isola. Tra i più belli vi è Benitses, uno dei paesi più antichi e tradizionali. Qui si trova il Palazzo dell’Achilleion, la sera inoltre la cittadina prende vita con numerosi bar e locali. Oppure potete visitare il villaggio di Didari, in una zona collinare. E’ caratterizzato dal Canal D’Amour, una zona con magnifiche baie e canali; la sera inoltre vi sono numerose discoteche, club e locali di vario genere ideali per i più giovani alla ricerca del divertimento. Anche il borgo di Kavos è pensato per i giovanissimi, è circondato da spiagge bellissime attrezzate per praticare sport d’acqua, ed inoltre è ricca di locali e discoteche.

E’ possibile raggiungere Corfù tramite il suo aeroporto, uno dei principali scali per le isole Ionie, oppure via mare con i traghetti che partono direttamente da Bari e Brindisi. Una volta arrivati sull’isola è possibile scegliere se muoversi tramite bus o noleggiare un’auto per esplorare liberamente le molteplici attrazioni.

Immagini: Depositphotos

Corfù: cosa vedere e come arrivare