Le stazioni sciistiche migliori della Lombardia

La Lombardia è ricca di impianti sciistici e attrazioni ideali per gli amanti degli sport invernali: ecco le località da visitare almeno una volta

La Lombardia è una regione ricca di sorprese, soprattutto nel periodo invernale quando migliaia di appassionati sciatori, alpinisti, freeriders e semplici amanti delle ciaspolate in notturna con le fiaccole o dei semplici paesaggi innevati di una bellezza mozzafiato e dei succulenti piatti tradizionali affollano le località più belle delle alpi che segnano il confine settentrionale della regione e dell’Italia: Lepontine, Retiche e Orobie, da ovest a est.

Almeno 110 cime oltre i 3.000 m. di quota che ospitano ben 70 stazioni sciistiche riunite in 30 differenti comprensori, oltre 12 mila km. di piste da discesa e quasi 600 dedicati esclusivamente allo sci di fondo. Zona per eccellenza dello sci in Lombardia è senza dubbio la Valtellina, con le sue celebri località come ad esempio Bormio, e territorio nel quale si trovano anche Livigno, il passo dello Stelvio, mentre più a sud si trova la val Camonica, l’Adamello e il passo del Tonale.

Tra le provincie di Lecco e Bergamo troviamo invece il grande comprensorio della val Brembana e i piani di Bobbio. Anche all’estremo sud della Lombardia, sull’Appennino dell’Oltrepò Pavese, in realtà si può sciare, come accade sul monte Penice. Vediamo ora nel dettaglio quali mete sciistiche della Lombardia sono assolutamente da non perdere.

Sciare in Lombardia: tutte le località sciistiche della Valtellina

Al centro delle alpi lombarde si estende la Valtellina, dove si trovano alcune tra le più rinomate e conosciuti stazioni sciistiche della Lombardia:

Madesimo

Al confine con la Svizzera, in valle Spluga, Madesimo presenta oggi impianti sciistici moderni e all’avanguardia, comprensivi di ben 4 seggiovie quadriposto, 2 seggiovie a 6 posti, una telecabina a 8 posti e la prima, unica nel suo genere, funicolare sotterranea d’Italia. Tutto questo per portare sciatori più o meno esperti a godere di ben 50 km di piste da sci e 5 km di piste da fondo.

Da non perdere il celebre Canalone, un fuoripista sciistico considerato una delle più belle e impegnative piste di tutto l’arco alpino. Mentre siete in zona non mancate di fare una suggestiva passeggiata sulle rive del piccolo lago artificiale situato in località Isola.

Aprica

La popolare località turistica dell’Aprica, nonché omonimo passo delle alpi Orobie in val Camonica, si suddivide in tre bellissime aree sciistiche: il Baradello, il Palabione e la Magnolta. 50 km di piste unite tra loro da panoramici raccordi innevati e 7,5 km dedicati allo sci di fondo.

Bormio

Fiore all’occhiello delle località sciistiche lombarde e di tutta Italia, la fama di Bormio si suddivide equamente tra le sue secolari terme e i moderni percorsi benessere tutti da scoprire dei suoi Bagni Vecchi, dei Bagni Nuovi e dell’incantevole parco Termale dei Bagni di Bormio che si sviluppa tra le due strutture, e per gli sport invernali. Situato nel cuore del parco Nazionale dello Stelvio, a 3000 m. di altitudine, Bormio è sicuramente una delle località sciistiche più famose d’Italia, che nel 2005 ha ospitato anche i Mondiali di sci. 50 km di piste da discesa, 10 km di fondo. Un vero paradiso per sciatori esperti e non.

Santa Caterina di Valfurva

Il piccolo e pittoresco centro situato nell’omonima valle stupirà tutti gli amanti degli sport invernali per la sua atmosfera incantata e per i suoi ben 60 km di piste da discesa, con vari livelli di difficoltà, e ben 15 km. di piste da sci di fondo, suddivisi in due tracciati differenti: uno agonistico per esperti, professionisti e atleti, e uno turistico per principianti e semplici appassionati.

Valdidentro

Grazie alla sua posizione privilegiata e sopraelevata nei pressi del passo dello Stelvio, al centro di molti comprensori sciistici, nel territorio del borgo sparso di Valdidentro è possibile sciare anche destate, nella cornice incantata di un paesaggio mozzafiato. 20 km. di piste da sci e 10 per il fondo.

Livigno

Il porto franco di Livigno è famoso in tutta Europa non solo per lo sci ma anche per lo shopping. Le temperature rigide che si registrano ogni inverno non fanno di certo desistere appassionati sciatori e amanti della moda e delle griffe internazionali.

La parola chiave è dunque abbondare, sia in disponibilità che in qualità. A Livigno sciatori, fondisti, sportivi e freeriders potranno cimentarsi sui ben 115 km di piste da discesa che raggiungono persino i 2900 m. di quota raggiungibili tramite 6 telecabine e 11 ski-lift, nonché 30 km. di piste per lo sci di fondo.

Sciare in Lombardia: dai Piani di Bobbio a Ponte di Legno

Anche le valli bergamasche e bresciane vantano località sciistiche di tutto rispetto. Le prealpi di questa zona della Lombardia sanno regalare scenari montani altamente suggestivi uniti a impianti di risalita sicuramente meno affollati, spesso a conduzione familiare, per godersi la neve e le proprie giornate sugli sci con un pizzico in più di calma.

Piani di Bobbio

La riservata e incantevole Valsassina vanta uno degli impianti sciistici lombardi più apprezzati, in quanto dista poco meno di un’ora da Milano. A circa 700 m. di quota, nel borgo di Barzio, gli appassionati di sci possono cimentarsi con ben 35 km di piste da sci di vari livelli di difficoltà e di 7 km. di piste per lo sci di fondo. Ideale per un weekend sulla neve con tutta la famiglia o per una settimana bianca estremamente piacevole e rilassata.

Piazzatorre

Situata nell’alta val Brembana tra i 1.200 e i 1.800 m.s.l.m. a meno di un’ora di macchina da Bergamo. La località è nota per disporre di ben due aree sciistiche differenti, per un totale di 30 km. di piste da discesa, e di un’immensa pista artificiale per il pattinaggio su ghiaccio aperta tutto l’anno.

Foppolo

Sempre in alta val Brembana troviamo la piccola località di Foppolo e le sue suggestive e minuscole contrade montane, situate a circa 600 m. di quota, offrono agli sciatori ben 47 km di pista da discesa e appena 3 km. per il fondo. Da non perdere la discesa, dedicata agli sciatori più esperti, dal monte Valgussera.

Colere

Spostandosi in val di Scalve, a poco più di 1.000 m. di altitudine, troviamo la località sciistica di Colere. Dalla sua favorevole posizione si possono raggiungere alcune delle piste più belle create sui versanti innevati, spesso fino a maggio, dello spettacolare massiccio montuoso della Presolana (2.521 m.). Il territorio di Colere, con i suoi 20 km di piste da sci e 3 km per il fondo, è inoltre tutelato all’interno del parco delle Orobie Bergamasche.

Mentre da Bergamo raggiungete Colere, merita una sosta lo storico borgo di Castione della Presolana, dove è possibile rintracciare qualche significativa testimonianza storica della val di Scalve e alcune emergenze architettoniche degne di interesse, come la settecentesca chiesa parrocchiale di Sant’Alessandro, che custodisce uno splendido dipinto del celebre pittore seicentesco Pietro della Vecchia raffigurante proprio il Martirio di SantAlessandro, e il prezioso santuario di Lantana, risalente persino al XV secolo.

La visita di questo territorio rappresenta un piacevole diversivo di qualche ora durante le vostre giornate sulla neve, che vi permetterà di scoprire anche l’incantevole valle dei Mulini, situata sempre nel territorio di Castione in contrada Rusio e dominata dal suggestivo profilo della chiesetta di San Pieder (San Pietro), che custodisce all’interno pregevoli dipinti e pitture murali originali e risalenti al XV e XVI secolo, tra cui un Cristo Morto e una Vergine con il Bambino con i Santi Pietro, Paolo, Alessandro e SantAntonio Abate.

Montecampione

Comodamente raggiungibile sia da Bergamo che da Brescia, il comprensorio sciistico di Montecampione, creato appositamente negli anni Settanta del Novecento tra i piccoli centri di Artogne e Pian Camino, rappresenta oggi il fiore all’occhiello della media val Camonica, con un comprensorio sciistico di medie dimensioni situato tra i 1.200 e i 2.000 m. di quota. 30 km di piste da sci serviti da ben 12 impianti di risalita e 7 km per lo sci di fondo.

Ponte di Legno

Questo antico e celebre borgo situato all’estremità settentrionale della val Camonica, Ponte di Legno in pochi anni è diventato uno dei più vasti e frequentati comprensori sciistici della Lombardia. Posto a 258 m. di quota ai piedi del passo del Tonale, del passo di Gavia e del gruppo montuoso Ortles Cevedale, la rinomata località sciistica di Ponte di Legno vanta oggi circa 100 km di piste da discesa adatte a sciatori principianti, intermedi e esperti collegati da ben 30 differenti impianti di risalita e circa 40 km di piste per lo sci di fondo.

Da non perdere durante il vostro soggiorno sulla neve la graziosa chiesetta della Santissima Trinità (1685) e quella trecentesca di Sant’Apollonio in località Plampezzo, con all’interno alcuni affreschi quattrocenteschi attribuiti al pittore bergamasco Giovanni da Volpino.

impianti sciistici lombardia

@Shutterstock

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le stazioni sciistiche migliori della Lombardia