Cosa fare ad Aprica, tra sci, ciaspole e passeggiate

Scopri cosa vedere ad Aprica, quali sono le piste da sci migliori e le passeggiate da fare

Tra le cime innevate della Val Camonica e della Valtellina, a cavallo del passo che porta lo stesso nome, sorge la graziosa cittadina di Arpica. Le sue origini risalgono al Medioevo, o forse anche più addietro: la sua posizione di confine l’ha resa un crocevia importante fra i versanti delle Alpi. Ma già a partire dal XIX secolo Aprica ha seguito la sua vera natura, quella di splendida cittadina dedita all’accoglienza, all’ospitalità e al turismo, diventando punto di riferimento per tutti coloro che amano la montagna e i suoi paesaggi.

Chi ama la montagna troverà il comune di Aprica il luogo ideale per trascorrere le sue vacanze, poiché è in grado di offrire attrazioni e attività all’aperto tutto l’anno, oltre ad un panorama mozzafiato e ad un vista stupenda sia in estate che in inverno.

Aprica: cosa fare in montagna in inverno e in estate

Fra tutte le attività all’aperto, lo sci è di sicuro quello più diffuso e più amato: ad Aprica le piste si snodano per ben 50 Km e circa l’80% è provvisto di innevamento programmato, per cui la stagione sciistica è davvero lunga. Le piste rappresentano un grande divertimento non solo per i professionisti, ma anche per i principianti e per i bambini, dato che il comprensorio di Aprica&Corteno offre percorsi adatti a tutti. Oltre a due piste di sci di fondo, ci sono anche diversi percorsi per lo sci alpinismo e per le ciaspolate, nonché la Superpanoramica di oltre 6 km per chi vuole ammirare le bellezze della montagna dall’alto. Ad Aprica, anche le ciaspole e le escursioni tra i boschi innevati sono attività da non perdere: rappresentano un’esperienza unica nel vivere la montagna e ammirare la sua fredda bellezza.

Anche chi vuole godersi la bellezza della montagna trova ad Aprica il luogo perfetto da cui partire per avventurose escursioni a piedi o in MTB. I bikers più esperti apprezzeranno di sicuro il Bike Circus di Aprica, un anello di sentieri che si snoda per oltre 35 km fra i bellissimi paesaggi delle Alpi Orbie. Fra sentieri, strade militari e alpeggi potrete immergervi completamente nella natura alpina e godervi un panorama mozzafiato in sella alla vostra bici. Per le famiglie, raccomandiamo il sentiero Gembro Trail, un percorso studiato appositamente per i più piccoli, facile da percorrere ma ugualmente avventuroso.

Gli amanti della natura hanno anche la possibilità di visitare la Riserva Naturale di Pian di Gembro, che si trova a pochi minuti di auto dalla città e che può essere visitata a piedi in estate o con le ciaspole in inverno.

Aprica: cosa vedere in città

Passeggiando per le stradine del centro si possono notare bellissimi affreschi realizzati sui muri delle case in tre delle sei contrade di Aprica. Si tratta delle opere dell’artista valtellinese Alcide Pancot che decorano le facciate di alcuni edifici in contrada S. Maria, S. Pietro e Dosso. I murales rappresentano la storia del comune e ritraggono i bellissimi paesaggi alpini, cosicché sembra di camminare tra i boschi e tra i sentieri scoscesi anche quando si è in città.

Gli edifici religiosi di Aprica sono situati a poca distanza l’uno dall’altro, cosicché è facile visitarli tutti in una mezza giornata di passeggiata nel cuore della cittadina. Abbiamo il Santuario di Maria Ausiliatrice, dallo stile moderno e con un bellissimo albero dei frutti salesiani che decora la parete interna; la Parrocchia dei SS. Pietro e Paolo, in stile romanico e con un suggestivo baldacchino in legno intagliato che sovrasta l’altare maggiore; e la Chiesa di Santa Maria assunta con il suo imponente organo a canne.

Di recente costruzione è anche il Golf Aprica, una recente struttura che offre un campo di pratica di 200 metri per bambini e principianti.

Feste e tradizioni ad Aprica

Se visitate Aprica a febbraio, oltre a poter ancora godere delle cime innevate e delle piste, potete assistenza anche alla Sunà da Mars, un’antica festa di paese che coinvolge gli abitanti del posto e anche i turisti. Si percorrono le vie della cittadina scuotendo grossi campanacci al ritmo di musica, e si attraversano tutte e sei le contrade.

Ad Aprica anche il cibo è un’attrattiva: la vostra vacanza non può dirsi completa se non avete assaggiato almeno una volta i Pizzoccheri, pasta fresca di grano duro, il Cuz, che si accompagna alla polenta di mais, e gli Sciatt, palline fritte di grano saraceno che contengono un morbido cuore di formaggio fuso.

Aprica cosa vedere

@Wikimedia Commons

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa fare ad Aprica, tra sci, ciaspole e passeggiate