7 consigli per un weekend estivo a Bormio

Dallo sci estivo sino alle escursioni, ecco tutto quello che c'è da fare a Bormio durante la bella stagione

In provincia di Sondrio, nell’Alta Valtellina, Bormio è una rinomata destinazione turistica nota soprattutto per le sue piste da sci.

Tuttavia, anche d’estate ha tanto da offrire: durante la bella stagione, quest’angolo delle Alpi diventa infatti il paradiso degli sportivi e delle famiglie coi bambini. Ecco tutto quello che c’è da fare nei dintorni, quando la neve non scende.

Lo sci estivo. A Bormio, lo sci non si pratica solo durante l’inverno. I comprensori di Cima Piazzi-San Colombano, Bormio e Santa Caterina chiudono ai primi di aprile per poi riaprire a inizio giugno, e proseguire la loro stagione sino al 4 novembre. Il Passo dello Stelvio è infatti uno dei migliori ghiacciai d’Europa per sciare durante l’estate, e le sensazioni che regala sono incredibili (sul sito è possibile trovare tutte le tariffe).

Le escursioni a piedi o in mountain-bike. A Bormio, diversi sono gli impianti di risalita aperti anche durante l’estate. Così, è possibile raggiungere in cabinovia, funivia o seggiovia la cima delle montagne, per godersi paesaggi mozzafiato, per pranzare nei rifugi e nei ristori alpini e, soprattutto, per dedicarsi a piacevoli escursioni a piedi o in mountain-bike.

I laghetti di Cancano. Creati nel secolo scorso, i laghetti artificiali di Cancano si raggiungono percorrendo la strada che da Bormio va a Livigno, deviando nei pressi dell’abitato di Premadio lungo una via che sale ripida sino al passo di Fraele. Ci si può arrivare in macchina oppure prendendo la navetta che parte ogni giorno alle 9.15 e alle 14.15: una volta giunti a destinazione, si possono poi organizzare passeggiate, trekking e gite in mountain-bike.

Laghetti di Cancano

Il passo di Gavia. Chi ama organizzare escursioni in bicicletta, da Bormio può raggiungere Passo Gavia. Il percorso, lungo 25,6 km, non è però adatto a tutti: se fino a Santa Caterina la salita è sempre abbastanza pedalabile, dopo si fa più difficoltosa. Immersi nello splendido scenario del Parco dello Stelvio, col gruppo Ortles-Cevedale ad accompagnare il percorso, si raggiunge la Val di Gavia e si sale in quota, da dove è possibile ammirare una vista mozzafiato sul Lago Bianco.

Il golf della “Fornace”. Bormio ospita uno dei più bei campi da golf d’Italia. Opera dell’architetto Mario Verdieri, originario di St. Moritz, il golf della “Fornace” ha 9 buche ed è perfetto sia per i golfisti più esperti sia per i principianti. Aperto tutti i giorni da aprile a novembre, offre la possibilità di giocare circondati da un panorama spettacolare, tra le montagne e la natura. E c’è persino un bar-ristorante per rilassarsi dopo la partita.

Le terme. Dopo le piste da sci, ciò che fa di Bormio una delle destinazione più amate del Nord Italia sono le sue terme. La piscina dei Bagni Vecchi, la prima inaugurata dal gruppo QC Terme, è scavata nella roccia e offre una vista mozzafiato sulla conca della città. È uno specchio d’acqua proteso verso l’infinito, frutto di una maestosa opera di restauro che ha permesso a queste terme di essere annoverate tra le più belle d’Europa.

Il passo dello Stelvio. Arrivare a Bormio significa percorrere il Passo dello Stelvio, il valico automobilistico più alto d’Italia e il secondo più alto d’Europa. Coi suoi mitici 48 tornanti, è una delle strade panoramiche più belle del Paese: percorrerla è uno spettacolo, soprattutto in moto (oppure in bicicletta, per i più coraggiosi).

Passo dello Stelvio

7 consigli per un weekend estivo a Bormio