Arriva il Novello, in attesa delle cantine aperte per San Martino

Il 15 novembre gli appuntamenti in cantina per la degustazione

Soffice, leggero, fruttato, da gustare coi primi sapori d’autunno: arriva il novello e le cantine del Movimento Turismo del Vino lo festeggiano domenica 15 novembre con assaggi e degustazioni. È l’estate di san Martino, quando dopo le prime gelate tornano il bel tempo e le ultime giornate di tepore, da trascorrere all’aria aperta per boschi o vigneti, o ad assaggiare vini. Ma non solo, perché nelle cantine socie del movimento che aderiscono all’iniziativa sono previste anche iniziative collaterali: dalle visite guidate ai pranzi in cascina, dove il novello accompagna piatti tipici e prodotti locali (Guarda le previsioni meteo).

Pronto già poche settimane dalla raccolta dell’uva, il novello si ottiene grazie a una particolare tecnica a macerazione carbonica ideata in Francia nel 1934, prendendo di fatto il nome dalla zona di produzione Beaujolais Nouveaux. “La qualità si prevede buona – afferma Coldiretti -, ma la produzione risulta in forte calo rispetto al passato, tanto da aver raggiunto il minimo storico, per un fatturato sceso a circa 6 milioni di euro.

Sulle tavole è arrivato il novello Made in Italy, con le circa 2 milioni di bottiglie prodotte nel 2015 che possono essere stappate a partire dalla mezzanotte e un minuto di venerdì 30 ottobre. Lo rende noto la Coldiretti nel sottolineare che quest’anno il “deblocage” è anticipato, secondo quanto disposto dal decreto del ministero delle Politiche agricole, di quasi tre settimane rispetto al concorrente Beaujolais nouveau francese che si potrà assaggiare solo a partire dal 19 novembre 2015.

Arriva il Novello, in attesa delle cantine aperte per San Martino