Escursioni e luoghi da visitare a Macugnaga

Macugnaga è uno splendido borgo del Piemonte dove visitare luoghi da favola e fare sport: ecco tutto quello che c'è da sapere

Sentieri romantici, spettacolari specchi d’acqua, pareti rocciose colorate di rosa alla luce del tramonto: Macugnaga è una meta incantevole per le vacanze estive o invernali. Si trova a ridosso del Monte Rosa, tra la Val d’Ossola e la Val Anzasca, in Piemonte. Un centro tranquillo, ma in grado di offrire anche attività ed escursioni per movimentare le giornate. I punti d’interesse a Macugnaga sono diversi e questo paesino intreccia la propria storia con quella dell’alpinismo (tanti famosi scalatori di diverse nazionalità, come Matthias Zurbriggen, Ettore Zapparoli, Hermann Buhl, Kurt Diemberger, si sono avventurati sulla parete est del Monte Rosa, affacciata su Macugnaga) e delle prime stazioni sciistiche, sorte negli anni ’50. Cosa fare a Macugnaga? Cosa vedere a Macugnaga? Ecco qualche consiglio utile per godersi la vacanza al top.

Macugnaga: cosa fare

A Macugnaga la principale attività è quella del trekking e dell’alpinismo. Ci sono sentieri di tutte le difficoltà: passeggiate tranquille e rilassanti tra i pascoli verdi o intorno ai laghetti e ferrate più impegnative e riservate agli esperti. Le funivie permettono di salire anche ad alta quota per ammirare il meraviglioso paesaggio circostante. Non mancano itinerari da percorrere in bici, pianeggianti o in salita (è sempre meglio calibrarsi in base alla propria esperienza e al proprio allenamento) ma anche possibilità di fare parapendio o utilizzare il deltaplano per immergersi in un’esperienza mozzafiato, tale da ammirare da un insolito punto di vista il paesaggio circostante.

In inverno l’attività principale da eseguire a Macugnaga è quella dello sci (o dello snowboard). I complessi sciistici principali sono il Belvedere e il Monte Moro; quest’ultimo offre anche uno snow-park per gli amanti della tavola sulla nave. Attraverso le funivie e le seggiovie si può spostarsi anche nella vicina Staffa e sciare in un grande comprensorio. Chi non ama questo sport, può comunque rilassarsi in paese con passeggiate panoramiche (il profilo est del Monte Rosa è ancora più suggestivo con la neve) o con una cioccolata calda tra un giro di shopping e una foto da scattare.

Macugnaga: escursioni

Lago delle Fate Macugnaga

@Shutterstock

Macugnaga d’estate è il regno delle passeggiate, dei sentieri e delle escursioni in alta quota. Ma quali sono quelle maggiormente consigliate? Ce ne sono tante, che raggiungono i rifugi o gli alpeggi, ma anche il gettonatissimo Lago delle Fate.

  • Belvedere: è un ghiacciaio dalla vista spettacolare, che propone diversi sentieri come l’itinerario fino alla Capanna Eugenio Sella (di 3 ore e mezza, con 1.115 metri di dislivello, riservato a escursionisti esperti), alla Capanna Marinelli (di 3 ore e mezza, con 1.122 metri di dislivello, riservato a escursionisti esperti), o il Bivacco Belloni (di 2 ore e mezza, con 595 metri di dislivello, riservato a escursionisti esperti). Le camminate sono panoramiche e consentite nei mesi estivi.
  • Lago delle Fate: il Lago delle Fate a Macugnaga è una meraviglia della natura che attira molti visitatori, raggiungibile da Isella (dove c’è un ampio parcheggio per lasciare la macchina) con un percorso di circa un’ora. L’acqua è color smeraldo e la leggenda narra della presenza di gnomi che avevano stretto un patto con le fate: consegnavano loro l’oro in cambio della marmellata e le fate lo utilizzavano per confezionarsi i vestiti e per la polvere magica. Lungo la mulattiera che porta a destinazione si possono ammirare more e mirtilli, i frutti di bosco della mitologica storia della marmellata.
  • Sentiero naturalistico del Monte Rosa: la camminata va da Belvedere a Pecetto e permette di ammirare lo splendore della catena montuosa con un percorso escursionistico di 3 ore.
  • Rifugio Zamboni: questo itinerario naturalistico e panoramico, di due ore in discesa, porta ai piani di Rosereccio. Lungo la strada si può scoprire la vegetazione, composta prevalentemente dai rododendri, ma anche qualche timido camoscio.

Macugnaga: cosa vedere

Cosa c'è da vedere a Macugnaga

@Shutterstock

Non solo itinerari ed escursioni. Macugnaga riserva anche tante belle cose da vedere, come ad esempio:

  • il Museo Walser Borca, che mostra lo stile di vita della popolazione originaria, Walser, di origine svizzera, che è arrivata a Macugnaga attraversando le Alpi;
  • il Museo della Montagna e del Contrabbando, che raccoglie documenti storici sugli alpinisti, la creazione dei sentieri, i primi sci e scarponi ma anche le informazioni sul contrabbando del riso tra Italia e Svizzera;
  • la Miniera d’Oro della Guia: La Miniera d’Oro racconta i tentativi e le tappe dei cercatori d’oro, non gnomi ma avventurieri in cerca di fortuna;
  • Madonna delle Nevi: una statua di 5-6 metri che sorge sul Monte Moro, e rappresenta la pace tra Italia e Svizzera;
  • Pecetto: paesino piccolo e caratteristico, che permette di visitare ancora le tradizioni Walser. Ricco di scorci naturali bellissimi, consente passeggiate tranquille e pianeggianti e di gustare le specialità locali come gli gnocchi all’Edelweiss.

Macugnaga è una tappa allo stesso tempo rilassante e avventurosa per vacanze estive e invernali, per alpinisti esperti come per turisti in cerca di relax e pace a contatto con la natura. Un paese che offre scorci e paesaggi mozzafiato da ammirare e catturare con la propria macchina fotografica.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Escursioni e luoghi da visitare a Macugnaga