Cucina dal mondo: 10 cose da assaggiare una volta nella vita

La cucina può riservare piatti strani a chi abbia il fegato di assaggiarli: sono pietanze a dir poco particolari che probabilmente pochi troveranno appetitose

Quali sono i piatti più strani che la cucina può regalare agli stomaci più forti ed ai palati più curiosi? Le tradizioni culinarie di paesi lontani a volte presentano pietanze che farebbero rabbrividire anche chi, solitamente, non ha alcuna paura di sperimentare.
La cucina di Tokyo in genere regala piatti di grande fascino a chiunque dimostri curiosità gastronomica: però probabilmente non tutti gli appassionati di Giappone sono disposti ad assaggiare lo Shiokara, antipasto composto da frutti di mare lasciati fermentare più di un mese nei loro stessi succhi.

Di particolare fascino è sicuramente lo Snake Wine, preparato in Vietnam e nel Sud-Est asiatico: è una specie di grappa di riso in cui, a discrezione del produttore, si lasciano macerare rettili od insetti, come serpenti, ragni e scorpioni.
Tra i cibi più particolari sicuramente ci sono i ragni fritti della Cambogia: questo piatto è per gli abitanti del paese un gustoso finger food da sgranocchiare in uno dei numerosi chioschi di Phnom Penh.
I più coraggiorsi possono provare, invece, i Beondegi, bachi da seta bolliti, speziati e venduti come gustosi antipasti. Per godere di questa leccornia bisognerà recarsi nella Corea del Sud.

Tra i piatti più strani della cucina sudamericana è doveroso ricordare le Escamoles: manicaretto della gastronomia messicana, esso è preparato usando le uova delle formiche nere giganti.
Sempre in tema insetti sappiate che in Giappone i più coraggiosi tra voi potranno assaggiare dei caratteristici biscotti arricchiti da una sorprendente farcitura a base di vespe intere: sono estremamente proteici.
Solo i più coraggiosi visitatori della Corea, però, avranno il fegato di assaggiare i Sannakji, tentacoli di polpo crudi ancora in grado di contorcersi nel piatto.

Quali sono invece i piatti più strani della cucina europea? Per esempio possiamo citare lo scozzese Haggis, una specie di pasticcio di frattaglie insaccato nello stomaco dell’animale.
In Finlandia, invece, è tradizione preparare delle frittelle a base di sangue: questo elemento, del resto, è ancora usato in molte culture. Storicamente veniva apprezzato per le sue elevate proprietà nutritive.
È recente notizia come un’azienda londinese abbia messo a punto una linea di gelato prodotto con latte materno umano. Il suo sapore ci è ignoto, ma il suo prezzo è davvero esorbitante: si parla di 15 sterline a porzione.

Cucina dal mondo: 10 cose da assaggiare una volta nella vita