Dal Marocco a Dubai, lo snowboard si fa sulle dune di sabbia

Si chiama sandboarding ed è lo sport simile al più famoso snowboard, ma praticato sulle dune di sabbia. Marocco, Dubai, ma non solo: ecco dove provare l'esperienza adrenalinica

Foto di Sabina Petrazzuolo

Sabina Petrazzuolo

Lifestyle blogger

Una laurea in Storia dell’arte, un master in comunicazione e giornalismo e una vocazione per la scrittura, scova emozioni e le trasforma in storie.

Per chi degli sport invernali non ne ha mai abbastanza e non scenderebbe mai dallo snowboard o dagli scii, c’è un’alternativa davvero incredibile. Quella di scambiare le piste innevate con le dune di sabbia del Marocco, di Dubai o del Qatar, per esempio.

Si tratta di un’allettante e avventurosa esperienza che, negli ultimi tempi, sta coinvolgendo sempre più sportivi e appassionati sciatori e snowboarder. Solo che questa volta, al posto delle piste innevate, ci sono le dune del deserto.

Sandboarding in Qatar

A farsi promotore di questa attività è stato già il Qatar National Tourism Council che ha pensato bene di offrire un’alternativa incredibile a tutti quelli che hanno dovuto rinunciare alla vacanza invernale sulla neve. Così ecco l’idea, quella di spostare l’esperienza tipica delle piste innevate nel deserto, e offrire quindi agli appassionati la loro consueta dose di adrenalina.

Cavalcare le dune della sabbia è un’attività che si sta facendo largo tra le esperienze dei viaggiatori più avventurosi e possiamo confermarvi che già in molti sono pazzi della sandboarding. Per praticare questa attività occorre trovare dei luoghi nei quali il deserto è assoluto protagonista.

Il Qatar, come anticipato, è uno di questi. In particolare si prestano allo sport le spettacolari dune di Khor Al Adaid, che offrono un’affascinante alternativa alle piste da sci collaudate e aspettano solo di essere scoperte dai viaggiatori amanti dell’avventura e di vacanze all’insegna dello sport, anche quello meno conosciuto.

Sandboarding in Marocco e a Dubai

Non solo sulle magnifiche dune del Qatar, infatti è possibile praticare sandboarding anche in Marocco, tra il rumore del vento che muove le dune, i passi dei cammelli e le ruote delle jeep che percorrono la soffice sabbia del deserto, si prospetta un’esperienza davvero memorabile da conservare tra i ricordi più belli. Ma qual è la destinazione migliore? Il luogo perfetto per cavalcare le onde di sabbia si trova a Erg Chebbi.

Anche Dubai ha di recente ampliato la sua offerta turistica proprio grazie a questo sport. Nelle sconfinate zone desertiche si possono trovare distese di sabbia che formano grandi dune di diverse altezze.

Nel resto del mondo

L’Australia, sempre in prima fila per gli sport estremi, può offrire ai suoi visitatori un’esperienza di snowboard sulla sabbia davvero incredibile. Lancelin è, infatti, la principale destinazione australiana per il sandboarding: su una vasta distesa di sabbia bianca svettano le dune pronte solo da essere cavalcate.

In Egitto il sandboarding si pratica vicino l’oasi di Siwa e questo non dovrebbe stupirci poi così tanto dato che il Paese ha rivendicato questo sport. Alcuni sostengono, infatti, che nell’antico Egitto, e più precisamente al tempo dei Faraoni, fosse usanza scivolare tra le dune con una tavola di legno.

In Germania 35.000.000 tonnellate di sabbia ottenute dalla produzione di caolinite a Hirschau, hanno dato vita a una duna altissima di 120 metri, dal nome Monte Kaolino, che è stata trasformata in una stazione sciistica per lo snowboarding sulla sabbia, oltre ad altre attività. Ogni anno, qui, si tiene il Campionato Mondiale di Sandboarding.