Esiste un paese buio dove il sole sorge con uno specchio. E si trova in Italia

Fino a qualche anno fa gli abitanti di questo villaggio piemontese erano costretti a vivere al buio per diversi mesi. Grazie a un gigantesco specchio hanno creato il loro sole

Esistono luoghi nel mondo che non smettono mai di stupirci, alcuni lo fanno con opere grandiose e straordinarie che portano la firma dell’uomo, altri con tutti qui capolavori messi in scena da Madre Natura, territori che ospitano quelli che sono i fenomeni più strani e incredibili della Terra come il sole di mezzanotte o la notte polare.

Ed è proprio quando pensiamo a questi eventi straordinari che la nostra mente ci porta proprio lì, tra le meravigliose terre della penisola scandinava dove il sole brilla anche di notte e il buio regna incontrastato per settimane e mesi. Eppure anche in Italia esiste un luogo che è costretto a vivere senza la luce del sole.

Si tratta di Viganella, un piccolo paese della regione Piemonte di cui tutti parlano, non solo per la particolare condizione in cui vivono gli abitanti, ma anche e soprattutto per quel curioso stratagemma per creare la luce del sole con uno specchio.

Il sole artificiale di Viganella

Il sole artificiale di Viganella

Viganella, il paese al buio

Per conoscere la storia del piccolo paesino di Viganella dobbiamo recarci in Provincia del Verbano-Cusio-Ossola, nel comune di Borgomezzavalle. È qui, nella la profonda Valle di Antrona circondata da boschi e tranquillità, che gli abitanti non vedono la luce per diversi mesi all’anno.

A causa delle alte montagne che circondano Viganella, il paesino è costretto a rinunciare al sole per quasi tre mesi, da novembre a febbraio. Sono 83 in totale i giorni di buio che devono affrontare i 200 abitanti del villaggio.

Nonostante il destino già segnato di chi ha scelto di restare a vivere in questa valle, le persone non si sono arrese e alcuni anni fa hanno creato un espediente per cambiare in maniera definitiva la loro quotidianità. Grazie a uno specchio i residenti hanno ricreato un “sole artificiale”.

Lo specchio di Viganella

Lo specchio di Viganella

Il nuovo sole di Viganella

Alcuni anni fa gli abitanti, con la collaborazione di un ingegnere locale e il supporto del sindaco del paese, hanno dato il via a una raccolta fondi per la costruzione di un gigantesco specchio di 40 metri quadri e 11 quintali di peso. Questo strumento è stato installato sulla montagna che fronteggia il paese a un’altezza di oltre mille metri.

Lo specchio, inaugurato nel 2006, riflette la luce del sole che non riesce ad arrivare in profondità illuminando alcuni dei luoghi pubblici del villaggio. Collegato a un computer, questo strumento viene attivato a novembre e disattivato a febbraio, ma nonostante le grandi dimensioni non riesce a raggiungere tutte le case del paese, riflettendosi solo nella piazza principale e nelle strade principali di Viganella, ma questo sembra bastare.

La notizia dello specchio di Viganella, negli anni, ha fatto il giro del mondo regalando al piccolo paese piemontese un primato di tutto rispetto, quello di primo luogo a essere riuscito a cambiare in maniera scientifica le condizioni climatiche.

Un esempio di ingegno italiano da seguire, quello di Viganella, che ha ispirato anche gli abitanti di terre lontane. A Rjukan infatti, un piccolo paese incastonato tra alte montagne, e situato a circa 150 chilometri dalla capitale della Norvegia, sono stati installati diversi specchi per illuminare il territorio durante i lunghi mesi invernali.

Il sole artificiale di Viganella

Il sole artificiale di Viganella