Le Giornate FAI di primavera 2016: 900 aperture straordinarie in 380 località d’Italia

Sabato 19 e domenica 20 marzo si possono conoscere luoghi che altrimenti non si potrebbero visitare

Oltre 900 aperture straordinarie in 380 località d’Italia: tornano le Giornate FAI di primavera 2016. Dall’arte all’industria, dalla vita sociale al paesaggio, in tutte le regioni sabato 19 e domenica 20 marzo si possono conoscere luoghi che altrimenti non si potrebbero visitare.

Dall’Istituto storico di cultura dell’Arma del Genio e dalla Villa del Sovrano Militare dell’Ordine di Malta a Roma all’area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans ad Aosta; dalle Catacombe di San Gaudioso a Napoli al Deposito rotabili storici a La Spezia; dalla Chiesa rupestre di Santa Maria della Valle a Matera al Padiglione Reale della Stazione
Centrale di Milano; sempre a Milano, si ha la possibilità di visitare in anteprima il cantiere che ospita l’opera di Michelangelo Pistoletto La Mela reintegrata, che verrà inaugurata lunedì 21 marzo in piazza Duca d’Aosta.

Ben 7.000 volontari del FAI e 30mila ragazzi delle scuole “apprendisti Ciceroni” aprono al pubblico 270 luoghi di culto, 250 palazzi e ville, 30 borghi, tra cui Morano Calabro e Caulonia in Calabria, Avigliana in Val di Susa, Lucignano in provincia di Arezzo, e quartieri, 60 castelli e torri, 2 musei di importanza internazionale, 80 piccoli musei, archivi e biblioteche.

In occasione delle Giornate di Primavera molti beni – da Villa Necchi Campiglio a Milano al Giardino della Kolymbethra nella Valle dei Templi di Agrigento, da Casa Noha a Matera all’Abbazia di San Fruttuoso a Camogli (GE), dal Bosco di San Francesco ad Assisi (PG) a Villa Panza a Varese e ancora Parco Villa Gregoriana a Tivoli (RM) –  accoglieranno i visitatori con particolari allestimenti e interessanti iniziative per celebrare l’arrivo della bella stagione: sono in programma mercatini di florovivaismo, stand di artigianato locale e laboratori creativi.

Sono 140 i luoghi dove le visite guidate sono in lingua, ideate per dar modo ai cittadini stranieri di scoprire le bellezze italiane.

E ancora: parchi, aree naturalistiche e archeologiche, edifici di archeologia industriale, accademie, strutture sportive storiche, musei aziendali, teatri e anfiteatri, frantoi, aziende agricole e cantine vitivinicole oltre a speciali escursioni, biciclettate e itinerari culturali.

Il più importante evento di piazza dedicato ai beni culturali organizzato dal Fondo Ambiente Italiano giunge quest’anno alla sua 24esima edizione.

Le Giornate FAI di Primavera sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti al Fondo.

Le Giornate FAI di primavera 2016: 900 aperture straordinarie in 380 l...