Scozia: trovato uno scheletro gigantesco. Si pensa al mostro di Loch Ness

Il mostro di Loch Ness è davvero esistito? Secondo questo recente ritrovamento sì

Quante leggende conosciamo sul mostro di Loch Ness? Alcune sono davvero spaventose e reali, altre invece ricordano le favole che le mamme raccontano ai bambini alla stregua dell’uomo nero. Eppure, secondo un recente ritrovamento di una carcassa animale, qualcuno ha ipotizzato che il famelico Nessie sia esistito davvero.

Ci troviamo in Scozia ed è proprio qui che sulla spiaggia di Aberdeen è stato ritrovato uno scheletro che, per dimensioni ricorda quello del mostro di Loch Ness.

Sul web la foto è diventata virale: una gigantesca carcassa animale è adagiata sulla spiaggia che si trova a 200 km dal famigerato lago nel quale è stato avvistato Nessie. La spiaggia di Aberdeen è diventata protagonista della cronaca mondiale dopo il passaggio della tempesta Ciara che, abbattendosi sul territorio, avrebbe portato alla luce i resti dello spaventoso mostro.

Per chi ha sempre creduto che Nessie fosse reale, non ci è voluto poi molto affinché il ritrovamento confermasse la teoria. Gli scienziati invece, da sempre scettici sull’esistenza dell’animale mitologico nel lago scozzese, continuano ad andarci cauti.

Tra le numerose supposizioni sull’esistenza dell’animale di Loch Ness, alcuni avevano ipotizzato che gli avvistamenti fossero reali, ma quello che le persone avevano scorto non era un mostro, bensì un’anguilla gigante.

C’è da dire che vista la portata mondiale del fenomeno, sono state organizzate diverse spedizioni sul lago per far luce sugli avvistamenti. Sonar di grandi capacità ed esplorazioni subacquee però non hanno restituito alcuna prova che Nessie forse reale. Oltre alla presenza di qualche creatura marina grande come uno squalo non è stata rilevata nessuna traccia di animali anomali sul fondale di Loch Ness.

Anche in questo caso, dopo il ritrovamento dello scheletro, le opinioni degli scienziati si allontano totalmente dalla leggenda. Malgrado, infatti, una sola fotografia possa non essere sufficiente per tirare delle conclusioni, sembra evidente che in realtà si tratti dello scheletro di una balena.

Nonostante siano passati anni da quando Nessie fu fotografato per la prima volta nel 1934 da Robert Kenneth Wilson, il clamore suscitato da questa recente scoperta ci fa capire quanto la suggestione che ruota attorno alla leggenda di Nessie sia più viva che mai.

Scozia: trovato uno scheletro gigantesco

Sulla spiaggia di Aberdeen è stato ritrovato lo scheletro di un animale gigante – Fonte Facebook/FubarNews

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scozia: trovato uno scheletro gigantesco. Si pensa al mostro di Loch&n...