Vivere in un castello: edifici storici in vendita nella Repubblica Ceca

Bastano 12mila euro e il castello può essere vostro: nella Repubblica Ceca ce ne sono 2000 tra cui scegliere

Avete sempre sognato di vivere in un castello? Potete comprarne uno a poco prezzo nella Repubblica Ceca e trasferirvi laggiù, a pochi passi da Praga, senza nemmeno dare fondo ai vostri risparmi. In questo Paese, con i suoi 2000 castelli e  una storia turbolenta fatta di feudatari, dinastie reali e aristocratici minori, sono molti gli edifici storici in vendita. Come il castello di Libejovice, che sembra uscito da un romanzo romantico dell’Ottocento: un imponente palazzo color senape dalle alte finestre e dalle eleganti ringhiere ai balconi, un tempo appartenuto alla nobile famiglia degli Schwarzenberg.

Natalia Makovik, fondatrice dell’agenzia immobiliare specializzata in edifici storici Vip Castle, ha cominciato a vendere castelli nel 2007, dopo essere arrivata senza un soldo dalla nativa Bielorussia. “Guardo un rudere e vedo un’opportunità di investimento”, spiega la novella Cenerentola al sito dell’agenzia Bloomberg.
Appassionata di storia, si è presto innamorata dei fatiscenti castelli cechi e dopo cinque anni passati a fare la guida turistica è riuscita a chiudere la prima vendita. Oggi vende fino a tre proprietà storiche al mese, a un prezzo che parte da 12.000 e arriva a 4 milioni di euro. La sua commissione è del 3 per cento, vale a dire un guadagno di circa 150mila euro solo per il 2015.

Delle 400 proprietà in vendita, modesti manieri o sontuosi castelli che siano, Natalia sa elencare tutte le caratteristiche: giardini, sale da ballo e camere per gli ospiti non hanno segreti per l’imprenditrice, che è continuamente in contatto con sindaci e istituzioni in quanto molti degli edifici sono di proprietà pubblica. A volte ci vogliono mesi per convincere i funzionari a vendere quello che molti considerano una parte del loro patrimonio locale.

I suoi clienti sono soprattutto magnati russi o ricchi ucraini che cercano di investire i loro soldi all’estero. “Per vendere un castello, devi essere più di uno psicologo che un agente immobiliare”, spiega la Makovik a Bloomberg. “Ci possono volere anni per coltivare un cliente e ottenere il diritto di proprietà.”

Mette in guardia da facili entusiasmi Lenka Duskova, una broker di un’agenzia specializzata in case di fascia alta intorno a Praga: i clienti accarezzano il sogno di vivere in un elegante castello, ma non ci vuole molto prima che si rendano conto dei costi di ristrutturazione. “Non è un investimento, – spiega- ma un business riservato a sognatori e appassionati.”

Certo il prezzo è un elemento importante nell’attrattiva che rivestono i manieri della Repubblica Ceca rispetto ai castelli in vendita in Italia, Gran Bretagna, Francia o Germania, che costano anche dieci volte tanto. Inoltre il costo del lavoro relativamente basso rende la ristrutturazione più accessibile, per non parlare del fatto che nella Repubblica Ceca non esistono tasse di successione e vengono offerti sgravi fiscali ai proprietari che restaurano edifici storici.

Prendiamo però il castello di Libejovice, immerso nella bucolica cornice della Boemia meridionale: 5mila metri quadrati attorniati da 32 ettari di parco abbandonato. Il prezzo richiesto è di 1,25 milioni di euro. Visto da lontano sembra un posto bellissimo, ma avvicinandosi si notano alcuni particolari. Come il vento gelato che fischia attraverso le finestre rotte, il tetto sfondato, il parquet rovinato accanto a riparazioni in linoleum sul pavimento, il soffitto in stucco con luci fluorescenti di plastica. E le 90 camere dotate di sole quattro docce comuni.

Certo per gli acquirenti appartenenti alla categoria dei sognatori, il degrado e la patina del tempo fanno parte del fascino di un edificio “Queste persone hanno già tutto: automobili, aerei privati, case al mare,” spiegano i venditori dell’agenzia. “Ma quando vedono un castello storico, i loro occhi si illuminano. Per loro è come vivere una favola.”

Vivere in un castello: edifici storici in vendita nella Repubblica&nbs...