”Stranger Things”, un itinerario per visitare tutte le location della serie Tv

Itinerario alla scoperta dei luoghi in cui sono state registrate le prime tre stagioni della misteriosa e bellissima "Stranger Things"

Quanti di noi si sono appassionati delle mistiche avventure di Undici, Mike, Dustin, Lucas, Will, Jim Hopper e tutti gli altri? Chi di noi non è rimasto affascinato dalla spirito collaborativo e del forte legame che caratterizza i personaggi che fanno parte di una della serie Tv più amate di tutti i tempi? Parliamo di “Stranger Things”, avvincente prodotto televisivo che per 3 stagioni ci ha fatto combattere virtualmente nel Sottosopra e scoprire quanto sia importante avere amici veri su cui contare sempre.

In attesa della quarta stagione di “Stranger Things” vi portiamo a fare un giro tra le location in cui è stata girata la serie televisiva. Un itinerario utile a organizzare un bel viaggio on the road in alcune zone degli Stati Uniti utilizzate come set cinematografico per le mirabolanti vicende dei ragazzi di Hawkins.

La trama si sviluppa durante gli anni ’80 e nella fittizia cittadina di Hawkins (Indiana). Un luogo completamente inventato dai creatori di “Stranger Things” per rendere ancora più appassionante e unica la serie Tv targata Netflix. Ma se alcune delle scene principali sono state catturate presso gli Screen Gems Studios, altrettante sono state riprese nei dintorni di Atlanta (Georgia). Un po’ più a sud, dunque, rispetto all’immaginaria Hawkins.

Per visitare le location di “Stranger Things” basterà arrivare ad Atlanta, capitale della Georgia, e da lì potrà avere inizio il vostro viaggio alla ricerca delle creature misteriose che popolano HawkinsIniziamo dalla scuola media in cui spesso i ragazzi si sono ritrovati a combattere contro il male proveniente da una dimensione parallela al nostro mondo: l’Elementary and High School di Stockbridge. Un edificio scolastico che esiste davvero e che si trova a Stockbridge a pochi passi da Atlanta.

E come dimenticare Casa Wheeler? La dimora di Mike e Nancy e in cui, durante la prima stagione, trova un luogo in cui vivere anche la piccola Undici dai poteri paranormali. La villetta si trova a East Point, nella contea di Fultun (Georgia), ma attenzione, è un’abitazione privata e di conseguenza visitabile solo esternamente.

location stranger things east point

East Point, Georgia – Fonte: iStock, di Meinzahn

Il Dipartimento di Polizia di Hawkins, in cui lavora un apparentemente burbero Hopper, è situato a Douglasville e nella realtà è un piccolo edificio che non c’entra niente con le forze dell’ordine. L’Hawkins National Laboratory esiste veramente ed è il campus Briarcliff della Emory University, sempre nella capitale della Georgia.Ma continuando il vostro itinerario alla ricerca delle location in cui è ambientata Stranger Things vi imbatterete anche nella sala giochi della seconda stagione, che è in realtà una vecchia lavanderia automatica di Douglasville.

Il centro della città di Hawkins corrisponde nei fatti alla piccola Jacksonville, cittadina della Georgia di 5000 abitanti e a un’ora di macchina da Atlanta. Proprio a Jacksonville sarà possibile visitare anche i grandi magazzini Melvald’s, dove Joyce lavorava durante la prima stagione. L’originale Jackson Drug Store si trova nel centro di Jacksonville, di fronte alla biblioteca pubblica.

Un altro dei luoghi da non perdere è Casa Byers, un posto che ha avuto un ruolo primario durante la stagione di esordio di “Stanger Things” e che abbiamo amaramente salutato alla fine della terza serie. L’edificio è situato a Fayetteville, sempre in Georgia.

luoghi serie tv

Fayetteville, Georgia – Fonte iStock, di Paulbr

Ma tutti i più grandi fan di “Stanger Things” non possono di certo dimenticare una delle location in cui sono state registrate le scene più eclatanti della terza stagione: lo Starcourt Mall, il centro commerciale di Hawkins. Al suo interno i giovani protagonisti vanno a fare shopping, lavorano nella gelateria Scoops Ahoy e affrontano il Mind Flayer. Il centro commerciale che ha fornito i suoi locali per le riprese esiste sul serio anche se, sfortunatamente, non è più in attività. Ad ogni modo è ancora osservabile la sua struttura che si trova a Duluth, nel nord di Atlanta e sotto il nome di Gwinnett Place Mall.

Le location naturali in cui è stato ideato “Stanger Things” sono sicuramente le più belle e quelle che in assoluto meritano una visita durante il vostro on the road statunitense. Come dimenticare la cava in la cui polizia cerca Will e dove i ragazzi vengono sfidati dai bulli a tuffarsi nel vuoto? Si chiama  cava di Bellwood Quarry ed è possibile raggiungerla e visitarla con 15 minuti di macchina da Atlanta.

Un altro luogo primario della serie tv è lo Stone Mountain Park, una riserva di 1.300 ettari vicino Atlanta. È proprio in questo parco in cui i ragazzi si avventurano più volte sui binari, come la dolce scena in cui Steve dispensa consigli sentimentali a un ingenuo Dustin. La buona nuova è che nella realtà è possibile salire sul treno che passa sugli stessi binari per visitare la riserva naturale.

cava bellwood quarry stranger things

Cava Bellwood Quarry – Fonte: iStock

Nonostante le numerose riprese effettuate di fronte a schermi verdi e con notevoli effetti speciali, molte delle location di “Stanger Things” sono realmente visitabili. Chissà in quali altri posti misteriosi ci porterà l’attesissima quarta stagione della serie Tv.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

”Stranger Things”, un itinerario per visitare tutte le loc...