“Io sono Babbo Natale” le location dell’ultimo film di Proietti

Una favola natalizia è l'ultimo regalo che Gigi Proietti ha fatto a tutti coloro che lo hanno amato e alla sua Roma: ecco dove è stato girato "Io sono Babbo Natale"

Una favola natalizia è l’ultimo dono che Gigi Proietti ha fatto a tutti coloro che lo hanno amato e alla città cui è stata indissolubilmente legata la vita, l’incomparabile verve comica, il mito, la carriera e l’umanità di un attore straordinario e indimenticabile. È, infatti girato interamente a Roma, il film “Io sono Babbo Natale”, in uscita nelle sale italiane a un anno dalla scomparsa di Proietti.

Scritta e diretta da Edoardo Falcone, questa divertente e leggera commedia per famiglie ci regala l’ultima apparizione di Proietti sul grande schermo nei panni del personaggio più amato dai bambini: un divertente e insolito Santa Claus trasferitosi nella Città Eterna, e conosciuto da tutti come Nicola Natalizi. Finché un giorno accoglierà nella sua casa Ettore, ex galeotto appena uscito di galera interpretato da un altro romano doc, Marco Giallini, al quale rivelerà la sua vera identità.

Roma diventa così la città della magia natalizia, prestando le location alle avventure e alle gag dei protagonisti di una storia ricca di sorprese e di effetti speciali, grazie ai quali si vedrà volare la celeberrima slitta sui luoghi più iconici della città, ma anche su Parigi e Londra.

La villa in cui vive il Santa Claus di Gigi Proietti si troverebbe nei pressi di Piazza Sempione. Un quartiere caro a Proietti, basti pensare che già i portici del palazzo Sabatini si erano trasformati nel set dello sceneggiato televisivo “Una pallottola nel cuore 2”, sempre con l’attore romano. Situata nel quartiere Monte Sacro, compresa tra Corso Sempione e Via Titano, Piazza Sempione è un luogo iconico della Capitale, da sempre casa di un altro grande artista, Rino Gaetano, che qui viveva, in un rapporto quasi simbiotico con il quartiere e i suoi abitanti, e del quale spesso Gigi Proietti aveva citato, imitandole, le performance vocali.

Ma sono davvero innumerevoli i luoghi di Roma legati alla comicità di uno dei figli della Capitale e del teatro, cinema e tv italiani. Come il bar in Piazza d’Aracoeli, con la fontana dove in “Febbre da Cavallo” Mandrake discuteva con il ‘Pomata’ e Felice sulle prossime puntate da fare sulle corse. O l’altrettanto celebre ippodromo di Tor Di Valle, chiuso definitivamente nel 2013 e inizialmente destinato – ma ora molto probabilmente no- ad ospitare il nuovo stadio della Roma, di cui Proietti era tifoso. C’è poi Castel Sant’Angelo, dove Proietti veniva imprigionato nelle vesti di Mario Cavaradossi, nell’adattamento cinematografico della Tosca firmato da Gigi Magni.

Ora resta l’ultimo regalo di questo intramontabile genio romano alla sua città, per strappare agli spettatori ancora risate, applausi e qualche lacrima. Il film “Io sono Babbo Natale” sarà già nelle sale dal 3 novembre.

Roma

Roma, la città di Gigi Proietti

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

“Io sono Babbo Natale” le location dell’ultimo film ...