Zante: cosa vedere e come arrivare sull’isola greca

La spiaggia del Relitto è una delle più famosae di tutta la Grecia: alla scoperta di una delle isole greche più belle in assoluto

L’isola di Zante fa parte delle Isole Ionie ed è la terza in ordine di grandezza dopo Corfù e Cefalonia. È un vero paradiso naturalistico, offre ai turisti spiagge mozzafiato, montagne ricche di natura e scogliere bianche. È anche famosa perché è il luogo di riproduzione scelto dalla tartaruga Caretta Caretta.

Le spiagge di Zante sono magnifiche con la loro sabbia finissima. È possibile scegliere tra grandi baie protagoniste di feste e attività acquatiche o piccole spiagge incontaminate, per godere al massimo di una vacanza rilassante.

La spiaggia del Relitto è una delle più belle e famose di tutta la Grecia. Circondata da pareti di roccia bianca, attrae i visitatori per le sue acque limpide e cristalline. Deve il nome ai resti di un relitto situati proprio al centro della spiaggia.

Se, invece, preferite praticare qualche attività acquatica potete sceglie il fiordo di Porto Limnionas, qui viene praticato solitamente lo snorkeling per via delle numerose grotte marine. Sempre parlando di grotte, famosissime sono le Grotte Blu, tra Agios Nikolas e il faro di Capo Skinari, sono una delle principali attrazioni dell’isola. Possono essere raggiunte solo in barca e sono magnifiche da visitare. Uno dei tour più rinomati è proprio quello che, in motoscafo, permette di visitare la Spiaggia del Relitto (conosciuta anche come Spiaggia del Navagio) per poi spostarsi alle Grotte Blu dove è possibile soffermarsi per una nuotata; infine si raggiunge Capo Skinari.

Da non perdere anche i piccoli villaggi di Bochali e Keri, con le loro viuzze tipiche, il panorama pittoresco da ammirare al tramonto e la presenza di chiesette ed edifici tradizionali. Permettono ai turisti di vivere un viaggio indietro nel tempo nella cultura greca. La notte però la cittadina di Bochali si accende e accontenta anche i più giovani, infatti è possibile scegliere tra diversi locali e ristoranti.

Keri, in particolare, offre un’esperienza unica grazie alle sue grotte dove è possibile nuotare in acque cristalline; qua esiste anche la possibilità di raggiungere dalle grotte l’isola di Marathonisi, famosa per essere l’habitat naturale delle tartarughe marine.  Il tour che offre tutto questo parte da Zante e in barca permette di apprezzare in circa 3 ore le bellezze che offre l’Isola; noi l’abbiamo fatto e ve lo consigliamo: prenotalo qui.

Per raggiungere Zante ci sono voli diretti con Vueling da Roma, Catania e Palermo, con Volotea da Venezia, Napoli, Bari e Palermo e con Blue Panorama Airlines da Bergamo, Bologna e Roma.

La città di Zacinto è collegata perfettamente da un servizio di autobus oppure si può noleggiare facilmente un’auto così da potere visitare liberamente tutta l’isola.

Arrivati a Zante vi sono diverse possibilità di alloggio, dai residence agli appartamenti agli studios con angolo cottura. Tra le cittadine in cui è possibile soggiornare c’è Alykes, uno dei luoghi ideali poiché dista pochi chilometri dalle principali attrazioni, come la Spiaggia del Relitto o le Grotte Blu, inoltre offre spiagge bellissime e la possibilità di fare escursioni a piedi o in bicicletta nelle catene montuose dei dintorni.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Zante: cosa vedere e come arrivare sull’isola greca