5 esperienze da non perdere a Torino

Torino è una delle città italiane più affascinanti e ricche di storia. Ecco quali sono le 5 esperienze da non perdere

Torino è una delle città italiane più affascinanti, ricche di storia, arte, cultura e mistero, una metropoli moderna che conserva, forte e vitale, la sua anima antica e i fasti di un glorioso passato.

La sua atmosfera regale, quasi d’altri tempi, lascia trapelare, in ogni via e in ogni angolo del pittoresco centro storico, i suggestivi richiami alla capitale del Regno Sabaudo e si dipana tra ariose piazze impreziosite da monumenti, caffè storici, musei, chiese e splendide gallerie.

Torino è un autentico museo a cielo aperto da visitare e ammirare senza fretta. Scopriamo insieme le 5 esperienze da non perdere durante una vacanza nel capoluogo piemontese.

Visitare la Mole Antonelliana

Ecco il simbolo architettonico di Torino, la Mole Antonelliana che si staglia imponente, con i suoi 167,5 metri di altezza, in Via Montebello, una traversa della centralissima Via Po.

Concepita inizialmente come Sinagoga, è uno degli edifici più alti d’Italia e la costruzione in muratura più alta d’Europa.

Capolavoro dell’architetto Antonelli, ospita al suo interno l’ascensore panoramico che permette di arrivare al tempietto in cima alla cupola (85 metri di altezza) da cui si gode di un’incredibile vista sulla città.

Inoltre, è sede del pittoresco Museo Nazionale del Cinema, che racconta la storia della Settima Arte grazie a cimeli, locandine, lanterne magiche e attrezzature cinematografiche.

Visitare la Palazzina di Caccia di Stupinigi

La Palazzina di Caccia di Stupinigi è un vero e proprio tesoro dei dintorni di Torino.

Dimora di caccia sabauda in stile barocco edificata a partire dal 1729 su progetto di Filippo Juvarra, è un gioiello architettonico con interni in rococò, sontuosa e raffinata residenza preferita dei Savoia per feste e matrimoni durante il XVIII e XIX secolo nonché residenza prescelta da Napoleone nell’Ottocento.

Oggi è sede di eventi, concerti e incontri culturali.

Scoprire la Casa Fenoglio-Lafleur

Progettata  dall’ingegnere Pietro Fenoglio nel 1902, rappresenta una delle più importanti testimonianze dello stile liberty in Italia e in Torino stessa.

L’edificio, che sorge nel quartiere Cit Turin, a pochi passi da Piazza Statuto, divenne ben presto famoso a livello internazionale poiché non soltanto rispettava i dettami dello stile liberty belga e francese ma era al contempo un’esaltazione dell’Art Noveau.

Ammirate i fregi floreali sulla facciata, i balconi con lavorazioni in ferro battuto e la splendida vetrata policroma.

Assaggiare gli agnolotti pasta all’uovo

Torino non è soltanto arte, cultura e storia ma anche eccellente gastronomia e prodotti tipici tutti da apprezzare.

Se vi trovate in città, approfittatene per assaggiare gli agnolotti pasta all’uovo, primo piatto tipico della tradizione piemontese con ripieno di carne arrosto.

Non ve ne pentirete!

Godersi il tramonto dal Monte dei Cappuccini

Per concludere in bellezza la giornata, non vi resta che raggiungere il Monte dei Cappuccini, collina a un’altezza di 238 m s.l.m, a circa 200 metri dalla riva destra del fiume Po, nel quartiere Borgo Po.

Qui potrete ammirare il sole che tramonta sulle Alpi e sull’intera città nonché fare una visita alla Chiesa di Santa Maria al Monte sormontata dalla cupola con tamburo ottagonale e impreziosita al suo interno dall’altare maggiore a opera dei Castellamonte.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

5 esperienze da non perdere a Torino