Viaggio a Patmos, piccolo gioiello tra le isole greche

Tour alla scoperta di Patmos, piccola meraviglia tra le isole greche tra spiagge paradisiache, antichi borghi e siti mistici e religiosi.

Tra le isole greche, Patmos è sicuramente una delle mete più tranquille del Dodecaneso, con bellissime spiagge che si susseguono lungo le coste circondate da colline verdeggianti e l’antico borgo medievale di Chora. Un piccolo gioiello, conosciuto anche come la Gerusalemme dell’Egeo, perché proprio qui si trova la grotta dove l’Apostolo San Giovanni ha avuto l’ispirazione e scritto l’Apocalisse, l’ultimo libro della Bibbia.

L’isola di Patmos è un luogo mistico e meta di numerosi pellegrini e girovagare per l’isola e respirare la sue atmosfere religiose e spirituali offre di per sé un bel modo di trascorrere una vacanza rilassante… o la pensione. In effetti a Patmos non sono presenti monumenti o siti di notevole interesse storico, ma offre comunque tante cose da vedere. Una volta giunti a sull’isola, il suggestivo borgo di Chora, arroccato in cima ad una collina, è sicuramente una delle mete che colpisce maggiormente i visitatori.

Chora rappresenta il cuore dell’isola di Patmos, tra le tipiche casette bianche dalle persiane blu, troneggia elegante e ben conservato in tutta la sua maestosità il Monastero di San Giovanni che insieme alla Grotta dell’Apocalisse e al centro storico di Chora sono patrimonio dell’umanità dall’Unesco. L’antico monastero, eretto dai monaci nel 1088 d.C., è simile ad una fortezza medievale, composta da mura e bastioni, perché doveva difendere l’isola dalle incursioni dei pirati.

Al suo interno si trova un labirinto di cortili, terrazzi, archi e ben dieci cappelle con magnifici affreschi risalenti al 1600 di grande valore. Annesso si trova il museo che conserva i tesori appartenenti al monastero, circa duecento pezzi tra icone, argenti e gioielli. A metà strada tra Chora e Skala, oltrepassando un sentiero che attraversa una fitta pineta, si raggiunge la piccola Grotta dell’Apocalisse, costruita sul luogo delle visioni, intorno alla quale è stata eretta una cappella, spesso affollata di pellegrini.

Il centro storico di Chora è un dedalo di viuzze affollate con tanti bar, ristorantini e kafeneion suggestivi, vari negozi di souvenir, boutique, minuscole botteghe di artigianato e numerose gallerie d’arte che insieme alle enormi bouganvillee fucsia regalano un tocco di colore in più a questo caratteristico borgo. Patmos non è solo spiritualità e cultura, il paesaggio e la sua costa frastagliata regalano piccoli angoli di paradiso, numerose baie, cale e calette. L’isola è abbastanza ventosa, l’ideale per praticare sport come il windsurf e la vela, ma anche per i nuotatori e amanti dello snorkeling.

Infatti, le meravigliose acque del Mar Egeo offrono fondali rocciosi popolati da pesci multicolore. Tante le spiagge dell’isola molto diverse fra loro, nella zona a nord di Patmos. Noi suggeriamo le splendide e selvagge Liginou e Didymes dette “ le gemelle” e Pikri Nerò, isolata e poco frequentata dai turisti; non ci sono servizi o strutture balneari, ideale per chi cerca un pomeriggio di relax in solitaria.

A pochi chilometri dal centro di Skala si raggiunge Livadi Tou Geranou, un arenile di sabbia mista a ciottoli protetto dall’isolotto di San Giorgio. Sempre in zona si trova la spiaggia di Vaghia una caletta tranquilla dal fondale sabbioso e profondo, ottimo per lo snorkeling, mentre nella baia di Grikos, una piccola località turistica, sorge la spettacolare spiaggia di Petra. Vicino al villaggio di Kambos, da non perdere la bella baia sabbiosa di Meli beach, un arenile bagnato da acque limpide e calme, perfetto per i bambini e i nuotatori meno esperti, e la spiaggia di Lambis chiamata anche “dei sassi colorati”, certamente una delle spiagge più belle di Patmos.

Per arrivare a Psili Ammos, sull’altro versante dell’isola, si deve prendere una barca da Skala. Questa è indubbiamente una delle più belle spiagge di tutto l’Egeo, una lunga distesa di sabbia finissima, circondata da una corona di tamerici e dotata di una taverna sul mare. Il posto ideale per trascorre una tipica serata greca è Skala, principale borgo turistico dell’isola, nonché il suo capoluogo. Il suo lungomare, che fiancheggia il suggestivo porticciolo turistico, è brulicante di taverne, caffetterie e caratteristici negozi che vendono oro, gioielli e icone preziose.

Naturalmente anche a Patmos per chi lo desidera non mancano la vita notturna ed il divertimento; sia a Chora che a Skala si trovano i migliori locali notturni e discoteche così come la maggior parte delle strutture alberghiere, hotel o case in affitto. Il borgo di Skala è inoltre collegato alle altre località dell’isola attraverso gli autobus di linea o taxi ma ci sono anche i traghetti che propongono gite giornaliere verso le spiagge ed altri isolotti dell’arcipelago.

Viaggio a Patmos, piccolo gioiello tra le isole greche