Destinazione felicità: a Copenhagen apre il museo per chi ha bisogno di sorridere

L'hygge ha ora una casa. Il suo nome è Happiness Museum ed è un percorso, aperto a tutti, alla scoperta della felicità

Esiste un luogo a Copenhagen, esattamente al civico 19 di Admiralgade, all’interno del quale cittadini e viaggiatori possono finalmente trovare la risposta alla domanda più gettonata di sempre: cos’è la felicità?

Il suo nome è Happiness Museum e non ci stupisce che un posto del genere sia nato proprio nel centro nevralgico di Copenhagen, città già nota per essere tra le destinazioni più felici del mondo.

Perché in Danimarca la felicità è una cosa seria e lo abbiamo imparato dall’hygge, quella filosofia di vita che racchiude, in un solo termine, un mondo di sfumature, tutte rivolte alla ricerca della felicità.

Museo della felicità

Il Museo della felicità – Fonte The Happiness Museum

Una parola che assume connotati diversi, ma sempre orientati verso il benessere delle persone, e che oggi appartiene al mondo intero. Non è un caso che la Danimarca ambisce a inserire il termine hygge nella lista dei Patrimoni dell’Unesco.

Il Paese sembra aver trovato quello che è l’antidoto contro l’ansia e lo stress che contraddistinguono i nostri giorni, una formula magica della felicità che adesso possiamo scoprire anche noi proprio all’interno dell’Happiness Museum situato nel centro storico di Copenhagen.

Il progetto porta la firma di Meik Wiking, Ceo di Happiness Research Institute, un think tank che da tempo si occupa di monitorare il grado di benessere e la qualità della vita delle persone, non solo del Paese, ma di tutto il mondo. Un museo che che invita i visitatori a esplorare la felicità da diverse prospettive.

Museo della felicità

Il Museo della felicità – Fonte The Happiness Museum

L’obiettivo del progetto è quello di consentire alle persone di affrontare un piccolo viaggio verso la felicità, uscendone più consapevoli e motivate a trasformare la propria vita e il mondo intero.

Il museo della felicità si trova all’interno di un edificio costruito alla fine del XVIII secolo e ospita otto stanze che invitano il visitatore a esplorare la felicità. Grazie alla tecnologia, l’esperienza si fa multimediale e l’interazione tra il luogo e la persona si pone al centro di tutto.

All’interno del percorso, le persone si ritrovano a fare i conti con i loro stessi sentimenti: cosa ci rende davvero felici? Il lavoro, la salute o il reddito? Non resta che scoprirlo proprio tra le pareti dell’Happiness Museum, destinato a diventare la casa dell’hygge.

Museo della felicità

Il Museo della felicità – Fonte The Happiness Museum

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Destinazione felicità: a Copenhagen apre il museo per chi ha bisogno ...