Fuga di due giorni nella Liguria di Ponente

Borghi medievali, villaggi di artisti e attività all'aperto: un itinerario per quattro stagioni

 

La splendida Liguria è divisa in due riviere dalla città di Genova: troviamo così la Riviera di Levante e di Ponente. Gli spostamenti, in questa regione sono serviti da un’ottima rete di trasporti che comprende treni e bus a ogni ora. Per questo motivo, in soli due giorni è possibile visitare senza problemi gli svariati borghi caratteristici e le bellissime spiagge che la Liguria può vantare. Ecco dunque quali sono le mete che non dovete farvi mancare.

Cervo, in provincia di Imperia, sorge sulle pendici delle colline che danno sul mare. Il suo nucleo storico è stato totalmente riqualificato, mantenendo però le caratteristiche originali del borgo. La cosiddetta Chiesa dei corallini è il maggior monumento barocco della riviera di Ponente e dal centro storico di Cervo domina un grande braccio di mare. Degno di nota è anche il Castello dei Clavesana, attualmente sede del museo etnografico del Ponente, edificato nel XIII secolo inglobando nella struttura un’antecedente torre di stile romanico.

La frazione collinare di Bussana Vecchia, appartenente al comune di Sanremo, sempre in provincia di Imperia, ospita una comunità di artisti internazionali. Le sue strette vie sono costellate da botteghe artigianali e punti di ristoro nei quali si respira una magica atmosfera medievale: nel corso degli anni questo borgo è divenuto un vero e proprio villaggio di artisti. Il paese è visitabile in un’ora, anche perché alcune attrazioni, come per esempio la Chiesa di Sant’Egidio e l’oratorio di Giovanni Battista, sono visitabili solo dall’esterno.

Il paesino di Triora, il più grande del territorio della provincia di Imperia nella Riviera di Ponente, è chiamato anche il paese delle streghe: durante tutto l’anno si svolgono interessanti manifestazioni a tema esoterico, in particolare ad Halloween. Per quanto riguarda le maggiori attrazioni, in questo particolare borgo troviamo: la Chiesa di Nostra Signora Assunta, che sorge su un antico tempio pagano; il ponte di Loreto, un altissimo ponte in cemento che in passato era sede di lanci con il bunjee-jumping; il castello di Triora, con una corte che nel 1800 era una vera e propria cittadella autosufficiente.

Spostiamoci in provincia di Savona: Noli offre tantissime attrattive per tutti i gusti. A partire dal centro storico, che si presenta con un fronte porticato, possiamo scegliere di visitare la Torre di San Giovanni, numerose chiese di stili diversi, il castello medievale oppure fare un’escursione fino a Capo Noli.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fuga di due giorni nella Liguria di Ponente