Visitare la fortezza di Skopje: cosa non perdere assolutamente

Visitare la fortezza di Skopje è un'esperienza da non perdere per chi visita la capitale della Macedonia: dalla vista alle mura fino alle torri, ecco cosa non perdere

Foto di Angelica Losi

Angelica Losi

Content writer & Travel Expert

Per lavoro è Content writer, per diletto viaggia. Appassionata di turismo enogastronomico, fotografa tutto per inscatolare i ricordi e poi li racconta online.

Chi ha in programma una visita nella capitale della Macedonia molto probabilmente avrà sentito parla della fortezza di Skopje, simbolo militare e di resilienza, è oggi un punto panoramica perfetto per fotografare Skopje dall’alto comprendendo il fiume Vadar. Costruita nel VI secolo e soprannominata Kale, è un autentico simbolo che testimonia la dominazione ottomana (e non solo). Ma perché visitarla? Ecco alcuni suggerimenti, chicche imperdibili e la storia per comprendere meglio la cultura e il passato della capitale macedone.

La storia millenaria della fortezza di Skopje

Prima di cominciare con l’esplorazione del luogo però facciamo un passo indietro: proviamo a scoprire insieme la sua storia. Millenaria e di rilevanza militare, era conosciuta come Kale: si tratta di un termine turco che significa proprio “fortezza” o “castello”. Sicuramente si può captare osservando l’occupazione ottomana che ha dominato la regione, non solo nella struttura architettonica ma proprio nell’impronta culturale e linguistica che poi è comune in tutta la Macedonia del nord.

Iniziano a costruirla durante il periodo bizantino, per poi ampliarla e rinforzarla durante l’occupazione ottomana. Al primo sguardo attirano l’attenzione le mura e le torri imponenti che chiaramente avevano un ruolo puramente difensivo. Nel corso della sua lunga storia però, ha subito diversi assedi e trasformazioni diventando un simbolo di resistenza e resilienza per la città.

Oggi le rovine della fortezza rappresentano un prezioso patrimonio storico e culturale della Macedonia del nord, attirano visitatori da tutto il mondo desiderosi di esplorare ciò che rimane ammirare la magnificenza delle antiche strutture difensive.

Cosa vedere nella fortezza di Skopje?

La fortezza è un labirinto dove le rovine stesse, le mura antiche e le torri raccontano la sua storia e la storia della città stessa. Tra le principali cose da vedere vi suggeriamo di partire proprio dalle mura della fortezza. E poi proseguire con i consigli che troverete in questo articolo.

Le mura di avvistamento della fortezza

Esse sono un esempio straordinario dell’architettura difensiva medievale. Le tecniche di costruzione utilizzate includevano grandi blocchi di pietra calcarea insieme ad altre pietre locali incastrate tra loro. Camminando lungo le mura potrete osservare diverse tecniche di costruzione utilizzate nei vari periodi storici.

Alcune sezioni delle mura della fortezza di Skopje risalgono all’epoca bizantina mentre altre sono state ricostruite durante il periodo ottomano. Le mura offrono protezione alla fortezza e allo stesso tempo vi guideranno offrendovi una splendida vista panoramica sulla città. Oggi molte porzioni di queste mura sono state restaurate per permettere ai turisti di esplorare al meglio la storia e l’architettura preservando allo stesso tempo tutta la loro storicità.

Cosa visitare a Skopje partendo dalla fortezza
Fonte: iStock
Cosa non perdere all’interno della fortezza di Skopje

Le torri di avvistamento

Le torri di avvistamento della fortezza sono tra le cose da vedere a Skopje, sono state costruite per proteggere ulteriormente la città dagli invasori. Le strutture sono imponenti e permettevano di avvistare da lontano gli invasori. Sono tra le più iconiche e rilevanti del complesso fortificato, costruite in vari periodi della storia della fortezza le torri che vediamo oggi risalgono principalmente al periodo ottomano.  Furono costruite utilizzando pietra calcarea e altri materiali, la costruzione robusta e l’architettura funzionale riflettono le tecniche difensive dell’epoca. Le funzioni principali includevano:  

  • l’osservazione e la sorveglianza, offrendo una vista panoramica permettevano alle guardie di avvistare per tempo potenziali minacce;
  • la difesa militare, le torri infatti servivano anche come postazione per gli arcieri che utilizzando le varie feritoie lungo il tragitto verso la loro sommità potevano colpire gli assalitori;
  • la comunicazione, fungendo anche da punti di segnalazione, venivano infatti usati segnali visivi per comunicare ed avvertire con altre parti della fortezza o con le città vicine.
  • Salite su una delle torri che offrono oggi una vista spettacolare per scattare foto memorabili mentre immaginate la quotidianità dei soldati che una volta erano addetti alla sorveglianza della città da punti strategici.

Gli scavi archeologici

Uno degli aspetti più affascinanti della fortezza di Skopje sono quelli che sono considerati a tutti gli effetti scavi archeologici, questi hanno rivelato reperti risalenti a varie epoche storiche. Alcuni dei reperti rinvenuti includono armi, monete e ceramiche che riflettono la vita quotidiana e le pratiche culturali delle popolazioni che hanno vissuto accanto alla fortezza negli anni.

I reperti  trovati sono visibili presso il museo della città di Skopje, offrono ai turisti e agli appassionati uno scorcio appassionante sulla costruzione e sulla evoluzione delle fortificazioni di Skopje nei secoli.

Cosa vedere nei dintorni della fortezza di Skopje

Sebbene la fortezza sia un’attrazione particolarmente amata, vi suggeriamo di dedicare un po’ di tempo a scoprire anche la città stessa che riserva più di una piacevole sorpresa. Cosa vedere nel centro di Skopje?

L’appena nominato museo della città, che si trova al centro della città ed è ospitato nell’edificio dell’ex stazione ferroviaria, è una delle principali istituzioni culturali della capitale macedone. Offre l’esposizione permanente di ceramiche, monete, armi e oggetti di uso quotidiano, mentre le mostre temporanee esplorano vari aspetti della storia, dell’arte e della cultura della Macedonia del nord.

La piazza Macedonia, la piazza è la più grande di tutto il paese, ospita eventi culturali e politici e le celebrazioni natalizie. Sono presenti i monumenti dedicati ai rivoluzionari Goce Delčev e Dame gruev, dalla piazza dirigetevi verso via Dimitar Vlahov, è una via pedonale splendida da vedere quando i ciliegi sono in fiore e poi verso la casa commemorativa di Madre Teresa.

Il vecchio bazar e i musei, dalla piazza spostatevi verso la sponda orientale del fiume Vardar, nel cuore della città vecchia troverete il vecchio bazar, uno dei mercati più antichi della Macedonia; nello stesso quartiere del vecchio bazar si trovano il museo della Repubblica della Macedonia e il museo di arte moderna.

Monte Vodno e la croce del millennio, situato nella parte sud occidentale di Skopje il monte Vodno è uno dei punti escursionistici più amati dai turisti e dagli amanti di questo sport. Per raggiungere la cima del monte oltre al trekking c’è il millennium bus e successivamente la funivia millennium cross, una volta arrivati in cima lasciatevi incantare dal panorama e dalla magnificenza della croce alta ben 66 metri, una delle croci cristiane più grandi al mondo.