Festa di San Patrizio, come festeggiare

Il 17 marzo si ricorda San Patrizio, patrono dell'Irlanda. Ecco come si festeggia.

Segnatevi questa data sul calendario: 17 marzo. È la festa di San Patrizio, il patrono dell’Irlanda. Si tratta di una ricorrenza che però ha da tempo superato i confini nazionali e che oggi si celebra in tutto il mondo. Si tratta di una festività che abbina religione e cultura. Da una parte si ricorda l’arrivo della cristianità in Irlanda, dall’altro le origini gaeliche di quelle terre. Si festeggia tradizionalmente con cibo, musica e soprattutto birra e il colore che non deve in alcun modo mancare è, naturalmente, il verde.

Ma andiamo alle origini della festa di San Patrizio. Il culto di questo santo si perde nel passato, ma la festa del 17 marzo è recentissima e risale al 1970. Pare che il vero nome di San Patrizio fosse Maewyn Succat. Venduto come schiavo all’età di 16 anni, si convertì al Cristianesimo. Dopo alcuni anni riuscì a fuggire e arrivò in Francia. Qui divenne prete e, successivamente, il secondo vescovo d’Irlanda. Per trent’anni si impegnò nella costruzione di scuole e chiese in tutto il territorio e permise la diffusione del Cristianesimo. Fu lui a introdurre l’immagine del trifoglio come simbolo della Trinità.

Per celebrare degnamente la festa di San Patrizio, come detto, non può mancare il colore verde. Non esiste alcun dress code, ognuno può indossare ciò che preferisce. L’importante è che ci sia almeno un richiamo al verde: dagli abiti eleganti ai capi più originali, vale tutto. Solitamente sono molto ricercate (soprattutto da chi non è irlandese) le magliette verdi con frasi legate all’Irlanda. Gli irlandesi prediligono t-shirt con marchi di birra. Chi volesse esagerare può recuperare un completo da leprecano, una sorta di gnomo, con tanto di cilindro, calzettoni bianchi e finta barba rossa. Se non amate gli eccessi, vanno bene anche polo con richiami verdi o biancheria intima verde. Sarebbe bene avere anche una spilla con il trifoglio appuntata sul petto.

La più grande sfilata in occasione della festa di San Patrizio si svolge a Dublino. Qui solitamente si organizzano festeggiamenti che durano fino a cinque giorni. In questo periodo la città si riempie di turisti. I pub sono pieni di clienti che non vedono l’ora di assaggiare l’ottima birra irlandese abbinata ai piatti tipici come il bangers and mash (salsiccia e purè di patate) o la Shepherd’s Pie (sformato di patate e agnello). Il tutto accompagnato dalla tradizionale musica celtica che vi farà fare un viaggio nel tempo alla scoperta delle origini della festa di San Patrizio.

Ma i festeggiamenti si svolgono anche a Belfast, Cork, Armagh e Downpatrick e in tutte le zone rurali dell’isola.

Anche in Italia esistono diversi luoghi dove si può celebrare questa festa così sentita proprio perché divertente, ricca di entusiasmo e fantasia. Tutti i pub irlandesi del nostro Paese celebrano San Patrizio con fiumi di Guinness. Inoltre, in molte città d’Italia la sera del 17 marzo vengono illuminatri di verde alcuni dei monumenti più famosi: il Colosseo di Roma, la Torre Pendente di Pisa, il Pozzo di San Patrizio e la Torre del Moro a Orvieto. In queste città per quest’occasione si organizzeranno molti eventi collaterali.

Festa di San Patrizio, come festeggiare