Edimburgo, cosa vedere nella capitale della Scozia

Ricca di fascino e di atmosfera, è una città da visitare

Edimburgo

Edimburgo

Con due milioni di turisti l’anno, Edimburgo – la capitale della Scozia – è la seconda città più visitata del Regno Unito dopo Londra. Gli italiani la trascurano un po’, ma questa città scozzese tutta rinnovata e moderna, è decisamente da visitare. Ricca di fascino e di atmosfera, è stata inserita dall’Unesco fra i siti patrimonio Mondiale dell’Umanità. La sua caratteristica principale è la varietà di spazi urbani che offre, frutto della sua storia, un mix di passato e presente, di tradizione e di innovazione.

Cosa vedere a Edimburgo

Edimburgo è una città affascinante, romantica e un po’ malinconica che ha saputo ispirare scrittori famosi di varie epoche da cui sono nati personaggi letterari leggendari, come Sherlock Holmes, Dr Jekyll e Mr Hyde e Harry Potter.

Ecco cosa vedere assolutamente in questa bellissima città.

Il Castello di Edimburgo e il Palazzo di Holyroodhouse

Il nucleo medievale della città – la Old Town – si è costituito attorno all’imponente castellouno dei più famosi della Scozia – edificato sulla sommità di un cono vulcanico, chiamato Castle Hill, una collina i cui primi abitanti (le testimonianze più antiche risalgono all’850 a.C.) furono probabilmente attratti proprio dalla presenza di questa altura difensiva naturale. Attraversando il ponte levatoio sarete condotti agli Honours of Scotland e alla leggendaria Pietra del Destino su cui sono stati incoronati tutti i reali scozzesi.

Dal Royal Mile, strada principale del centro lunga appunto circa un miglio, fuoriescono i tanti “closes”, vicoli stretti e ripidi che scendono verso la base della collina attraverso interminabili scalinate e sfocianti in piazzette, palazzi medievali e strutture gotiche. Alla fine di questa strada c’è il Palazzo di Holyroodhouse, la residenza ufficiale in Scozia della regina Elisabetta, dove Maria Stuarda, regina di Scozia venne incarcerata prima della sua morte improvvisa.

Lo Scotch Whisky Heritage Centre

Che siate amanti o no dello scotch, il famoso whisky scozzese, non potete perdervi lo Scotch Whiskey Heritage Centre dove potrete conoscere la storia di questo celebre liquore, i segreti della sua lavorazione e godervi una gustosa degustazione.

Il Parlamento scozzese

Il Castello di Edimburgo, oltre che con il Palazzo di Holyroodhouse, è collegato al moderno edificio del Parlamento scozzese: una struttura in acciaio, granito e quercia ai piedi del Royal Mile realizzata dagli architetti Miralles-Tagliabue e considerata una delle più importanti opere di architettura di arte contemporanea.

Il Museo degli Scrittori e il Makars’ Court

L’Unesco ha definito Edimburgo la Città della Letteratura. Quindi, come poteva non avere un museo interamente dedicato ai più celebri scrittori scozzesi? Qui, sono custoditi i manoscritti e i ricordi personali di Sir Walter Scott, Robert Burns e Robert Louis Stevenson dalla cui penna nacque “Lo strano caso del Dr. Jeckyll e Mr. Hyde”.

La Cattedrale di St.Giles

Questa cattedrale in stile gotico, intitolata al patrono della città, viene considerata la culla del Presbiterianesimo scozzese. L’atmosfera grigia e rigorosa contrasta con le alte e coloratissime vetrate e i legni e le pietre colorate che adornano la Cappella del Cardo, edificata a inizio Novecento per i Cavalieri dell’ordine del Cardo, una congregazione nobile e antichissima.

Le Gallerie Nazionali Scozzesi

Le Gallerie Nazionali Scozzesi sono ben cinque e si trovano in diversi angoli della città di Edimburgo. Se amate l’arte e i capolavori dei pittori europei e internazionali rimarrete estasiati davanti alle opere di Monet, Tiziano, Gauguin e altri, custodite nella National Gallery of Scotland e nella limitrofa Royal Scottish Academy. Se siete più interessati agli ultimi 500 anni della storia scozzese, potrete ripercorrerli attraverso i ritratti dei personaggi più importanti, a partire da Robert Burns fino a Sean Connery.

Vi piace l’arte moderna e contemporanea? Allora le Gallerie Nazionali Scozzesi più adatte sono la National Gallery of Modern Art e la Dean Gallery.

La New Town di Edimburgo

Nel corso degli anni una maglia di strade ortogonali si è sviluppata ai piedi del castello parallelamente alla Princes Street, via dello shopping e vero spartiacque tra l’ordine e l’armonia neoclassici e il tortuoso disegno del vecchio centro storico. Un sobrio ed elegante sviluppo urbanistico, che raddoppia la dimensione della città. porta in pochi decenni la “New Town” di Edimburgo a imporsi presto all’attenzione internazionale, diventando un mirabile prototipo di ampliamento urbano da seguire o a cui fare riferimento per simili interventi di taglio neoclassico dell’epoca.

Passeggiando per questa nuova parte di città si apprezza la sequenza di spazi aperti progettati, curatissimi giardini sui quali si affacciano palazzi dagli angoli smussati, forme arrotondate che abbracciano altre squadrate, finestre che fuoriescono dalle nobili facciate per catturare più luce naturale possibile, elemento che da queste parti purtroppo spesso scarseggia tutto l’anno.

Cosa fare a Edimburgo e dintorni: piccole chicche da non perdere

Ci sono alcune cose che vale la pena di fare e di vedere quando ci si trova in una città magica come Edimburgo. Oltre alle grandi attrazioni che tutti i turisti amano e vogliono vedere, ci sono delle piccole chicche che sarebbe un vero peccato perdere.

Dean Village

Questa è una delle zone più affascinanti della città, perfetta per chi ama la natura e le lunghe passeggiate. Water of Leith è un percorso che vi permetterà di camminare o andare in bicicletta in mezzo al verde, assaporando pace e tranquillità tra le case, il fiume, i vecchi ponti e le barche colorate.

Calton Hill

Se volete immortalare tutta la bellezza di Edimburgo in uno scatto, il luogo in cui andare è Calton Hill. Sulla cima di questa collina troverete il Monumento a Nelson e il National Monument un’acropoli mai terminata e conosciuta dagli abitanti della città come la Disgrazia di Edimburgo.

Victoria Street

Victoria Street è una sinuosa strada in discesa contornata da edifici dai colori vivaci, librerie, café e negozietti. Percorrendola tutta arriverete al Grassmarket, dove potrete assaggiare tante specialità gastronomiche, birre artigianali e fare acquisiti nei bellissimi negozi vintage. Non mancate al mercato del sabato mattina!

Duddingston

Non è né un quartiere né una via di Edimburgo ma un piccolissimo villaggio con un suggestivo lago e una riserva naturale. Vale una visita non solo per il paesaggio ma anche per una puntatina al The Sheep Heid Inn, il pub più vecchio della Scozia aperto nel 1360.

Cramond

Anche questo luogo si trova poco lontano da Edimburgo e si affaccia sul mare. Qui si trovano delle fortificazioni risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. Se la marea è bassa, percorrete il sentiero che conduce fino a una isoletta ma attenzione, tenete sotto controllo il tempo: non è raro che i turisti restino bloccati sull’isola con l’arrivo della marea!

Cosa mangiare a Edimburgo

La cucina tradizionale scozzese è ricca di specialità gustose e invitanti. Molto famoso l’haggis, un piatto molto speziato a base di carne e con contorno di rape e patate. Non mancano il pesce fresco e i frutti di mare, Ma se siete amanti della carne allora avrete l’imbarazzo della scelta tra pernici, agnello, fagiani e bistecche di bovino Aberdeen Angus.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Edimburgo, cosa vedere nella capitale della Scozia