Cosa vedere a Gunzburg, viaggio al centro della Baviera

Gunzburg è una bella città incastonata tra il Danubio e il fiume Gunz nella Baviera, dove storia, arte e divertimento la rendono una meta perfetta da visitare

Gunzburg deve il suo nome al fiume che la attraversa e a poca distanza dal cuore della città si unisce al corso del grande Danubio, creando un confine naturale che in passato ha segnato il territorio di regni e imperi. Situata nel nord della Baviera, Gunzburg è una delle mete preferite dei turisti che attraversando questa bella regione delle Germania, si fermano per ammirare il suggestivo centro storico e, soprattutto, il grande parco divertimenti di Legoland.

La storia di Gunzburg è molto antica e le prime testimonianze archeologiche datano la presenza di alcuni insediamenti celtici attorno al III secolo a.C. che vennero successivamente inglobati nel sistema difensivo del limes germano-retico che proprio sul Danubio segnava il confine tra romània e barbària, tra terre “civilizzate” e il regno dei misteriosi germani. Nel corso del medioevo Gunzburg crebbe di importanza e si sviluppò l’impianto urbano, che sopravvive ancora oggi, grazie alla formazione di un importante snodo economico seguito all’edificazione di una rete di importanti fortificazioni e castelli nobiliari tutto attorno all’area urbana.

Dal 2002, da quando è stato aperto il parco divertimenti Legoland, dedicato ai mattoncini da costruzioni più famosi del mondo, il flusso turistico nella regione di Gunzburg è enormemente aumentato, fino alla impressionante cifra di 1,3 milioni di visitatori arrivati negli ultimi anni, rendendo la città una delle mete più visitate di tutta la Baviera. In questa guida scopriremo le mete da non perdere e le attrazioni più interessanti di Gunzburg in un viaggio nel cuore della Baviera.

Il centro storico di Gunzburg ha mantenuto l’aspetto tipico dei borghi della Baviera, con le caratteristiche case dalle facciate colorate strette in schiere eleganti lungo le principali vie della città, a creare una variopinta cornice delle strutture più antiche che mostrano il loro suggestivo aspetto gotico. Sebbene abbia subito gli esiti nefasti dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, il cuore del centro è stato ricostruito con attenzione filologica per riportarlo all’antico splendore e oggi consente ai visitatori che si avventurano per le stradine lastricate di respirare l’aria della Baviera del passato.

Il monumento più celebre della città è il suggestivo Castello del Margravio, attuale sede del tribunale di Gunzburg, un’elegante struttura realizzata dalla famiglia reale degli Asburgo nel Cinquecento come residenza estiva. Sebbene buona parte dell’edificio originale sia andata perduta è ancora possibile ammirare lo sfarzo e l’imponenza della facciata della fortezza, simbolo della potenza della casata. Accanto al castello si possono vedere le strutture che un tempo facevano parte della cappella privata degli Asburgo, uno dei pochi esempi di architettura religiosa rinascimentale in Baviera.

Un’altra struttura difensiva molto importante e interessante da visitare è il Reisensburg, un’antica fortezza trasformata nel corso dell’Ottocento in una sede universitaria nell’area della città più vicina al Danubio. Il castello è uno dei più antichi della regione e sotto le sue fondamenta sono persino stati ritrovati reperti archeologici che testimoniano di una presenza umana di oltre 4.000 anni fa. Oggi il castello si presenta come una tipica struttura fortificata bavarese, con le eleganti mura perimetrali intonacate di bianco, circondato da alte torri quadrate dal tetto a cuspide e sormontate dal corpo centrale del mastio che ha mantenuto il suo robusto aspetto gotico.

Tornando invece nel centro storico si può passare sotto la maestosa Kuhturm, la porta di accesso settentrionale della città, sormontata da una grande torre esagonale innalzata nel 1600 come punto di avvistamento rialzato rispetto alle mura urbane. Appena oltre la porta si può raggiungere l’edificio religioso più importante di Gunzburg, Frauenkirche, ricostruita dall’architetto Dominik Zimmermann sulle fondamenta di una chiesa più antica in splendido ed elegantissimo stile rococò.

Oltre a essere la chiesa principale della città la Frauenkirche è un magnifico esempio di architettura e arte settecentesca, con gli spettacolari affreschi delle volte della navata centrale che creano un‘incredibile sensazione di leggerezza e spaziosità. Il campanile della chiesa è molto interessante poiché alla sua base è possibile ancora riconoscere il basamento della più antica chiesa gotica che un tempo si trovava in questa posizione.

Se si vuole approfondire la storia più antica di Gunzburg allora la meta perfetta è il Heimatmuseum Günzburg, l’istituzione museale che raccoglie una vastissima collezione spaziando da reperti paleontologici fino ai ritrovamenti di età romana e numerosi esempi di mobilio settecentesco. Questo museo è il vero e proprio custode della memoria della città, ospitando tra i suoi reperti più importanti la stele che riporta il primo nome di Gunzburg, “Gontia”, e la ricostruzione in scala 1:1 di un cimitero romano.

Infine l’attrazione più famosa di Gunzburg, Legoland, il parco divertimenti a tema Lego che copre un’area di oltre 40 ettari dove si possono trovare un’incredibile quantità di attrazioni tutte realizzate rigorosamente in mattoncini: Imagination Center, Miniland, LEGO X-treme, LEGO City, Regno dei cavalieri, Adventure Land, e la Terra dei pirati. Oltre a vere e proprie città a misura di bambino realizzate in lego si possono visitare le suggestive ricostruzioni delle principali città Europee, cinema, ristoranti e spazi giochi dove i più piccini potranno passare ore di divertimento assicurato.

Cosa vedere a Gunzburg, viaggio al centro della Baviera