Cosa fare ad Augusta in Germania: i musei da non perdere in città

Augusta in Germania è una delle città dove si possono ammirare gli esiti più spettacolari del rinascimento in area tedesca.

Augusta, in tedesco Augsburg, è una delle principali città della Baviera, in Germania, e precisamente è il capoluogo della ricca regione della Svevia ai piedi delle Alpi, una regione dove ambiente naturale e la storia delle comunità locali hanno saputo convivere in un meraviglioso equilibrio reciproco. Augusta è una delle città in Germania dove è più evidente la traccia lasciata dal passato rinascimentale che tra la fine del Quattrocento e l’inizio del Seicento ha profondamente modificato l’aspetto urbano e ha donato alcuni dei monumenti più suggestivi di tutta la regione, come la magnifica basilika Sankt Ulrich und Afra.

Se per cogliere le tracce più imponenti di questo passato è sufficiente fare una passeggiata per le strade di Augusta, visitando i suoi splendidi musei e gallerie si può conoscere nel dettaglio la grande e importante storia dietro questa città gioiello della Baviera. In questa guida indicheremo i musei più interessanti e le istituzioni culturali da non perdere in un viaggio ad Augusta in Germania.

Museo di Belle Arti di Augusta, la principale galleria d’arte moderna della città, un vero e proprio tempio dell’arte di area tedesca tra Quattrocento e Seicento con capolavori di artisti del calibro di Hans Holbein il Vecchio, Lucas Cranach, Albrecht Durer e Hans Burgkmair. Molte opere conservate sono a tema religioso e testimoniano la grande elaborazione artistica e teologia nel cuore delle terre dove il rapporto tra Riforma Protestante e Controriforma cattolica investì pesantemente ogni ambito della vita della città.

Il museo è ospitato nella magnifica cornice del Palazzo Schaezler, un’elegante residenza di un ricco banchiere di Augusta, realizzato nel Settecento in uno stupendo stile rococò ricco di decorazioni in stucco. Il palazzo ospita anche numerose altre istituzioni culturali, come la Fondazione Haberstock e la Galleria dei vecchi maestri tedeschi che conservano opere straordinarie di Tiepolo, Veronese e Durer, tra cui il celebre ritratto di Jakob Fugger il Ricco.

Museo di antichità romane, la più importante collezione di tutta la Germania meridionale, dedicata alle antichità romane provenienti dagli scavi effettuati in città. Un museo che permette di scoprire la storia della fondazione di Augusta da parte dell’imperatore romano Augusto come primo insediamento militare a poca distanza dal confine dell’impero. L’istituzione raccoglie una ricca selezione di statuaria, monete, armi antiche e lapidi, che legano a doppio filo la storia di un piccolo insediamento con la capitale dell’impero.

Museo Fugger, uno dei musei più spettacolari di Augusta. Narra le vicende di due famiglie che per prestigio, ricchezza e influenza hanno plasmato la storia stessa della città, i Fugger e i Welser. Il museo, ricco di piattaforme multimediali e dedicato ad un approccio interattivo è un vero e proprio tuffo nell’età dell’oro di Augusta, quando all’inizio del Rinascimento divenne uno dei centri più importanti della galassia di stati dell’Impero Germanico e le Famiglie Fugger e Welser acquisivano potere e prestigio, abbellendo le residenze e la città stessa.

Museo del Burattino, il museo più caratteristico di Augusta, dedicato alle marionette e ai burattini del teatro di burattini della città. È il più famoso e visitato d’Europa sul genere. Oltre che vedere da vicino la realizzazione di un burattino o di una marionetta il museo offre ai piccoli visitatori un vero tour nel teatro per scoprire ogni segreto di questa arte antica e meravigliosa.

Museo di Bertolt Brecht, la casa museo del grande scrittore e drammaturgo tedesco, dove Brecht nacque nel 1899. Oggi conserva una straordinaria mostra di cimeli, locandine teatrali, manoscritti e fotografie che ripercorrono l’intera sua vita. Tra le sale più interessanti si può visitare la camera da letto allestita ancora come la lasciò la madre di Brecht nel 1960.

Museo Man dell’Industria, un museo sulla storia dell’industria tedesca che raccoglie macchinari, immagini, tavole informative e modelli facendo fare ai visitatori un tuffo attraverso 200 anni di evoluzione tecnica. I mezzi conservati al museo sono il fiore all’occhiello della collezione, ma oltre al percorso museale si può visitare la fototeca e l’archivio dell’istituzione che custodiscono una impressionante quantità di materiale che testimonia l’incredibile avventura dello sviluppo della tecnologia in Germania e non solo.

Museo Maximilian, all’interno di due antiche dimore patrizie realizzate nel corso del Cinquecento da alcune delle famiglie più potenti di Augusta; è dedicato alla storia della città attraverso le tradizioni materiale e le arti “minori”. Fra gli oggetti esposti si possono citare gli straordinari di modellini originali in legno realizzati dall’architetto Elias Holl per progettare il nuovo volto di Augusta e una ricchissima collezione numismatica con monete d’oro e d’argento risalenti alla fine del XVI secolo.

Casa Museo Mozart, la casa natale del padre di Wolfgang Amadeus Mozart, Leopold, che nacque proprio in questa città nel 1719. Nella casa museo è possibile visitare una ricca mostra che oltre ripercorrere la storia della famiglia Mozart, espone moltissime testimonianze, oggetti e documenti che permettono di conoscere da più vicino la vita quotidiana di uno dei più grandi musicisti della storia.

Lutherstiege, il museo dedicato alla figura e all’attività riformatrice di Martin Lutero e offre al pubblico una ricchissima collezione di oggetti, libri antichi, documenti e opere d’arte che permettono di seguire l’intero svolgersi della Riforma Protestante attraverso le testimonianze dell’epoca. Dall’inizio del 2017 in occasione del 500° anniversario della Riforma è presente una nuova esposizione con pezzi mai esposti e postazioni multimediali.

Cosa fare ad Augusta in Germania: i musei da non perdere in citt...