In Italia c’è una cascata con un’aria limpida quanto quella dell’Artide

Situata in Alto Adige, questa splendida cascata è incastonata tra la vegetazione rigogliosa: qui l'inquinamento non è mai arrivato e l'aria è limpidissima

Foto di Giulia Sbaffi

Giulia Sbaffi

Web Content Editor

Web content writer, da sempre appassionata di storie e di viaggi.

La forza incredibile dell’acqua, che spumeggiante si tuffa a valle infrangendosi tra le rocce, è uno degli spettacoli più suggestivi che la natura ci offre. Il patrimonio paesaggistico italiano vanta numerose cascate, delle vere oasi di pace e tranquillità. Una delle più belle si trova in Alto Adige, ed è un gioiello dove l’aria è così limpida da somigliare a quella dell’Artide, uno degli ultimi luoghi davvero incontaminati al mondo. Andiamo alla sua scoperta.

La cascata di Parcines, perla della natura

Tra le tante splendide cascate italiane da ammirare, ce n’è una davvero speciale: stiamo parlando della cascata di Parcines, una delle più belle dell’intero arco alpino. Situata in Alto Adige, si trova a due passi da un piccolo centro abitato da cui prende il nome, e a pochi chilometri di distanza da una meta turistica molto rinomata, la cittadina di Merano. Qui, nel cuore selvaggio della Val Venosta, uno spumeggiante tuffo d’acqua alto quasi 100 metri regala un’emozione incredibile ai tanti turisti che vi giungono davanti, dopo una meravigliosa passeggiata tra i boschi.

Incastonata tra le montagne, la cascata è davvero imponente: in primavera, quando la natura si risveglia e le nevi si sciolgono, viene alimentata da ben 6.000 litri d’acqua al secondo, i quali si riversano a valle con uno scroscio che rompe il silenzio incantevole. Non potrebbe esserci spettacolo più affascinante, e la magia non finisce qui. Nei dintorni, ci sono tante altre cascatelle da scoprire, tutte immerse nella vegetazione più rigogliosa, e collegate da sentieri che offrono agli amanti del trekking un’opportunità imperdibile per fare un po’ di attività all’aria aperta.

Cosa fare e cosa vedere nei dintorni

La cascata di Parcines vanta una caratteristica davvero particolare: lontana da qualsivoglia fonte di smog, ha delle acque cristalline di altissima qualità e un’aria così limpida che sembra di stare nell’Artide. Le analisi condotte dall’Università Ludwig Maximilian di Monaco di Baviera dimostrano che il microclima sviluppatosi attorno alla cascata è un vero toccasana per disintossicarsi dall’inquinamento di città. Insomma, questo è il luogo migliore dove fare un bagno nella natura e tornare a respirare a pieni polmoni.

Dopo un’escursione alla scoperta di questa incantevole cascata, ci si può concedere qualche altra esperienza interessante in Val Venosta. Da non perdere è una visita al borgo di Parcines, che giace all’ombra delle cime del Gruppo di Tessa. È qui che si trovano alcune architetture davvero affascinanti, come la bella Chiesa di San Giacomo, capolavoro tardogotico eretto nel ‘500: al suo interno sono custodite pregiate opere d’arte. Molto suggestivi sono poi i castelli medievali che punteggiano il territorio. Uno è il Castello Spauregg, costruito nel XII secolo e cinto da un parco lussureggiante. Mentre il Castello Stachelburg, che risale al XIV secolo, è oggi stato trasformato in un’azienda vinicola.

Allontanandosi solo di qualche chilometro, si può infine fare una passeggiata presso il centro storico della splendida Merano. La città, incastonata anch’essa tra le Alpi, è da sempre considerata un luogo di cura per il suo clima mite e l’aria pulita. Tra i monumenti assolutamente da visitare ci sono il Duomo di San Nicolò e il Kurhaus, l’antica casa di cura realizzata in stile liberty nella seconda metà dell’800 e poi ristrutturata nel corso di tutto il ‘900, sino ad avere ben 13 sale in grado di ospitare circa 1000 persone.