Albania, perché andare in vacanza a Valona quest’estate

Valona o Vlora, in albanese è una delle mete di mare più frequentate dell’Albania d’estate

Valona (o Vlora, in albanese) è una delle mete di mare più frequentate dell’Albania d’estate e si trova lungo la costa meridionale, all’inizio di quella che viene chiamata Riviera albanese. Il lungomare, con la sua bellissima passeggiata, è ormai costeggiato da nuovi condomini per i vacanzieri che scelgono questa città per trascorrervi le ferie.

La spiaggia, di sabbia mista a sassi, è molto lunga – si tratta della baia più lunga dell’Albania – e durante i mesi estivi è allestita con lettini e ombrelloni. Locali e ristoranti costeggiano il lungomare e offrono tantissime alternative per chi alloggia negli hotel e desidera trascorrere le serate cenando fuori o ai tavolini dei bar all’aperto.

valona-spiaggia-attrezzata

La spiaggia attrezzata a Valona

Ma Valona ha la fortuna di trovarsi proprio nel punto in cui le acque del Mare Adriatico incontrano quelle cristalline del Mar Ionio e dove la costa inizia a cambiare, passando da una distesa dritta e piatta a un susseguirsi di rocce frastagliate e di angoli selvaggi.

Chi decide di trascorrere le vacanze a Valona può dunque scegliere una spiaggia più tradizionale, come quella di Plazhi i Vjeter e quella di Plazhi i Ri oppure angoli nascosti e incontaminati, dove per entrare nell’acqua è necessario farsi strada sulle rocce o, nel migliore dei casi, scendere le comode scalette – il più delle volte messe a disposizione dagli hotel – che si inabissano nel mare limpido. Alcune calette sono invece raggiungibili solo via mare.
Plazhi i Vjeter è una distesa di sabbia costeggiata da pinete ed è una spiaggia totalmente libera, perfetta per chi desidera rilassarsi e per chi ama fare snorkeling perché al largo della costa si trovano alcuni relitti sommersi da esplorare.

Ksamil-albania-spiaggia

Angoli di spiaggia incontaminati

Invece, Plazhi i Ri è la spiaggia attrezzata di Valona, con diversi stabilimenti balneari ed è perfetta per chi è alla ricerca di divertimento, musica, locali, street food e movida. E poi c’è la spiaggia di Radhima, un tratto ghiaioso con stabilimenti ma anche una parte libera.

A Sud della città, lungo la strada che arriva a Saranda, ci sono invece le spiagge più solitarie, veri e propri angoli di paradiso. Come Uji i Ftohte, che significa “acqua fredda”, perché proprio qui si incontrano ben 40 sorgenti di acqua che sbucano dal fondo del mare. Due chilometri di costa rocciosa completamente libera. Ma il bello di questa zona di Albania è quello di partire alla scoperta di angolini nascosti e solitari dove godersi la bellezza del mare tutto per sé.

Scalette per tuffarsi nel mare

Valona non è solo una meta di mare però. Fu un’antica colonia greca nel VI secolo a.C. quando si chiamava Aulona, e fu per un breve periodo anche Capitale del neonato Stato albanese sotto il protettorato italiano. Fu proprio qui che il 28 novembre 1912 fu proclamata la dichiarazione di indipendenza dell’Albania.

Il legame con l’Italia qui è molto forte. I nostri militari erano di stanza nel Paese anche durante la Seconda Guerra Mondiale e la maggior parte della popolazione parla italiano. È questo uno dei tanti motivi per cui l’Albania, che solo negli ultimi anni ha iniziato a sviluppare il turismo balneare, è una meta sempre più scelta dai nostri connazionali per le vacanze estive, oltre ad essere vicina e ancora piuttosto economica. Ma anche perché Valona è la città che meno dista dall’Italia. Dalla costa del Salento, infatti, sono solo 90 chilometri e il suo porto è il secondo più importante dell’Albania dopo quello di Durazzo ed è collegato con i traghetti che partono da Brindisi.

valona-monumanto-indipendenza

Il monumanto dedicato all’Indipendenza

Albania, perché andare in vacanza a Valona quest’estate