Vacanze invernali, caldo e sole: Dubai, consigli e mini guida

Dubai è sicuramente una città molto affascinante ed esotica agli occhi di molti viaggiatori europei che si recano a visitarla durante i mesi invernali

La città di Dubai è sicuramente l’esempio più meraviglioso di un boom economico degli ultimi decenni. Nonostante 30 anni fa nella zona dell’odierna Dubai vi fossero solo molti deserti, al giorno d’oggi la città è sovrastata da magnifiche strutture che si ergono sull’immenso centro urbano raggiungendo altezze considerevoli. Dubai è un centro finanziario mondiale, dove vengono conclusi molti affari milionari. Tuttavia, Dubai non è solo grattacieli e immensi spazi per fare shopping, acquistando degli oggetti a prezzi relativamente equilibrati. Dubai è anche un valido rifugio per tutte quelle persone che vogliono fuggire dal fastidioso freddo invernale tipico dell’Europa e dell’America settentrionale. Recandosi nella grande città degli Emirati Arabi Uniti, si può scoprire la sua immensa evoluzione degli ultimi anni.

In alcuni vicoli ci sono ancora delle piccole case che caratterizzavano questa città prima del boom economico che l’ha portata a essere un immenso centro d’affari. Queste piccole case si uniscono perfettamente ai grandi (e luminosi) grattacieli di Dubai che sembrano arrivare addirittura a toccare il cielo. Nel corso del tempo Dubai è diventata celebre per i suoi molti negozi, tanto da essere anche un’importante capitale mondiale dello shopping. Vicino alle coste di Dubai ci sono molte isole artificiali che coprono una superficie di circa 120 chilometri. E altre isole sono ancora in via di costruzione: saranno presto utilizzate per costruire nuovi immensi grattacieli. Per entrare negli Emirati Arabi Uniti non serve recarsi presso l’Ambasciata di questo Stato a Roma.

Basti presentare agli ufficiali di frontiera il passaporto del cittadino italiano valido per almeno altri 6 mesi dal momento d’ingresso nello Stato. Le autorità degli Emirati Arabi Uniti emetteranno una Visit Visa, che permetterà ai turisti di soggiornare sul territorio di questo grande Stato per un massimo di 60 giorni. Tale periodo potrà essere prolungato per 30 giorni pagando circa 600 dollari degli Emirati Arabi. La stagione migliore per visitare questa città va da novembre a marzo, quando il clima è leggermente più fresco, non vi è più il tipico caldo afoso, ma ci si può comunque rilassare sotto il sole degli EAU, visto che le temperature di Dubai restano comunque di molto superiori a quelle invernali europee. Prima di viaggiare verso gli Emirati Arabi Uniti è anche meglio informarsi a proposito del Ramadan, per non restare a digiuno un intero mese.

Per raggiungere la città di Dubai il mezzo più utilizzato è sicuramente l’aereo. Vi sono diverse rotte aeree dalle principali città europee, come Berlino, Londra o Parigi verso l’aeroporto di Dubai City, sicuramente il più vasto dell’intera zona. In alternativa, si può raggiungere in aereo uno Stato limitrofo agli Emirati Arabi Uniti e quindi spostarsi via autobus. Tuttavia, questa soluzione è sconsigliata per due motivi. Il primo è che viaggiare in autobus con il tipico caldo del desto è un’esperienza che fa stancare molto. Il secondo motivo è che in tal caso si potrebbe addirittura pagare di più. Inoltre, recandosi in questa città bisogna sempre ricordare che si è sul territorio di uno Stato sì moderno, ma comunque molto legato alle proprie tradizioni mussulmane. Per questo le donne dovrebbero comunque vestirsi in maniera meno libera e più tradizionale.

Fuori da Dubai City l’atteggiamento conservatore cresce a dismisura. Viaggiare negli Emirati Arabi Uniti è sconsigliato per tutte le persone omosessuali, poiché l’omosessualità qui è illegale. Per strada si possono vedere due uomini tenersi per la mano, ma questo negli EAU non indica un atteggiamento omosessuale. Per il resto, la città è comunque molto libera e aperta. In questa città degli EAU vi sono anche diverse strutture allestite per i diversamente abili. Si può vedere la lista completa di queste strutture presso il Dipartimento del Turismo e del Commercio di Dubai. Le principali attrattive turistiche di Dubai posseggono delle strutture per facilitare l’accesso alle persone con varie disabilità. Alcuni taxi di Dubai possono ospitare le sedie a rotelle.

La visita di Dubai deve comprendere alcuni posti universalmente famosi, come la Burj Khalifa. Si tratta dell’edificio più alto del mondo, con ben 124 piani e circa 828 metri d’altezza. Non salire in cima a questo edificio è come non esserci stati affatto a Dubai. Il biglietto con prenotazione costa circa 25 euro. Scendendo dalla Burj Khalifa si consiglia di recarsi presso la Dubai Creek: un’insenatura che divide le due parti della città, quella antica e quella moderna. Se si riesce, si può anche prendere in considerazione l’idea di visitare il Burd al Arab, un hotel lussuoso con una valutazione di ben 7 stelle. E per finire con la visita di questa città, si potrebbe visitare lo Ski Dubai – Mall of Emirates, un complesso in cui è possibile praticare gli sport invernali in mezzo alle dune del deserto.

Vacanze invernali, caldo e sole: Dubai, consigli e mini guida