Arriva il tubo-hotel: metà albergo, metà campeggio

Una moda che prende sempre più consensi da parte dei turisti alla ricerca di alloggi insoliti

tubo-hotel-402Dormireste in un tubo? Idea originale quanto accomodante questa che si sta diffondendo e che prende sempre più consensi da parte dei turisti per particolarità ed efficienza.

Tutto nasce dai Das Park Hotel austriaci, alberghi davvero particolari. Parliamo di gigantesche tubature usate un tempo come scarichi e ora tramutati in veri e propri alloggi dal design incantevole. Dipinti, ripuliti ed ecco che vicino al Danubio vi accoglie questo splendido camping eco-chic, sempre più famoso, nel comune di Ottensheim.

L’idea che ha riscosso grande successo è stata di Andreas Strauss, nel 2004. Ma come si dorme in un tubo? Si entra digitando un numero su una tastiera elettronica, codice che vi verrà fornito dal sito Internet al momento della prenotazione.

Il letto è per 2 e lo stile minimal, comprensivo di sacco a pelo, ma per le toilette dovrete adattarvi fuori. La struttura è aperta quindi da maggio a ottobre.

E dall’Austria la moda si diffonde al Centro America, più precisamente in Messico, dove chi ama il genere potrà davvero sbizzarrirsi nel Tubo Hotel. La struttura si trova a Tepoztlan, a soli 45 minuti da Città del Messico e qui vi attendono grossi tubi di cemento dal design davvero innovativo, spesso sovrapposti tra loro, a formare camere con grandi oblò dotati anche di stanze matrimoniali termicamente isolate. Anche qui però le toilette si trovano in tubi esterni.

Dormire in un tubo di certo resterà un’esperienza indimenticabile, si trattasse anche solo di una notte.

Arriva il tubo-hotel: metà albergo, metà campeggio