Come trovare lavoro in Canada

Quanti hanno intenzione di lavorare in Canada troverà un ambiente ospitale e ricco di opportunità per i giovani. Ecco le migliori opzioni lavorative

Coloro che intendono lavorare in Canada molto spesso decidono di partire verso un territorio carico di opportunità, con la volontà di cambiare radicalmente la propria vita e fare carriera nel Nord America. Il territorio canadese è ricco di stimoli e spunti culturali, che faranno felici quanti non si sentono contenti della loro situazione in Italia e intendono ripartire dalle offerte presenti in città come Toronto e Montreal. Innanzitutto, va fatta una doverosa premessa che riguarda l’età di quanti partono per i lidi canadesi in cerca di lavoro, il Working Holiday Visa. Si tratta nello specifico del permesso di lavoro temporaneo per i giovani con un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, che consentirà loro di muoversi e viaggiare all’interno dei confini canadesi per un intervallo temporale stimato in 6 mesi. Per ottenerlo è necessario essere cittadini italiani in possesso di un passaporto valido, avere un’assicurazione sanitaria che copra l’intero intervallo della propria permanenza canadese e avere almeno 2.500 dollari canadesi sul proprio conto, necessari a coprire le spese che devono essere espletate in caso di soggiorno semestrale in Canada. Chi intende viaggiare come turista verso il Canada e non come studente o lavoratore, può richiedere dal marzo 2016 il certificato online Electronic Travel Authorization (o ETA), che ha una durata di cinque anni e costa 7 dollari canadesi, oppure può essere effettuato alla scadenza del passaporto.

Se il soggiorno in Canada non è finalizzato a motivi di svago o turistici, ma viene effettuato allo scopo di trasferirsi per lavorare, allora è bene ottenere il visto per la permanenza sul suolo nord americano. Le condizioni per le quali si può ottenere un visto per il Canada sono due: bisogna già essere in possesso di un contratto di lavoro oppure è necessario avere una qualifica e soddisfare determinati requisiti. Nel primo caso viene rilasciato un permesso lavorativo, con durata circoscritta per un certo lasso di tempo e che ha validità specifica per un determinato lavoro. Va detto che non tutte le processioni canadesi necessitano di un permesso di lavoro, dato che per esempio gli atleti o gli allenatori, i giudici o coloro che sono impegnati nella sanità non devono espletare tale pratica. In caso contrario, è necessario ottenere il labour market opionion, noto al grande pubblico pure come LMO, importante documento che attesta la possibilità per un lavoratore di assumere colui che arriva in Canada per vivere la propria esperienza professionale.

Quanti intendono trasferirsi in Canada per lavoro e non hanno un contratto professionale devono dimostrare di possedere un’esperienza già presente nel mondo lavorativo. Non è tutto, dal momento che è necessario pure dimostrare di avere un sufficiente grado di istruzione (a volte viene richiesta la laurea, soprattutto nelle professioni più elevate) e un’ottima conoscenza della lingua inglese, quella ufficiale del Paese. Potrebbe essere di grande aiuto pure saper parlare correttamente il francese, dato che esso è la lingua principale del Québec ed è conosciuto dalla maggior parte dei canadesi, compresi che vivono nella capitale Ottawa , che è perfettamente bilingue. Coloro che sono in possesso dei requisiti minimi saranno così sottoposto a una domanda che consentirà il lavoro temporaneo in Canada e basata su diversi fattori di selezione. Una volta vagliate l’età, l’educazione, le conoscenze linguistiche e l’adattabilità del candidato è necessario ottenere almeno 67, punteggio minimo per fruire per avere finalmente sotto mano la domanda di lavoro temporaneo. A questo punto rimarrà solo da affrontare l’eventuale colloquio di lavoro e, in caso di responso favorevole, iniziare la propria esperienza professionale canadese.

Trovare un lavoro in Canada non è così difficile, dato che si tratta di un mercato piuttosto fluttuante e aperto verso l’arrivo di persone dall’estero. Nel 2013 il tasso di disoccupazione era solo del 7%, uno dei dati più bassi degli ultimi 10 anni, indicatori di ottimo stato di salute della professionalità sul suolo canadese. I motori di ricerca per il lavoro sono numerosi e possono essere degli ottimi indicatori per sapere se esistono dei posti di lavoro in grado di soddisfare le proprie competenze. Le città canadesi sono ricche di opportunità professionali e molti italiani partiti per la volta del Canada hanno finito per fare carriera e ottenere incarichi importanti e ben retribuiti. La comunità italiana è inoltre ben diffusa su tutto il suolo canadese, in particolare nella regione dell’Ontario, per cui non c’è neppure il rischio di sentirsi troppo isolati oppure lontani dall’Italia. Un viaggio in Canada può essere l’occasione perfetta per scoprire una nuova cultura, una società diversa e cosmopolita, uno scenario del tutto distante da quello dell’Italia, ma non per questo meno affascinate. Basta solo rimboccarsi le maniche e partire verso il Paese dell’acero rosso.

Come trovare lavoro in Canada